Catch and Kill: l’affondo di Ronan Farrow

| Un libro, assicura il giornalista più influente d'America, per cui diversi volti noti saranno costretti a presentarsi davanti alla giustizia. Fra i tanti anche suo padre, Woody Allen

+ Miei preferiti
Per Ronan Farrow, grazie al premio Pulitzer e all’inchiesta che ha svelato il mondo di mezzo di Harvey Weinstein, lo scandalo non si è ancora concluso. Anzi, siamo solo all’inizio.

Figlio di Mia Farrow e Woody Allen, schierato apertamente dalla parte della mamma contro gli atteggiamenti del padre, Ronan si è trasformato di colpo in uno dei più affermati reporter del mondo. Un ragazzo di bell’aspetto, occhi azzurri profondi e capelli biondi, ma con un fiuto infallibile, lo stesso che gli ha fatto annunciare, poche ore fa, l’ennesimo capitolo sullo scandalo Weinstein.

L’idea su cui lavora Farrow, dopo aver assestato un ko tecnico anche a Eric Schneiderman, il general attorney di New York che indagava sulle molestie, finito sotto il peso dello stesso genere di accuse, è un libro, ma che questa volta non si limita a svelare le storie citandole con un volo d’angelo impalpabile, ma che scenda nei dettagli, per raccontare a tutti di quanta violenza e di quali minacce era capace gente come l’ex produttore di Hollywood.

“Le rivelazioni più incredibili devono ancora arrivare”, ha dichiarato anticipando in modo efficace un libro che ancor prima di essere completato fa tremare Hollywood e dintorni. Sconti, prosegue Ronan, per nessuno: “Ci saranno ripercussioni penali per un bel po’ di uomini verso i quali sono state sollevate accuse: Woody Allen è fra questi”.

 Il titolo “Catch and Kill”, caccia e uccidi, la dice tutta e sposa in pieno il movimento #MeToo.

Tutto questo mentre nelle librerie d’America è appena uscito “War on Peace: the end of Diplomacy and the Decline of American Influence”, una raccolta di interviste di Ronan Farrow a tutti i segretari di stato ancora in vita, compreso Rex Tillerson, ex dirigente della “ExxonMobil” rimasto in carica soltanto un anno, dal febbraio 2017 al marzo scorso, quando è stato sollevato dall’incarico dal presidente Trump, ufficialmente per una politica estera troppo in linea con le amministrazioni precedenti. Ufficiosamente per alcune sue uscite, come quella dell’ottobre 2017, quando Tillerson definisce pubblicamente Trump “a moron”, più o meno un deficiente. La tesi del volume, quella che in diversi teatri mondiali che hanno coinvolto l’America, l’uso indiscriminato della forza abbia prevalso sulla diplomazia, con risultati spesso nefasti.

60 secondi
Impeachment Trump, arriva la smentita
Impeachment Trump, arriva la smentita
Il procuratore speciale Mueller smentisce lo scoop di Buzzfeed, definendo "non accurato". Ma il media USA conferma le rivelazioni. Lo staff di Trump ironizza: "Fakenews". L'avvocato: "Vogliono distruggere il presidente"
Gillette, ma davvero tutti gli uomini sono cattivi?
Gillette, ma davvero tutti gli uomini sono cattivi?
Fa discutere la campagna pubblicitaria delle famose lamette. Nel video, in accordo con #MeToo, si propone un modello contrario alla "mascolinità tossica" e violenta. La destra Usa insorge: "Boicottiamo i prodotti, basta luoghi comuni"
I Toninelli-boys bocciano la Tav e il Nord si ribella
I Toninelli-boys bocciano la Tav e il Nord si ribella
I governatori di Lombardia e Piemonte pronti al referendum dopo lo scontato No della commissione costi/benefici. I grillini hanno scelto i tecnici tra gli oppositori all'opera. Sabato i "Si Tav" tornano in piazza
"Chiedo asilo, in patria mi vogliono torturare"
"Chiedo asilo, in patria mi vogliono torturare"
Una 18enne araba è barricata da ore in un albergo dell'aeroporto di Bangkok in Thailandia. Non vuole tornare a casa perché la aspetta un matrimonio combinato e teme violenze e torture da parte della famiglia
Raggi la star del Rigoletto
Raggi la star del Rigoletto
Abito su misura dello stilista Camillo Bona: "Per esaltare la bellezza e la personalità di Virginia Raggi"
A Torino tutto il mondo dei No
A Torino tutto il mondo dei No
Anarchici, autonomi dei centri sociali da tutta Italia per manifestare l'8 dicembre contro la Tav. Una rete logistica con bus e accoglienza. Ma chi paga? In piazza anche i fautori del Sì. Timori per incidenti
Brasile, Haddad accusato di corruzione
Brasile, Haddad accusato di corruzione
L'ex sindaco di San Paolo, candidato alle ultime presidenziali, accusato di avere ricevuto una mazzetta per pagare la campagna elettorale. "Non ci sono prove, solo dichiarazioni di persone screditate"
'Ndrangheta, sequestrati beni per 212 milioni
Blitza della Guardia di Finanza a Reggio Calabria e in mezza Italia. Imprenditori vicino al clan dei Piromalli controllavano attività edilizie e forniture di materiali
Il delitto d’onore che divide la Russia
Il delitto d’onore che divide la Russia
Scopre sua moglie e suo fratello a letto insieme e li uccide a colpi di fucile: per i social è un vero eroe
Arkhangelsk, l'attentato è anarchico
Arkhangelsk, l
Svolta nelle indagini sull'attacco suicida contro la sede FSB, con morti e feriti. L'autore era uno studente 17enne che, prima di farsi esplodere, aveva scritto un post su un forum antagonista