Torino, rubata la cassaforte del carcere

| E’ accaduto nella notte del primo febbraio in un locale della casa circondariale delle Vallette ad uso di una cooperativa che gestisce spaccio e panetteria. Vi erano custoditi tra i 5 mila e i 6 mila euro. Caustico il sindacato

+ Miei preferiti
di Piero Abrate

Dovrebbe essere il posto più sicuro. Così sarà anche, ma probabilmente per quanto concerne le fughe dei detenuti. In quanto a tutto il resto il carcere delle Vallette di Torino probabilmente non lo è, visto che degli sconosciuti sono riusciti ad asportare nella notte fra il 31 gennaio e il primo febbraio una cassaforte portatile collocata all'interno di un ufficio. Il contenitore di sicurezza, del peso superiore ai 40 chilogrammi, era collocata in un locale che, sempre secondo quanto è trapelato, era in uso a una cooperativa (dove lavorano detenuti ed ex detenuti) che gestisce lo spaccio, la panetteria e il ristorante interno. All’interno erano custoditi fra i cinquemila e i seimila euro. A svolgere gli accertamenti è la polizia penitenziaria, i cui agenti, a quanto risulta, non hanno accesso al locale e non ne possiedono le chiavi.
Mentre l'identità degli autori resta misteriosa, l'Osapp sindacato di polizia penitenziaria, prende posizione sul furto: «Non meraviglia - sostiene il segretario generale Leo Beneduci - che si possono commettere furti anche in un carcere, tenuto conto che la disfunzione interna agli istituti penitenziari, fortemente voluta anche dall’attuale guardasigilli Orlando in una politica volta solo alla assoluta tutela dei detenuti chiunque siano e qualsiasi reato abbiano commesso, induce logicamente a non migliorare e semmai addirittura a peggiorare le attitudini al crimine dell’utenza detentiva. Da segnalare peraltro che tale grave inefficienza penitenziaria grava integralmente sulla collettività nazionale, avviene nonostante gli immani sforzi di un corpo di polizia penitenziaria che opera in gravissima penuria di organico, di mezzi, di aggiornamento professionale, e per una età media che ormai si avvicina ai 50 anni».

 

 
Emergenza Carceri
Carceri allo sfascio, veleni e tensioni
Carceri allo sfascio, veleni e tensioni
Battute al vetriolo tra un funzionario sotto indagine per straordinari contestati e un sindacalista che si era occupato della vicenda. Ma dagli archivi l'eco di vecchie indagini, con arresti e accuse gravi
Rissa tra detenuti, altro agente ferito
Rissa tra detenuti, altro agente ferito
E' accaduto nel carcere di Sollicciano a Firenze. L'agente ferito a un polso. Denuncia Osapp: "Clima di violenza, mancano uomini e norme efficaci"
"Adesso almeno i miei figli sono liberi"
"Adesso almeno i miei figli sono liberi"
Morto anche il secondo bambino gettato dalle scale dalla madre detenuta a Rebibbia. Sospesa la responsabile della sezione nido. Inutile il gesto coraggioso di un agente che aveva cercato di salvare il piccolo. Si cerca il padre
Voleva sgozzare agente con una lametta
Voleva sgozzare agente con una lametta
Ancora violenza nelle carcere contro gli agenti della polizia penitenziaria. Un detenuto sudamericano, già protagonista di altri episodi di violenza, ha aggredito quattro agenti. Denuncia Osapp
"Caro ministro, il carcere di Aosta è allo sfascio..."
"Caro ministro, il carcere di Aosta è allo sfascio..."
Lettera aperta alle istituzioni sullo stato del carcere di Aosta. La firma il vice-segretario regionale Osapp Carmelo Passafiume. Dalla legionella alla scarsa disciplina dei carcerati, tra ritardi e polemiche
Dacci oggi l'aggressione quotidiana: feriti 2 agenti
Dacci oggi l
A Sanremo un detenuto per omicidio spacca la mascella a un agente con un pugno e ne ferisce un altro. Osapp: "Vertici inadeguati e permissivismo, riformare subito la polizia penitenziaria"
Carceri-horror, scabbia e ovuli pieni di droga
Carceri-horror, scabbia e ovuli pieni di droga
A Torino quindici detenute in isolamento per la scabbia, a Poggioreale un detenuto arrestato da poche ore scoperto con 45 ovuli di droga nella pancia. Osapp: "Sistema in tilt, ora anche problemi igienico-sanitari"
Mundialito in carcere, vince il Sudamerica
Mundialito in carcere, vince il Sudamerica
Maxi-rissa tra detenuti sudamericani e maghrebini nel carcere d'Aosta. Telefonia in cella in Liguria. Porte girevoli, tre evasi in poche ore
Detenuto 41bis spacca naso ad agente
Detenuto 41bis spacca naso ad agente
Ancora violenza nelle carceri ai danni degli agenti della polizia penitenziaria. La vittima è un sovrintendente, colpito in pieno volto senza motivo. Osapp: "Colpa del permissivismo"
Ancora un suicidio in carcere
Ancora un suicidio in carcere
Detenuto extracomunitario 43enne s'è impiccato a Ivrea nella notte, nel pomeriggio c'era stata una protesta per le condizioni di vita all'interno della casa circondariale. Tensione nelle celle. Osapp: "Situazione esplosiva"