"Assassino già libero, delusa dalla giustizia"

| Amaro sfogo della vedova del poliziotto ucciso dagli ultrà del Catania. Uno degli assassini, condannato a 11 anni, è già libero. "Non c'è certezza della pena". Solidarietà dai colleghi.

+ Miei preferiti

  "Avverto il dolore della sconfitta, ma è la legge". Marisa Grasso, la moglie dell'ispettore ucciso a Catania è delusa: "Appena ho saputo ho sentito come un peso, maggiore amarezza e ingiustizia. Accetto la legge, ma non è giusto, il mio calvario continua: chi è condannato deve scontare tutta la condanna, altrimenti non c'è certezza della pena".

 

 

Poi: "Sono entrata in un'aula di giustizia cercando giustizia. Sono uscita da un incubo con una verità, una sentenza. Era importante per me, la famiglia e per tutti i poliziotti che rischiano la vita, come ha fatto mio marito. Sono orgogliosa di lui e della sua divisa, ma oggi sento amarezza e non giustizia". Solidarietà dai colleghi: "hanno voluto condividere con me la loro amarezza. Da cittadina dico che una condanna deve essere eseguita e una sentenza rispettata. Altrimenti si rischia di fare perdere la fiducia nella giustizia". "Adesso - si interroga - come farò a dire a mio figlio, che aveva sei anni quando è avvenuta la tragedia, che può incontrare per strada uno delle due persone condannate per la morte di suo padre, che è in permesso, invece di stare in carcere? Capirà che è la legge? Ma è giusta questa legge? Io mi sento sconfitta". Daniele Natale Micale, uno dei due ultrà del Catania condannati per la morte dell’ispettore della polizia di Stato Filippo Raciti, è stato posto in stato di semilibertà. Una misura adottata dai giudici da poco prima di Natale. A darne conferma “Il Giornale di Sicilia” che ricorda che Micale, nel novembre del 2012, è stato condannato definitivamente a 11 anni di reclusione per omicidio preterintenzionale ed ha già scontato oltre metà della condanna in carcere a Catania e ha un residuo pena di meno di 4 anni.

Micale, oggi 30enne, esce di carcere al mattino per andare a lavorare per far rientro e trascorrere la notte in carcere.

60 secondi
Attaccano le navi per trasportare cocaina
Attaccano le navi per trasportare cocaina
L'ultima tecnica dei narcos, simulano assalti per riempire i container dei cargo di droga. Ma il comandante della "Grande Italia" ha dato l'allarme, la polizia è intervenuta sventando l'operazione. A bordo 1,3 tonnellate di cocaina
Violenza a prostituta, Ulrich arrestato
Violenza a prostituta, Ulrich arrestato
Il ciclista tedesco in cella a Francoforte, una donna ha chiamato la polizia dopo una presunta violenza avvenuta in un albergo di lusso. Era in riabilitazione da alcol e droghe. Giorni fa arrestato a Maiorca
Terremoto, escursionisti bloccati sul vulcano
Terremoto, escursionisti bloccati sul vulcano
Emergenza in Indonesia, squadre di emergenza stanno cercando di salvare i turisti rimasti intrappolati dopo il sisma
Sparatoria con tre morti a New Orleans
Sparatoria con tre morti a New Orleans
Nel quartiere francese, anche sette feriti gravi. Non si sa se è terrorismo o un episodio di una guerra tra gang. Ed esplode la polemica in Usa per la pistola di plastica stampata in 3d. Il sogno di killer e terroristi
Quel pallone che spia la Casa Bianca
Quel pallone che spia la Casa Bianca
Donato da Putin a Trump, è l'ultimo modello Adidas dei Mondiali 2018 con un chip all'interno che può trasmettere dati ai dispositivi digitali. Allarme dell'agenzia Bloomberg
FCA, verso un lento recupero
FCA, verso un lento recupero
Recuperano i tre titolo della galassia Fca dopo il calo dei giorni scorsi, bene anche Ferrari che aveva avuto la performance peggiore
Drogarono vittima, stupratori condannati
Drogarono vittima, stupratori condannati
In tre avevano violentato una 22enne, fidanzata di uno degli aggressori. Le avevano somministrato una dose di uno psicofarmaci. Due sconteranno 12 anni, il terzo 8 anni
Il buio social di Miley Cyrus
Il buio social di Miley Cyrus
Oltre 2.000 foto cancellate da Instagram e fans in fibrillazione: darà l’annuncio delle nozze, ha pronto un nuovo album o è opera degli hacker?
La misteriosa morte del medico dei vaccini
La misteriosa morte del medico dei vaccini
Freddato in un campeggio davanti alla famiglia, il suo caso potrebbe collegarsi a quelli di altri sette casi simili, avvenuti nell’arco di appena due anni
Morta Gudrun, figlia prediletta di Himmler
Morta Gudrun, figlia prediletta di Himmler
E' accaduto in segreto il 24 maggio, non aveva mai rinnegato l'operato del padre, il pianificatore dell'Olocausto. Aveva sposato un neo-nazista e partecipava ai raduni delle Ss