Ultras della Lazio, insulti a Malag˛

| Dopo la sconfitta all'Olimpico con il Genoa sono comparsi sotto la sede Figc striscioni di insulti a Malag˛ e arbitri. Un attacco anche alla Var. E dire che ai rossobl¨ Ŕ stato annullato un gol proprio grazie all'ausilio della tecnologia

+ Miei preferiti
di Piero Abrate

Dopo le pesanti accuse della società (il presidente Lotito in primis) e della tifoseria per la sconfitta casalinga con il Torino (1-3) di qualche settimana fa, gli ultras laziali si scagliano nuovamente contro i vertici della Federcalcio commissariata e degli arbitri. A scatenare le ire biancazzurre è stata la sconfitta di ieri sera all'Olimpico contro la Genoa. Sconfitta maturata proprio durante il recupero con un gol di Laxalt che già si era visto annullare una rete per fallo di mano (grazie all'ausilio della Var).

Gli ultras hanno esposto stanotte davanti alla sede della Figc in via Allegri a Roma striscioni con scritte e insulti rivolti anche ai vertici del Coni. Su uno di questi rivolto a Malagò si legge: "La tua imparzialità si è vista quel 26 maggio...degno commissario di un calcio allo sbando". In un'altra: "Col commissariamento vuoi arraffare.... i Mondiali di nuoto non potevano bastare?". Infine, una scritta indirizzata all'Aia, definita "associazione a delinquere". Allo stadio ieri sera durante Lazio-Genoa era anche apparso uno striscione dedicato alla Var, con la scritta "Vargogna". Nelle settimane scorse i tifosi avevano minacciato proteste e denunce contro gli arbitri per le decisioni prese con il sistema di registrazione e moviola nella convinzione che avessero penalizzato la loro compagine.

60 secondi
Il buio social di Miley Cyrus
Il buio social di Miley Cyrus
Oltre 2.000 foto cancellate da Instagram e fans in fibrillazione: darÓ lĺannuncio delle nozze, ha pronto un nuovo album o Ŕ opera degli hacker?
La misteriosa morte del medico dei vaccini
La misteriosa morte del medico dei vaccini
Freddato in un campeggio davanti alla famiglia, il suo caso potrebbe collegarsi a quelli di altri sette casi simili, avvenuti nellĺarco di appena due anni
Morta Gudrun, figlia prediletta di Himmler
Morta Gudrun, figlia prediletta di Himmler
E' accaduto in segreto il 24 maggio, non aveva mai rinnegato l'operato del padre, il pianificatore dell'Olocausto. Aveva sposato un neo-nazista e partecipava ai raduni delle Ss
Invito a pranzo con strage
Invito a pranzo con strage
Una ragazza indiana conosciuta per la scarsa abilitÓ in cucina ha preparato un pranzo per 120 persone. Sono finiti in ospedale in 88, e di questi 5 non ce lĺhanno fatta
"Ero in crisi, ho commesso gravi errori"
"Ero in crisi, ho commesso gravi errori"
La drammatica e totale confessione di monsignor Carlo Alberto Capella, ex diplomatico della Santa Sede, condannato a 5 anni di carcere per detenzione e scambio di immagini pornografiche
All you can eat, letteralmente
All you can eat, letteralmente
Un ristorante di Chengdu, in Cina, aperto da pochi mesi, ha lanciato una promozione: 15 giorni di formula mangia quanto vuoi. I clienti lĺhanno fatto, portando il locale al tracollo
"Dovete morire!" ai poliziotti, maestra licenziata
"Dovete morire!" ai poliziotti, maestra licenziata
Docente torinese ripresa dalla tv mentre insulta e minaccia i poliziotti durante la manifestazione antifascista del 22 febbraio. E' stata licenziata e prosegue anche l'inchiesta giudiziaria per istigazione a delinquere
Baco Fb, diffusi 14 milioni di post privati
Baco Fb, diffusi 14 milioni di post privati
Un errore ha eliminato la privacy per milioni di post di singoli profili e di gruppi. A maggio i tecnici di Facebook sono riusciti a renderlo inerte. Ennesimo choc dopo gli scandali Cambridge Analytica e accordi con big cinesi
Lemon&Alcol, Coca Cola oltre il mito
Lemon&Alcol, Coca Cola oltre il mito
Il colosso Usa cerca nuovi consumatori e nuovi mercati con tre bevande a base di aromi di frutta e una piccola percentuale di alcol. Nel mirino i giovani asiatici ma presto anche in Europa
Stupro, un miliardo di risarcimento
Stupro, un miliardo di risarcimento
Hoper Cheston aveva 14 anni quando fu stuprata da un vigilante di una societÓ privata, in Georgia, Usa. L'aggressore condannato a 20 anni, per la societÓ un miliardo di dollari come risarcimento