Venaria: antimafia isolata, esposto a prefetto e procura

| La presidente Barbara Virga e l'opposizione chiedono l'intervento della prefettura per risolvere il rebus delle commissioni sabotate dalla maggioranza grillina. Segnale pericoloso alle cosche su un tema dove non sono ammesse divisioni

+ Miei preferiti

E’ chiaro che il gruppo M5s di Venaria non è di certo colluso con le ‘ndrine locali, radicate anche nel territorio, ma ora la presidente Barbara Virga e il consigliere d’opposizione Salvatore Ippolito hanno inviato un esposto al prefetto. Succede infatti che, per una questione - pare - meramente politica, e cioè che i temi e gli ordini del giorno che dovrebbero essere discussi in commissione non sono di gradimento ai consiglieri di maggioranza del primo comune pentastellato del Piemonte. Dopo quattro sedute disertate o boicottate dai grillini, c’è da chiedersi quali siano veramente le ragioni di un ostinato e incomprendisibile atteggiamento, proprio nel momento in cui si andava ad affrontare concretamente il tema delle confische dei beni mafiosi nel territorio di Venaria. Forse è solo una questione di una mancanza di elasticità su un tema così delicato. E’ infatti assai pericoloso mostrare all'esterno, e dunque anche al racket, che su questi temi, su cui in genere vige un patrimonio comune e condiviso, non c’è unità. Si apre così una frattura nel contrasto alle mafie che non può ammettere non solo divisioni ma neanche il più piccolo cedimento. Toccherà al prefetto ma anche a magistratura e carabinieri fare piena luce sugli esposti inviati dalla minoranza, Nel corso dell’ultima seduta, totalmente disperata, non c’era neppure la presenza di un funzionario comunale come prevedono le norme. L’opposizione ha messo sotto accusa anche il segretario comunale che dovrebbe essere super partes. Ma qualcosa, e non da ieri, a Venaria non quadra.

60 secondi
Trump, l'onda blu spazzata via
Trump, l
Il presidente entra a gamba tesa nelle elezioni Midterm. In Nevada attacca i dem "li manderemo in frantumi" ma i sondaggi sti li danno vincenti al Congresso mentre i Gop prevarrebbero in Senato
Il matrimonio infranto di Miguel Bosè
Il matrimonio infranto di Miguel Bosè
Il cantante si separa dallo scrittore Nacho Palau, i quattro figli adottivi divisi due parte e due dall'altra. Nati con "gravidanze di sostegno"
Una panchina rossa in memoria di Manuela
Una panchina rossa in memoria di Manuela
Davanti all'ufficio della Uil di Brescia, dove la vittima lavorava, è stata messa una panchina rossa: "Manuela era una ragazza dolcissima". Il gip: "L'assassino non ha mai dato segni di pentimento"
"Tupac Shakur è vivo ed è in Malesia"
"Tupac Shakur è vivo ed è in Malesia"
Il figlio del suo ex-produttore posta una foto del rapper ucciso nel '96, dove appare sorridente e invecchiato, al suo fianco una giovane donna. "Mi minacciano ma io continuerò a dire la verità: Tupac fuggì dall'ospedale"
Altro caso di legionella, paura in Toscana
Altro caso di legionella, paura in Toscana
Ricoverato ad Empoli in terapia intensiva un 40enne di San Miniato, timori dopo l'epidemia ora sotto controllo, in Lombardia
"Notte quasi perfetta"
"Notte quasi perfetta"
L'attaccante del Napoli Milik dopo la vittoria in Champions e il furto del Rolex. I rapinatori gli hanno puntato una pistola alla testa. Solidarietà dai tifosi
Assolto il governatore De Luca
Assolto il governatore De Luca
Per la vicenda Crescent, in caso di condanna avrebbe dovuto dimettersi. Si chiude l'inchiesta sul complesso immobiliare al centro dell'indagine. La procura aveva chiesto due anni e 10 mesi. Assolto anche in primo grado
"Salvini? Cinico, crudele e barbaro"
"Salvini? Cinico, crudele e barbaro"
L'analisi del Guardian sul governo gialloverde, una "farsa" che rischia di travolgere l'Occidente. "Ha spinto l'Italia verso la barbarie". Ma la colpa è anche della Ue che ha lasciato solo il Paese nell'emergenza immigrazione
Minacce a un giudice, sacerdote arrestato
Minacce a un giudice, sacerdote arrestato
Anche un commerciante. Il prete, 88 anni, aveva detto al giudice Cristina Beretti "stia attenta a non stare troppo vicina alle finestre". Al centro le indagini e sequestri contro le cosche mafiose
Turisti "boorish", via da Venezia
Turisti "boorish", via da Venezia
Il Guardian affronta il tema della nuova ondata di divieti per i turisti che vanno a Venezia. Vietato sedersi, mangiare per strada, bagnarsi in laguna, la musica in barca. Multe in vista. I comitati: "Non si può più fare niente"