Venaria: antimafia isolata, esposto a prefetto e procura

| La presidente Barbara Virga e l'opposizione chiedono l'intervento della prefettura per risolvere il rebus delle commissioni sabotate dalla maggioranza grillina. Segnale pericoloso alle cosche su un tema dove non sono ammesse divisioni

+ Miei preferiti

E’ chiaro che il gruppo M5s di Venaria non è di certo colluso con le ‘ndrine locali, radicate anche nel territorio, ma ora la presidente Barbara Virga e il consigliere d’opposizione Salvatore Ippolito hanno inviato un esposto al prefetto. Succede infatti che, per una questione - pare - meramente politica, e cioè che i temi e gli ordini del giorno che dovrebbero essere discussi in commissione non sono di gradimento ai consiglieri di maggioranza del primo comune pentastellato del Piemonte. Dopo quattro sedute disertate o boicottate dai grillini, c’è da chiedersi quali siano veramente le ragioni di un ostinato e incomprendisibile atteggiamento, proprio nel momento in cui si andava ad affrontare concretamente il tema delle confische dei beni mafiosi nel territorio di Venaria. Forse è solo una questione di una mancanza di elasticità su un tema così delicato. E’ infatti assai pericoloso mostrare all'esterno, e dunque anche al racket, che su questi temi, su cui in genere vige un patrimonio comune e condiviso, non c’è unità. Si apre così una frattura nel contrasto alle mafie che non può ammettere non solo divisioni ma neanche il più piccolo cedimento. Toccherà al prefetto ma anche a magistratura e carabinieri fare piena luce sugli esposti inviati dalla minoranza, Nel corso dell’ultima seduta, totalmente disperata, non c’era neppure la presenza di un funzionario comunale come prevedono le norme. L’opposizione ha messo sotto accusa anche il segretario comunale che dovrebbe essere super partes. Ma qualcosa, e non da ieri, a Venaria non quadra.

60 secondi
Raggi la star del Rigoletto
Raggi la star del Rigoletto
Abito su misura dello stilista Camillo Bona: "Per esaltare la bellezza e la personalità di Virginia Raggi"
A Torino tutto il mondo dei No
A Torino tutto il mondo dei No
Anarchici, autonomi dei centri sociali da tutta Italia per manifestare l'8 dicembre contro la Tav. Una rete logistica con bus e accoglienza. Ma chi paga? In piazza anche i fautori del Sì. Timori per incidenti
Brasile, Haddad accusato di corruzione
Brasile, Haddad accusato di corruzione
L'ex sindaco di San Paolo, candidato alle ultime presidenziali, accusato di avere ricevuto una mazzetta per pagare la campagna elettorale. "Non ci sono prove, solo dichiarazioni di persone screditate"
'Ndrangheta, sequestrati beni per 212 milioni
Blitza della Guardia di Finanza a Reggio Calabria e in mezza Italia. Imprenditori vicino al clan dei Piromalli controllavano attività edilizie e forniture di materiali
Il delitto d’onore che divide la Russia
Il delitto d’onore che divide la Russia
Scopre sua moglie e suo fratello a letto insieme e li uccide a colpi di fucile: per i social è un vero eroe
Arkhangelsk, l'attentato è anarchico
Arkhangelsk, l
Svolta nelle indagini sull'attacco suicida contro la sede FSB, con morti e feriti. L'autore era uno studente 17enne che, prima di farsi esplodere, aveva scritto un post su un forum antagonista
L'ex uomo più grasso mondo è cleptomane
L
Era arrivato a pesare 454 chili, dopo un'operazione "solo" 158. La fidanzata lo ha lasciato e lui a ripreso a mangiare quantità enormi di cibo. Deve essere di nuovo curato ma in Inghilterra ci sono polemiche: "Costa troppo"
Trump, l'onda blu spazzata via
Trump, l
Il presidente entra a gamba tesa nelle elezioni Midterm. In Nevada attacca i dem "li manderemo in frantumi" ma i sondaggi sti li danno vincenti al Congresso mentre i Gop prevarrebbero in Senato
Il matrimonio infranto di Miguel Bosè
Il matrimonio infranto di Miguel Bosè
Il cantante si separa dallo scrittore Nacho Palau, i quattro figli adottivi divisi due parte e due dall'altra. Nati con "gravidanze di sostegno"
Una panchina rossa in memoria di Manuela
Una panchina rossa in memoria di Manuela
Davanti all'ufficio della Uil di Brescia, dove la vittima lavorava, è stata messa una panchina rossa: "Manuela era una ragazza dolcissima". Il gip: "L'assassino non ha mai dato segni di pentimento"