Arriva il Fentanyl, allarme in Europa

| È un allarme lanciato dall’Europol e dall’osservatorio europeo sulle droghe e le tossicodipendenze: l’oppiaceo sintetico nato per scopo medico, è l’eroina del futuro. Ma molto più letale

+ Miei preferiti
Di Germano Longo
Secondo i reparti antidroga delle polizie europee è ormai questione di poco tempo: dopo aver fatto strage negli Stati Uniti, il Fentanyl sta per invadere il vecchio continente. Nel giro dello spaccio lo chiamano “Drop Dead”, “Flatline”, “Great Bear”, “Tango & Cash” o “China Girl”: è cento volte più potente della morfina e almeno 40 più dell’eroina. E come se ancora non bastasse è molto più facile da assumere e facilissimo da trovare, visto che la produzione su larga scala è perfettamente legale. Fu sviluppato negli anni Sessanta per uso clinico: sintetizzato dal dottor Paul Janssen per essere utilizzato in casi di dolore cronico nei malati di tumore o prima di interventi chirurgici, il Fentanyl è attualmente l’oppiaceo sintetico più usato nelle cliniche e negli ospedali.

La grossa fetta del traffico internazionale è in mano ai messicani del cartello di Sinaloa, un’organizzazione così radicata da essere in grado di acquistare la molecola negli Stati Uniti, lavorarla e riportarla in America per essere rivenduta. I margini di guadagno sono enormi: un kg di Fentanyl costa circa 4mila dollari, sufficienti per ricavarne un milione di pastiglie che equivalgono a cinque milioni di dollari di guadagno netto. Numeri che da tempo fanno gola alle organizzazioni criminali che agiscono nel vecchio continente: lo scorso anno, due iracheni sono stati bloccati dai Carabinieri con 2.000 pastiglie davanti ad un liceo di San Donato Milanese. In Svizzera, 40 grammi di Fentanyl sono finiti nelle mani della polizia prima di trasformarsi in 200mila dosi, mentre la Procura di Cosenza ha indagato sei medici di base che prescrivevano quantità industriali di Fentanyl a pusher ben conosciuti dalla giustizia.

Ma forse basta un dato a spiegare quanto letale sia il temibile farmaco analgesico sintetico: qualche giorno fa, la corte dell’appello federale dello stato del Nebraska ha stabilito che il Fentanyl farà parte del cocktail letale destinato alle vene di Carey Dean Moore, sessantenne condannato a morte per l’uccisione di due tassisti a Omaha nel 1979.

Ma questo, volendo, è ancora niente: si calcola che il Fentanyl sia responsabile di almeno 20mila morti negli Stati Uniti per overdose nel solo 2016. Numeri che hanno spinto lo stato di New York a fare causa ai colossi farmaceutici che producono i “fentanili”, e il presidente Trump a dichiarare “l’emergenza nazionale” sulla diffusione di oppiacei.

E se a qualcuno il nome Fentanyl sembra familiare non si sbaglia: nel sangue di Prince, morto il 21 aprile 2016, sono state rinvenute tracce di “Lil Peep”, uno dei suoi derivati più diffusi.

Considerata l’eroina del nuovo millennio, il Fentanyl non ha bisogno del “buco”: si trova sotto forma di pastiglia che può essere ingerita oppure ridotta in polvere per essere fumata o sniffata. La si trova online, venduta sottobanco.

All’arrivo del Fentanyl è dedicato un capitolo della più recente relazione annuale della Direzione Centrale per i servizi antidroga del Viminale relativa al 2017, che denuncia un nuovo aumento delle morti per overdose nel nostro paese, probabilmente dovuto alle prima partite dell’oppiaceo distribuite nelle piazze dello spaccio.

Dati che aumentano vertiginosamente anche nel resto dell’Europa, con numeri significativi nei paesi del nord e nel Regno Unito, dove le forze dell’ordine hanno anche identificato la presenza sul territorio di 25 nuovi oppioidi, di cui 18 direttamente derivati dal Fentanyl.

Finire in overdose, spiegano gli esperti, è facilissimo: basta sbagliare la quantità giusta, che ovviamente è quasi impossibile calcolare a occhio. Poche particelle inalate possono essere letali, come è successo ad un agente di polizia dell’Ohio, finito in overdose dopo aver inavvertitamente inalato una piccola quantità della partita di Fentanyl che stava sequestrando insieme ai colleghi. Non è morto, ma per salvarlo sono state necessarie quattro dosi massicce di trattamento per overdose.

Secondo un studio australiano, “Una volta provato, non si può tornare indietro dal Fentanyl”: in confronto, gli altri oppiacei “sono solo una merda”.

Galleria fotografica
Arriva il Fentanyl, allarme in Europa - immagine 1
Il Caso
La coscienza di Bruno Boniface, psichiatra
La coscienza di Bruno Boniface, psichiatra
Per cinque mesi ha avuto in cura un giovane di 30 anni affetto da agorafobia: lentamente riesco a convincerlo ad uscire di casa, ma è la sera sbagliata…
Consip, contraddizioni
e risarcimenti record
Consip, contraddizioni<br>e risarcimenti record
INCHIESTA Il colosso del Mise naviga da mesi in acque tempestose tra inchieste e fallimenti. Il caso Qui Ticket! E ora Romeo chiede un miliardo e mezzo di risarcimento dopo il flop delle inchieste
"Hanno condannato un innocente"
"Hanno condannato un innocente"
La moglie di Massimo Bossetti, condannato all'ergastolo, lo difende e accusa i giudici di avergli negato un secondo esame del Dna. Nel corso dei processi la sua vita privata è stata resa pubblica con un grave danno d'immagine
Nuovi sospetti su O.J. Simpson
Nuovi sospetti su O.J. Simpson
In una registrazione dimenticata e mai andata in onda, l’ex gigante del football avrebbe svelato alcuni dettagli dell’omicidio della sua ex moglie e del suo amico, per cui è stato assolto
"In Italia un neo-fascismo in stile social"
"In Italia un neo-fascismo in stile social"
Durissimo attacco dell'Indipendent al governo-giallo verde e a Matteo Salvini. Lo spunto è la chiusura alle 21 dei negozi etnici. Parallelo con le persecuzioni naziste ai negozi ebrei. Odio e ostilità contro gli stranieri
Amy Winehouse, un tour nel 2019
Amy Winehouse, un tour nel 2019
È morta sette anni fa, ma grazie alle magie dell’elettronica, la grande interprete inglese è pronta a tornare sul palco sotto forma di ologramma
INFERNO e RISCATTO
nel braccio della morte
INFERNO e RISCATTO<br>nel braccio della morte
INCHIESTA - In California un uomo libero dopo 25 anni a San Quentin, i giudici non avevano valutato le perizie mediche. Per uccidere i condannati Fentanyl e gas azoto. Di nuovo assassini a un passo dall'esecuzione
"Ti prego amore mio, plastinami"
"Ti prego amore mio, plastinami"
L'inventore della tecnica che trasforma i cadaveri in opere d'arte con la plastinazione ha chiesto alla moglie medico, una volta morto, di fare del suo corpo una statua da esporre nel museo. Lei: "Atto d'amore, lo farò"
Il libro “Menti Insolite” fra i più venduti al Festival di Mantova
Il libro “Menti Insolite” fra i più venduti al Festival di Mantova
Un incontro affollato, nell’ambito del FestivaLetteratura, ha fatto da cornice al debutto della nuova fatica letteraria di Federici, Meluzzi e Numa
Menti Insolite, radiografia di cinque femminicidi
Menti Insolite, radiografia di cinque femminicidi
Dopo il successo di “Il se e il ma delle investigazioni”, Fabio Federici e Alessandro Meluzzi tornano con un nuovo lavoro di analisi in cui hanno coinvolto anche il giornalista de “La Stampa” Massimo Numa