Ultimatum alla Terra

| I maggiori climatologi del mondo hanno presentato un documento in vista del “Cop24” di dicembre. Un allarme che detta tempi e obiettivi, ma racconta anche a cosa assisteremo, senza interventi definiti “epocali”

+ Miei preferiti
Si chiama “SR15”, è un corposo campanello d’allarme lanciato all’umanità intera: il tempo di agire per salvare il pianeta è arrivato. Restano forse 12 anni prima di assistere a sconvolgimenti e cambiamenti climatici irreversibili che cambieranno per sempre la vita sulla Terra.

L’SR15 è un rapporto dell’Ipcc (Intergovernmental Panel on Climate Change), una commissione intergovernativa voluta dall’ONU, frutto delle ricerche congiunte di 91 fra i massimi esperti mondiali di 40 paesi diversi: 250 pagine in cui si analizzano oltre 6.000 studi e 42mila recensioni che arrivano tutti alla medesima conclusione. Dal 1950 ad oggi, la temperatura del pianeta è salita di 0,17 gradi centigradi per ogni decennio, scenario che se non cambierà, è destinato a portare il pianeta a superare la soglia di +1,5 gradi in uno scenario compreso fra il 2030 ed il 2052, con previsioni nemmeno tanto azzardate che parlano di +3 gradi senza un’inversione di tendenza così urgente da definirla “senza precedenti storici”.

Una batosta al celebre accordo sul clima di Parigi, in cui era stato ipotizzato un tempo di manovra decisamente più ampio prima di assistere all’irreparabile, quantificato intorno all’anno 2100.

L’unica notizia che potrebbe portare un po’ di conforto è che, secondo gli esperti, il pianeta è malato grave, ma non ancora spacciato: “Il nostro ruolo non è determinare se l’accordo di Parigi sia fattibile o meno. Quello che abbiamo spiegato sono le condizioni e i tempi per arrivare al traguardo: ora tocca a chi prende le decisioni assumersi la responsabilità del futuro”, ha precisato Henri Waisman, fra i curatori del rapporto.

Gli esperti, questa volta, non le mandano a dire: se non saranno prese misure in tempo, il 1,5 grado in più mettere a serio rischio alcuni atolli, destinati a scomparire a causa dell’innalzamento di mari e oceani dovuto allo scioglimento dei ghiacci. Scenari apocalittici: con 2 gradi in più, difficilmente potrebbero sopravvivere le barriere coralline, gli ecosistemi più fragili, la biodiversità e le specie animali non migratorie. Gli Stati Uniti, l’Asia e l’Europa del sud, assisterebbero ad un graduale processo di desertificazione, costringendoci a convivere con inondazioni, siccità e uragani, ma anche e soprattutto con rischi sulla salute, il cibo e l’acqua per 420 milioni di persone. “Il riscaldamento persisterà per millenni e continuerà a provocare cambiamenti climatici sempre più devastanti”.

Un capitolo del rapporto è dedicato alle soluzioni, riassunte in alcuni percorsi possibili: limitare in modo drastico la domanda di energia delle industrie, dei trasporti e degli immobili per ridurre le emissioni di CO2 del 45% entro il 2030, ma con l’idea di azzerarle nel 2050, data in cui le energie rinnovabili dovranno coprire almeno l’80% del fabbisogno. Quindi rimozione della CO2 con riforestazione e stoccaggio del carbonio.

Alla fine, una raccomandazione: nessuno può sentirsi esentato dallo sforzo. Serve una comunanza di forze e sforzi, soprattutto economici, del mondo intero, che per una volta dovrebbe mettere al bando gli interessi nazionali per il bene comune. Parole grosse.

L’appuntamento è per la “Cop24”, la conferenza mondiale sul clima delle Nazioni Unite, primo appuntamento dopo l’accordo di Parigi, previsto a Katowice, cuore carbonifero della Polonia, dal 3 al 14 dicembre. “L’umanità è di fronte ad una nuova guerra: contro se stessa”.

Ambiente
Strage di cuccioli e allevamenti lager
Strage di cuccioli e allevamenti lager
Cani e gatti venduti nei negozi provengono da allevamenti non controllati e reduci da viaggia estenuanti e in condizioni disagiate, in Inghilterra su 80 mila cuccioli importanti in un anno, molti sono destinati a morire
La crudele tratta dei piccoli elefanti
La crudele tratta dei piccoli elefanti
Come vengono catturati e venduti, anche per 250 mila dollari, i "cuccioli" di elefante tra i confini del Laos e il Sud-Est asiatico. Torture e violenze indicibili. Sono destinati a circhi e zoo
Una fucilata stronca il volo di Clara
Una fucilata stronca il volo di Clara
Raro esemplare di avvoltoio capovaccaio abbattuto da un cacciatore. Una specie protetta in via di estinzione. Il ministro dell'ambiente: "Una stupida azione ha interrotto il ciclo migratorio di uno splendido volatile"
Florence, l'uragano ora spaventa
Florence, l
Evacuate un milione di persone dalla costa del South Carolina. Trump dichiara lo stato di emergenza. Il governatore: "Proteggere le vite umane"
Manduria, nate sulla spiaggia 87 tartarughe
Manduria, nate sulla spiaggia 87 tartarughe
Sull'arenile di Specchiarica, nella marina di Manduria (Taranto). Lo comunica il Wwf. Le uova si sono schiuse in un'alta percentuale
Trentino, orso catturato e liberato
Trentino, orso catturato e liberato
Gli hanno messo un radicolare seguirlo nel suoi raid nelle malghe. Pesa 129 chili ed è maschio. Nei giorni scorsi altra cattura
Acqua dalle fogne
Acqua dalle fogne
È la soluzione adottata da El Paso, la prima metropoli al mondo a dover attuare una scelta necessaria: entro il 2025, il bacino da cui attinge la città texana potrebbe esaurirsi
Kerala, l'alluvione fa una strage
Kerala, l
Oltre 324 morti in poche ore. La popolazione travolta da frane e allagamenti, comunicazioni interrotte, chiuso l'aeroporto di Kochi. Piogge record, la gente dà l'allarme con i social. Governo mobilitato
La California brucia, 8 morti
La California brucia, 8 morti
Distrutti 300 mila ettari a Mendocino, 8 morti, incenerite 5 mila case e aziende, sfollate popolazioni. Un esercito di vigili del fuoco, con i mezzi più moderni, non riesce a fronteggiare i roghi. Mesi per spegnere gli incendi
Death Valley, il giorno più caldo della storia
Death Valley, il giorno più caldo della storia
Termometro a 42 gradi nel rovente deserto californiano. Luglio eccezionale anche per una delle zone più calde del pianeta. Turisti stremati, malori durante le visite dei panorami pù noti, da Zabriskie Point a Badwater