Tully, l'asinello fortunato

| Per una volta, la storia di un animale fortunato: un asinello australiano che stava per essere abbandonato, e per un colpo di sponda del destino ha trovato una nuova famiglia, molto social

+ Miei preferiti
Di Davide Cucinotta

Si chiama Tully, ha l'aria tranquilla e mansueta, e per tanti anni, da quando è nato, ha passato la sua esistenza in una fattoria di Tullamore, piccolissima cittadina del Parkes Shire, nel cuore dell'Australia: 210 abitanti, una stazione ferroviaria e un ufficio postale.

Qualche tempo fa, la vita tranquilla di Tully l'asinello finisce per scontrarsi con questioni molto umane: la coppia di proprietari della fattoria decide di divorziare, dividendosi tutto quello che c'è nella proprietà, animali compresi.

Per Tully, i due smettono di litigare per qualche minuto, scegliendo di disfarsene. Spargono la voce ma nessuno sembra interessato a mettersi in casa un asino, per quanto educato sia.

Ma da qualche parte, nei disegni celesti, dev'esserci spazio anche per i desideri degli animali, o almeno di qualcuno un po' più fortunato di altri. I Goldsmith, un'altra famiglia (che per adesso va d'amore e d'accordo), negli stessi giorni si mette alla ricerca di un asino. In realtà cercano un animale che sia in grado di spaventare i cani randagi che spesso attaccano il loro gregge di pecore. Vagliano decine di specie animali, cammelli compresi, poi scoprono che gli asini hanno ottimi istinti da allevatori. Peccato che i costi di un esemplare sfiorino i 2.000 dollari.

È il destino a mettersi in moto, e mentre da una parte sospirano sognando un asinello, dall'altra sbuffano perché non sanno che farsene di quello che li guarda sconsolato dalla finestra. Forse perché ha capito che la faccenda si mette male.

In un modo o nell'altro, in fondo non importa, la voce arriva alla signora Goldsmith, che dopo poco incontra l'altra signora, quella pronta a tornare signorina, e Tully l'asinello trova pronto il suo piano B, quello che nella vita ci va sempre.

Ma c'è di più: i Goldsmith, quando mettono a dormire le caprette, diventano grandi appassionati di social, così tanto da mettere in rete la storia di Tully, il loro nuovo asinello. L'ultima pagina di questa storia è un profilo Instagram (@tully_the_donkey) che ha raggiunto in un amen quasi 500 followers. Tutti amici simili a lui: asinelli che abitano paesi diversi, a cui qualcuno ha voluto dedicare un profilo virtuale. Difficilmente si incontreranno mai - gli asini non volano, si sa - ma a loro basta così.

Animalia
Muore dissanguato per un morso del suo cane
Muore dissanguato per un morso del suo cane
Tiago, un cane di razza Corso, ha morso all’avambraccio il padrone recidendogli l’arteria omerale. Poco dopo ha tentato di aggredire anche la moglie dell'uomo, che è riuscita a difendersi
Un memory day per l'amato coccodrillo
Un memory day per l
Un bracconiere ha ucciso Bismark, un coccodrillo 80enne mansueto e mascotte della comunità australiana di Cardwell, in Australia. "Un'uccisione inutile e stupida", dicono gli etologi. Il dolore dei residenti
Traffico di migliaia di cuccioli
Traffico di migliaia di cuccioli
Continua l'import illegale di cani di razza dall'Est, gli ultimi arresti a Rimini. Sgominata una gang collegata ad allevamenti in Slovacchia. Enci: "Ci costituiremo parte civile contro i responsabili"
Attaccato da un puma, lo strangola
Attaccato da un puma, lo strangola
Paurosa avventura di un runner in Colorado. Aggredito alle spalle da un giovane esemplare di leone di montagna che lo ha ferito, s'è difeso con le sole mani e lo ha soffocato. I responsabili del parco: "Fatta la cosa giusta"
Wimbledon, il serial killer dei cani
Wimbledon, il serial killer dei cani
È caccia aperta al misterioso avvelenatore che semina pezzi di carne infetta nei giardini del sobborgo londinese. Diverse vittime
Centinaia di cani uccisi nel canile-modello
Centinaia di cani uccisi nel canile-modello
Scandalo in Corea nel centro-rifugio di cani che prometteva di mantenere in vita tutti i randagi accolti, senza mai ricorrere all'eutanasia. Invece sono stati eliminati centinaia di quattro zampe. Dipendenti in lacrime
Mare di plastica, collare-frisbee per foche
Mare di plastica, collare-frisbee per foche
Le foche fotografate a Norfolk e altrove con strani collari, anche un frisbee fucsia, sono simbolo del degrado ambientale. Molti esemplari sono morti soffocati o feriti dai rifiuti abbandonati in mare
Abbaiava troppo, cane seviziato e ucciso
Abbaiava troppo, cane seviziato e ucciso
Un 22enne argentino ha appeso il suo cane a un albero e lo ha finito con pugni, calci e un bastone. Scena ripresa da alcuni ragazzini che l'hanno diffusa sulle chat. La polizia lo ha arrestato
"Senti cane, vuoi un altro schiaffo?"
"Senti cane, vuoi un altro schiaffo?"
Dog sitter inglese condannata da un giudice: non potrà più occuparsi di cani per 3 anni. I proprietari di un boxer l'hanno ripresa mentre lo picchiava senza motivo. Lei: "Ho sbagliato, sono pentita, non mi ubbidiva"
Decine di cani morti nel freezer
Decine di cani morti nel freezer
Arrestata nel New Jersey una donna di 64 anni che teneva in casa 200 cani. Nel freezer i corpi di 44 barboncini morti da tempo. "Li volevo vicini", si è giustificata. Animali denutriti e condizioni igieniche indescrivibili