Il coltello cinese

| L'ultimo messaggio del capo dell'Interpol, il cinese Meng Hongwei alla moglie Grace è un emoticon che rappresenta un coltello. L'alto dirigente è "sotto indagine". Non avrebbe colpito i dissidenti. La famiglia, sotto tutela, è a Lione

+ Miei preferiti

L'Interpol ha ricevuto le dimissioni del suo presidente, il cinese Meng Hongwei, chiarendo così, in unaminima parte, il mistero della sua scomparsa. L’alto funzionario del governo cinese era partito in aereo dalla Francia il 28 settembre. Il governo di Xi, con una breve nota, ha fatto sapere che Hongwei, 64 anni, la cui famiglia è ancora a Lione, dove c’è il quartiere generale dell’Interpol, è “sotto indagine per corruzione”. Ma alla moglie, prima di essere fermato al suo rientro a Pechino, era riuscito a inviare un emoji che rappresentava un coltello. E le istruzioni: ”Aspetta la mia chiamata”, seguita però dal silenzio. Grace Meng ha incontrato i giornalisti dalla sua camera d'albergo a Lione, Francia.

L'Interpol ha ricevuto le dimissioni di Meng e che Kim Jong Yang della Corea del Sud, un vicepresidente che rappresenta l'Asia nel comitato esecutivo dell'Interpol, è stato nominato presidente in carica fino a quando l'assemblea generale dell'Interpol sceglie un presidente permanente il mese prossimo. La sezione disciplinare del Partito Comunista cinese ha poi rilasciato una dichiarazione in cui si afferma che Meng "è sotto inchiesta da parte della Commissione Nazionale di Supervisione per presunte violazioni delle leggi".

Grace Meng ha detto che il sequestro di suo marito è una questione che "riguarda la comunità internazionale". Ha aggiunto: "Anche se non riesco a vedere mio marito, noi siamo sempre uniti”. Interrogato sul messaggio di testo ricevuto da Grace Meng, il Ministero dell'Interno francese ha risposto che attraverso un portavoce non ha informazioni da condividere.

In una dichiarazione pubblicata su Twitter sabato, il segretario generale dell'Interpol, Jurgen Stock, aveva dichiarato: "L'Interpol ha chiesto alle autorità cinesi, attraverso i canali ufficiali di polizia, chiarimenti sullo status del presidente dell'Interpol Meng Hongwei. Il Segretariato generale dell'Interpol attende con ansia una risposta ufficiale delle autorità cinesi per rispondere alle preoccupazioni sul benessere del Presidente", ha continuato la dichiarazione.

Meng Hongwei, secondo l'agenzia di stampa statale cinese Xinhua, è stato il primo funzionario cinese a diventare presidente dell'Interpol. Non si trovava sul suolo francese quando è stato visto l'ultima volta, secondo un alto funzionario di polizia francese, che ha rifiutato di dire se si trovava in Cina. Era partito per la Cina, richiamato d’urgenza, la mattina del 28 settembre.

Grace Meng aveva denunciato la sua scomparsa alla polizia a Lione dopo 10 giorni di silenzio.

“La Francia sta esaminando la situazione del Presidente dell'Interpol e ci sono timori per le minacce che ha ricevuto sua moglie", ha aggiunto un portavoce del ministero degli Esteri. La procura di Lione ha aperto un’inchiesta. "L'Interpol è a conoscenza delle notizie riportate dai media in relazione alla presunta scomparsa del presidente dell'Interpol Meng Hongwei. Si tratta di una questione di competenza delle autorità competenti sia in Francia che in Cina", ha detto Interpol in una dichiarazione, rifiutando di commentare ulteriormente.

Meng, che è stato vice ministro cinese per la pubblica sicurezza ed ex capo dell'Interpol Cina, è stato eletto presidente dell'Interpol nel novembre 2016. Il South China Morning Post, un giornale di Hong Kong noto per i suoi collegamenti all'interno del governo cinese, ha detto che Meng è stato "portato via" al momento dell'atterraggio in Cina la scorsa settimana. Il giornale ha citato una fonte senza nome. La sparizione del Meng porta i segni distintivi di che cosa accade agli alti funzionari quando sono sospettati di violare le regole del partito, di solito presunta corruzione. Ma soprattutto potrebbe essere rimproverato a Meng di non avere colpito, nella sua posizione, i dissidenti cinesi che hanno provato rifugio oltre i confini della Cina. 

 
Asia
The Wolf of Wall Street sbanca la Malesia
The Wolf of Wall Street sbanca la Malesia
DiCaprio, Miranda Kerr, Lindsay Lohan e Paris Hilton hanno incassato milioni da Jho Low, che s'era impadronito di 4 miliardi di dollari di un fondo statale malese. Aveva prodotto il film sui soldi facili. Le star devono restituirli
Thailandia, principessa contro militari
Thailandia, principessa contro militari
Membro della famiglia reale si candida contro la lista che appoggia i miliari al governo. Sconcerto nella famiglia reale, ma i sondaggi la danno in ascesa
Tahilandia, rapito blogger vietnamita
Tahilandia, rapito blogger vietnamita
Agenti del regime comunista di Hanoi avrebbero sequestrato a Bangkhog il giornalista critico con il regime. Il rapimento in un centro commerciale. Timori per Truong Duy Nhat. Aveva chiesto asilo politico alla Tahilandia
Aerei spia, tensione Sud Corea-Giappone
Aerei spia, tensione Sud Corea-Giappone
Tornano le ombre dell'imperialismo giapponese dei tempi in cui la Corea fu occupata militarmente, dopo che un aereo ha sorvolato un cacciatorpediniere. Equilibrio geo-politico dell'area compromesso. Assist alla Cina
Cina, lo smog deprime e uccide
Cina, lo smog deprime e uccide
Un milione di morti per l'inquinamento atmosferico e gli abitanti delle grandi metropoli cadono in depressione per colpa dei fumi prodotti dal traffico e dal riscaldamento. Uno studio OMS
Uccise giornalista, ergastolo per il guru
Uccise giornalista, ergastolo per il guru
Tensione in India per la condanna del santone della setta Dera Sacha Sauda. Avrebbe ucciso un reporter che aveva scoperto omicidi e violenze. In Nel altro guru sotto accusa.
Cina, l'esercito più potente del mondo
Cina, l
L'incredibile sviluppo tecnologico di Esercito, Marina e Aviazione cinese in pochi anni sposta gli equilibri geo-politici in Asia. Un rapporto Usa denuncia il pericolo di un conflitto per conquistare Taiwan, baluardo occidentale in Asia
Caso Huawei, canadese condannato a morte dai cinesi
Caso Huawei, canadese condannato a morte dai cinesi
Sa di ritorsione la pena capitale che ha colpito un canadese condannato tempo fa a 15 anni per traffico di droga. Altri due canadesi arrestati dopo il fermo della manager Meng Wanzhou
Huawei, in Polonia manager spia
Huawei, in Polonia manager spia
Arrestato dagli 007 polacchi il direttore delle vendite degli apparecchi cinesi. E' un capitolo della "guerra degli smartphone" in atto tra Usa e Cina dopo l'arresto in Canada di Meng Wanzhou, figlia del fondatore della società
Allarme Usa, non usare le chat cinesi
Allarme Usa, non usare le chat cinesi
Avvertimento delle autorità universitarie Usa a studenti e professori in viaggio nel paese asiatico. Si temono ritorsioni dopo l'arresto in Canada della supermanager Meg di Huawei. Già bloccati due canadesi e un americano in Russia