Il coltello cinese

| L'ultimo messaggio del capo dell'Interpol, il cinese Meng Hongwei alla moglie Grace è un emoticon che rappresenta un coltello. L'alto dirigente è "sotto indagine". Non avrebbe colpito i dissidenti. La famiglia, sotto tutela, è a Lione

+ Miei preferiti

L'Interpol ha ricevuto le dimissioni del suo presidente, il cinese Meng Hongwei, chiarendo così, in unaminima parte, il mistero della sua scomparsa. L’alto funzionario del governo cinese era partito in aereo dalla Francia il 28 settembre. Il governo di Xi, con una breve nota, ha fatto sapere che Hongwei, 64 anni, la cui famiglia è ancora a Lione, dove c’è il quartiere generale dell’Interpol, è “sotto indagine per corruzione”. Ma alla moglie, prima di essere fermato al suo rientro a Pechino, era riuscito a inviare un emoji che rappresentava un coltello. E le istruzioni: ”Aspetta la mia chiamata”, seguita però dal silenzio. Grace Meng ha incontrato i giornalisti dalla sua camera d'albergo a Lione, Francia.

L'Interpol ha ricevuto le dimissioni di Meng e che Kim Jong Yang della Corea del Sud, un vicepresidente che rappresenta l'Asia nel comitato esecutivo dell'Interpol, è stato nominato presidente in carica fino a quando l'assemblea generale dell'Interpol sceglie un presidente permanente il mese prossimo. La sezione disciplinare del Partito Comunista cinese ha poi rilasciato una dichiarazione in cui si afferma che Meng "è sotto inchiesta da parte della Commissione Nazionale di Supervisione per presunte violazioni delle leggi".

Grace Meng ha detto che il sequestro di suo marito è una questione che "riguarda la comunità internazionale". Ha aggiunto: "Anche se non riesco a vedere mio marito, noi siamo sempre uniti”. Interrogato sul messaggio di testo ricevuto da Grace Meng, il Ministero dell'Interno francese ha risposto che attraverso un portavoce non ha informazioni da condividere.

In una dichiarazione pubblicata su Twitter sabato, il segretario generale dell'Interpol, Jurgen Stock, aveva dichiarato: "L'Interpol ha chiesto alle autorità cinesi, attraverso i canali ufficiali di polizia, chiarimenti sullo status del presidente dell'Interpol Meng Hongwei. Il Segretariato generale dell'Interpol attende con ansia una risposta ufficiale delle autorità cinesi per rispondere alle preoccupazioni sul benessere del Presidente", ha continuato la dichiarazione.

Meng Hongwei, secondo l'agenzia di stampa statale cinese Xinhua, è stato il primo funzionario cinese a diventare presidente dell'Interpol. Non si trovava sul suolo francese quando è stato visto l'ultima volta, secondo un alto funzionario di polizia francese, che ha rifiutato di dire se si trovava in Cina. Era partito per la Cina, richiamato d’urgenza, la mattina del 28 settembre.

Grace Meng aveva denunciato la sua scomparsa alla polizia a Lione dopo 10 giorni di silenzio.

“La Francia sta esaminando la situazione del Presidente dell'Interpol e ci sono timori per le minacce che ha ricevuto sua moglie", ha aggiunto un portavoce del ministero degli Esteri. La procura di Lione ha aperto un’inchiesta. "L'Interpol è a conoscenza delle notizie riportate dai media in relazione alla presunta scomparsa del presidente dell'Interpol Meng Hongwei. Si tratta di una questione di competenza delle autorità competenti sia in Francia che in Cina", ha detto Interpol in una dichiarazione, rifiutando di commentare ulteriormente.

Meng, che è stato vice ministro cinese per la pubblica sicurezza ed ex capo dell'Interpol Cina, è stato eletto presidente dell'Interpol nel novembre 2016. Il South China Morning Post, un giornale di Hong Kong noto per i suoi collegamenti all'interno del governo cinese, ha detto che Meng è stato "portato via" al momento dell'atterraggio in Cina la scorsa settimana. Il giornale ha citato una fonte senza nome. La sparizione del Meng porta i segni distintivi di che cosa accade agli alti funzionari quando sono sospettati di violare le regole del partito, di solito presunta corruzione. Ma soprattutto potrebbe essere rimproverato a Meng di non avere colpito, nella sua posizione, i dissidenti cinesi che hanno provato rifugio oltre i confini della Cina. 

 
Asia
Caso Huawei, la vendetta cinese
Caso Huawei, la vendetta cinese
Arrestati dal 10 dicembre due cittadini canadesi che lavorano in Cina, con accuse non ancora chiare. Probabile ritorsione dopo l'arresto della top manager Huawei arrestata in Canada per i suoi contatti con l'Iran
Lady Huawei libera su cauzione
Lady Huawei libera su cauzione
La Cina aveva convocato l'ambasciatore Usa per protestare contro l'arresto della manager, accusata di avere ceduto tecnologie agli iraniani. Cauzione da 7 milioni 500 mila dollari. Non può lasciare il Canada
Kim beffa Trump, nuova base missilistica
Kim beffa Trump, nuova base missilistica
I media Usa pubblicato le foto di una base missilistica in grado di ospitare i missili a largo raggio. Il Pentagono non conferma né smentisce
Soldato di Kim diserta e fugge al Sud
Soldato di Kim diserta e fugge al Sud
E' accaduto al confine con la Nord Corea. Il militare sarà interrogato dagli ufficiali dell'Esercito del Sud
Il Sol Levante schiera gli F-35 invisibili
per bloccare l'espansione cinese
Il Sol Levante schiera gli F-35 invisibili<br>per bloccare l
Il Giappone acquista dagli Usa 100 F-35 nella versione adatta alle portaerei. Pronta la trasformazione di alcuni cacciatorpedinieri. Un severo monito alle mire espansionistiche della Cina. Commessa da 200 miliardi di dollari
Cina, arrestato il reporter Lu Guang
Cina, arrestato il reporter Lu Guang
E' uno dei più noti fotografi cinesi e vive negli Stati Un iti da tempo. E' stato fermato nel Xinijang, stava facendo un reportage sull'inquinamento. L'intervento del governo Usa
Hanno tentato per 26 volte di salvare l'aereo
Hanno tentato per 26 volte di salvare l
L'analisi della scatola nera del volo 610 ha ricostruito gli ultimi muniti prima dello schianto nel Mare di Giava, con 189 morti. Un guasto nel software ha impedito ai piloti di modificare la rotta. Interrogativi ancora irrisolti
Il corpo del missionario Usa non si trova
Il corpo del missionario Usa non si trova
John Allen Chau, 26 anni, voleva convertire gli indigeni ma è stato trafitto dalle frecce. Le autorità impegnate nel recupero del corpo, forse sepolto nella giungla
Giappone, la terra dei giovani suicidi
Giappone, la terra dei giovani suicidi
Dati sconcertanti raccontano di un aumento esponenziale di giovanissimi che scelgono di togliersi la vita. Il governo ha promesso di diminuirli della metà entro pochi anni
Lion Air, recuperata la scatola nera
Lion Air, recuperata la scatola nera
Il relitto dell'aereo precipitato in mare è stato raggiunto senza difficoltà dai sommozzatori. L'analisi dei file consentirà di chiare le cause di un incidente costato 188 morti, tra cui l'italiano Andrea Manfredi