Il corpo del missionario Usa non si trova

| John Allen Chau, 26 anni, voleva convertire gli indigeni ma è stato trafitto dalle frecce. Le autorità impegnate nel recupero del corpo, forse sepolto nella giungla

+ Miei preferiti

Le autorità indiane, con mille dubbi, si sono decise a tentare di recuperare il corpo del missionario Usa ucciso dalla tribù dell'isola delle Andamane, la North Sentinel, nel Golfo del Bengala. John Allen Chau, 26 anni, consapevole del pericolo a cui andava incontro, voleva portare la “parola di Gesù” in quelle terre isolate dal mondo e protette dalla legge indiana. Ma, appena sbarcato grazie all’aiuto di alcuni pescatori, è stato trafitto e ucciso da una pioggia di frecce. Il progetto di convertire i residenti dell'isola al cristianesimo è finita in una tragedia annunciata. I Sentinelesi respingono da decenni gli estranei, anche uccidendoli, come è accaduto recentemente a due bracconieri. Le autorità indiane, insieme ai pescatori che la settimana scorsa hanno riferito di aver visto il corpo di Chau, si sono avvicinati all'isola per cercare di capire come recuperare il cadavere, che sarebbe stato in parte bruciato. ”Abbiamo mappato la zona con l'aiuto dei pescatori. Non abbiamo ancora individuato il corpo, ma conosciamo all'incirca la zona dove si ritiene sia stato sepolto", ha detto Dependra Pathak, un alto funzionario di polizia delle Isole Andamane e Nicobar.

Pathak ha riferito che il gruppo ha avvistato diversi membri della tribù con archi e frecce nella zona dove i pescatori hanno riferito di aver visto il corpo di Chau, trascinato e quindi sepolto. "La missione è stata fatta a distanza per evitare qualsiasi potenziale conflitto con le tribù, poiché si tratta di una zona sensibile. Stiamo discutendo con antropologi e psicologi su come poter agire. Ci sono anche degli aspetti legali che dobbiamo tenere a mente durante ll'operazione: stiamo studiando il caso del 2006 in cui sono stati uccisi due pescatori locali. I corpi allora sono stati recuperati”.

I Sentinelesi hanno vissuto in completo isolamento sulla remota isola per decine di migliaia di anni. L'isola, che fa parte del territorio indiano delle Isole Andamane e Nicobar, è grande più o meno quanto Manhattan. L'India ha protetto l'isola per decenni per impedire ai Sentinelesi di contrarre malattie. La legge indiana non permette a nessuno di raggiungere l'isola entro le cinque miglia nautiche e la Marina indiana pattuglia la zona giorno e notte.

E mentre i suoi abitanti non hanno contatti con il mondo esterno, non sono troppo lontani da altre civiltà. L'isola si trova a soli 50 chilometri ad ovest di Port Blair, la capitale del territorio, nota ai turisti per le sue splendide spiagge color smeraldo, la storia e gli sport acquatici. Almeno 15 sentinellesi potrebbero vivere sull'isola, secondo le stime del censimento indiano del 2011. Chau, con un visto turistico, era arrivato alle Isole Andamane e Nicobar in ottobre con una missione: predicare ai Sentinelese. Sperava di condividere con gli indigeni il Vangelo. Aveva pianificato la spedizione e raccontato su un diario i passi che avrebbe fatto per raggiungere l'isola e, più tardi, alcuni dei suoi ricordi. Dopo aver pagato ai pescatori circa 350 dollari, ha riferito la polizia, il gruppo si è imbarcato su un motopeschereccio e la notte del 15 novembre si è diretto verso l'isola. Chau, poco dopo l’alba, a bordo di una canoa, ha raggiunto la costa. Era stato quasi subito a bordoferito dalle frecce, ma il giorno seguente era ritornato sull’isola. A questo punto è stato ferito mortalmente. I pescatori hanno visto gli indigeni trascinare il suo corpo verso la foresta, ma i resti non sono ancora stati ritrovati.

Asia
Cina, lo smog deprime e uccide
Cina, lo smog deprime e uccide
Un milione di morti per l'inquinamento atmosferico e gli abitanti delle grandi metropoli cadono in depressione per colpa dei fumi prodotti dal traffico e dal riscaldamento. Uno studio OMS
Uccise giornalista, ergastolo per il guru
Uccise giornalista, ergastolo per il guru
Tensione in India per la condanna del santone della setta Dera Sacha Sauda. Avrebbe ucciso un reporter che aveva scoperto omicidi e violenze. In Nel altro guru sotto accusa.
Cina, l'esercito più potente del mondo
Cina, l
L'incredibile sviluppo tecnologico di Esercito, Marina e Aviazione cinese in pochi anni sposta gli equilibri geo-politici in Asia. Un rapporto Usa denuncia il pericolo di un conflitto per conquistare Taiwan, baluardo occidentale in Asia
Caso Huawei, canadese condannato a morte dai cinesi
Caso Huawei, canadese condannato a morte dai cinesi
Sa di ritorsione la pena capitale che ha colpito un canadese condannato tempo fa a 15 anni per traffico di droga. Altri due canadesi arrestati dopo il fermo della manager Meng Wanzhou
Huawei, in Polonia manager spia
Huawei, in Polonia manager spia
Arrestato dagli 007 polacchi il direttore delle vendite degli apparecchi cinesi. E' un capitolo della "guerra degli smartphone" in atto tra Usa e Cina dopo l'arresto in Canada di Meng Wanzhou, figlia del fondatore della società
Allarme Usa, non usare le chat cinesi
Allarme Usa, non usare le chat cinesi
Avvertimento delle autorità universitarie Usa a studenti e professori in viaggio nel paese asiatico. Si temono ritorsioni dopo l'arresto in Canada della supermanager Meg di Huawei. Già bloccati due canadesi e un americano in Russia
La modella e il sultano
La modella e il sultano
Muhammad V di Kelantan ha abdicato per dedicarsi anima, e soprattutto corpo, a Oksana Voevodina, ex Miss Russia diventata sua moglie dopo un matrimonio (quasi) segreto
Lui resta in Italia, familiari nei guai
Lui resta in Italia, familiari nei guai
L'ex ambasciatore nordcoreano Jong Song-gil è sotto protezione in Italia dopo la richiesta di asilo politico. Con lui moglie e 3 figli. Ma nelle mani di Kim restano gli altri familiari, un clan potente e rispettato
Tokyo, lancia auto contro passanti: 8 feriti
Tokyo, lancia auto contro passanti: 8 feriti
Gesto volontario di un giovane subito arrestato dalla polizia. Ignoti i motivi del gesto. Indaga anche l'Anti-terrorismo. Ferite otto persone che stavano festeggiando il Capodanno
Nagi, dove ti pagano per avere bambini
Nagi, dove ti pagano per avere bambini
La piccola comunità giapponese vicino a Nagaoka paga le famiglie che vogliono avere bambini e concede altri aiuti. Raddoppiato il tasso di natalità rispetto alla media del Giappone, in preda ad una grave crisi demografica.