La Corea: via quella bandiera imperialista

| Invito rivolto al Giappone di ammainare la bandiera con il Sol Levante "simbolo dei crimini di guerra" dalle navi della marina militare di Tokyo in una esercitazione. Replica: "Ritiriamo le navi, orgogliosi del vessillo"

+ Miei preferiti

Il Giappone ha ritirato le sue navi militari da un’esercitazione internazionale dopo aver respinto la richiesta della Corea di ritirare la storica bandiera che rappresentano il sole nascente da cui partono 16 raggi, considerata simbolo del militarismo giapponese e del dominio coloniale.

 La Corea del Sud - la nazione ospitante - aveva chiesto a tutti i 14 paesi che inviano le navi per l'evento di cinque giorni, che inizia il Giovedi in una base navale sull'isola di Jeju, di assicurarsi di esporre solo le loro bandiere nazionali e la bandiera della Corea del Sud.

La regola - in effetti una richiesta per il Giappone di rimuovere la bandiera del “kyokujitsuki” da un cacciatorpediniere per partecipare all'esercizio - era stata introdotta in mezzo di dispute bilaterali sul sequestro, durante la guerra mondiale, di centinaia di donne coreane “schiave del sesso” per i soldati dell’esercito imperiale e per una contesa mai risolta sul dominio di un gruppo di isolotti chiamati Takeshima in Giappone e Dokdo in Corea del Sud. La Corea del Sud ha espresso la sua posizione secondo cui “il governo giapponese dovrebbe considerare pienamente la connotazione emotiva che provoca nell’opinione pubblica del Paese la bandiera del sol levante per il nostro popolo che mantiene il ricordo degli orrori subiti", ha detto il ministro degli esteri, Kang Kyung-wha.

Ma il Giappone, le cui forze di autodifesa marittima (SDF) sono state autorizzate a battere la bandiera durante analoghe esercitazioni nel 1998 e 2008, ha orgogliosamente precisato di non avere altra scelta che ritirarsi.

"Quando si tratta di navi da guerra, le leggi e i regolamenti nazionali stabiliscono che deve essere issata a poppa” - ha detto il ministro della difesa, Takeshi Iwaya - Purtroppo, abbiamo deciso che non abbiamo altra scelta se non quella di annullare la nostra partecipazione".

La bandiera, utilizzata dalla marina imperiale giapponese nelle campagne in Asia e nel Pacifico prima e durante la seconda guerra mondiale rappresenta un sole rosso e 16 raggi che si estendono verso l'esterno, riadottata dalla SDF nel 1954. "I membri delle forze di autodifesa sono orgogliosi del vessillo, e non intendiamo ammainarlo".

Asia
Caso Huawei, la vendetta cinese
Caso Huawei, la vendetta cinese
Arrestati dal 10 dicembre due cittadini canadesi che lavorano in Cina, con accuse non ancora chiare. Probabile ritorsione dopo l'arresto della top manager Huawei arrestata in Canada per i suoi contatti con l'Iran
Lady Huawei libera su cauzione
Lady Huawei libera su cauzione
La Cina aveva convocato l'ambasciatore Usa per protestare contro l'arresto della manager, accusata di avere ceduto tecnologie agli iraniani. Cauzione da 7 milioni 500 mila dollari. Non può lasciare il Canada
Kim beffa Trump, nuova base missilistica
Kim beffa Trump, nuova base missilistica
I media Usa pubblicato le foto di una base missilistica in grado di ospitare i missili a largo raggio. Il Pentagono non conferma né smentisce
Soldato di Kim diserta e fugge al Sud
Soldato di Kim diserta e fugge al Sud
E' accaduto al confine con la Nord Corea. Il militare sarà interrogato dagli ufficiali dell'Esercito del Sud
Il Sol Levante schiera gli F-35 invisibili
per bloccare l'espansione cinese
Il Sol Levante schiera gli F-35 invisibili<br>per bloccare l
Il Giappone acquista dagli Usa 100 F-35 nella versione adatta alle portaerei. Pronta la trasformazione di alcuni cacciatorpedinieri. Un severo monito alle mire espansionistiche della Cina. Commessa da 200 miliardi di dollari
Cina, arrestato il reporter Lu Guang
Cina, arrestato il reporter Lu Guang
E' uno dei più noti fotografi cinesi e vive negli Stati Un iti da tempo. E' stato fermato nel Xinijang, stava facendo un reportage sull'inquinamento. L'intervento del governo Usa
Hanno tentato per 26 volte di salvare l'aereo
Hanno tentato per 26 volte di salvare l
L'analisi della scatola nera del volo 610 ha ricostruito gli ultimi muniti prima dello schianto nel Mare di Giava, con 189 morti. Un guasto nel software ha impedito ai piloti di modificare la rotta. Interrogativi ancora irrisolti
Il corpo del missionario Usa non si trova
Il corpo del missionario Usa non si trova
John Allen Chau, 26 anni, voleva convertire gli indigeni ma è stato trafitto dalle frecce. Le autorità impegnate nel recupero del corpo, forse sepolto nella giungla
Giappone, la terra dei giovani suicidi
Giappone, la terra dei giovani suicidi
Dati sconcertanti raccontano di un aumento esponenziale di giovanissimi che scelgono di togliersi la vita. Il governo ha promesso di diminuirli della metà entro pochi anni
Lion Air, recuperata la scatola nera
Lion Air, recuperata la scatola nera
Il relitto dell'aereo precipitato in mare è stato raggiunto senza difficoltà dai sommozzatori. L'analisi dei file consentirà di chiare le cause di un incidente costato 188 morti, tra cui l'italiano Andrea Manfredi