Francoforte, dove l'auto cambia pelle

| Energie alternative, connessioni in rete, tempi di ricarica e di percorrenza: il baricentro dell'automobile sta mutando velocemente, ed il salone tedesco ne è la prova tangibile

+ Miei preferiti
Di Davide Cucinotta

L'auto si sta trasformando, in modo evidente e strategicamente scaltro. Inutile insistere con i mulini a vento rappresentati dai carburanti tradizionali perché quelli, finisca o meno il petrolio, ormai il pianeta li guarda di traverso. E allora, dice il saggio, l'unica tecnica di sopravvivenza, in questo preciso periodo, prende magari nomi diversi (elettricità, ibrido, idrogeno) ma un solo obiettivo: cambiare pelle per continuare a rappresentare il sistema di mobilità prediletto dal genere umano.

Il salone di Francoforte è un po' tutto questo, al punto da far slittare a ruolo di comprimarie le oltre 300 anteprime, spesso davvero ghiotte, per lasciare spazio alle visioni dell'auto che verrà: sempre più connessa, ecologicamente rispettosa e, se proprio non è disturbo, che abbia almeno le forme di un suv, uno dei pochi segmenti su cui splende ancora il sole.

Concetti cardine che nessuno ha nascosto, partendo proprio da Volkswagen, che ha annunciato investimenti record sulla mobilità elettrica, sognando (o forse svelando) ad occhi aperti di immaginare i 300 modelli del gruppo in una versione elettrificata. Pronta a rilanciare Mercedes, che si dice al lavoro per mandare in pensione qualsiasi altro tipo di carburante da qui al 2015, e lasciare spazio solo all'elettrico. E poi tutti gli altri, a cascata, con prototipi e progetti di auto sempre più innamorate della natura.

E poi, come in ogni salone che si rispetti, chi c'è fa rumore, ma chi non c'è ne fa ancora di più. Se all'appello non manca nessuno dei marchi tedeschi, fa un po' effetto non leggere le tre lettere "FCA", rappresentate idealmente solo dai pezzi pregiati della collezione torinese, Ferrari e Maserati.

Nessuna traccia dei francesi di PSA, Peugeot e Citroën, che hanno scelto di mandare solo "DS", l'elegantona di famiglia, e neanche dei giapponesi Nissan, restii perfino a concedere la gita tedesca al premium brand Infiniti. Assenza quasi giustificata per Volvo, che da tempo ha scelto di concentrare le forze sull'appuntamento di Ginevra, e appena meno chiara per Tesla, che proprio in Germania sta vivendo un periodo di grande apprezzamento.

Biografie - anniversari
La notte che si è portata via River Phoenix
La notte che si è portata via River Phoenix
Venticinque anni fa se ne andava uno dei più promettenti talenti di Hollywood. Samantha Mathis, la sua fidanzata di allora, racconta gli ultimi anni del ragazzo che odiava la celebrità
Jack Kerouac, per sempre sulla strada
Jack Kerouac, per sempre sulla strada
Se ne andava 49 anni fa lo scrittore che ha tolto ogni alibi all’insoddisfazione dei giovani, dando il via alla Beat Generation. Un anticonformista di talento, che aveva scelto la strada per raccontare un’America poco presentabile
Addio a Dennis Hof, il re dei bordelli del Nevada
Addio a Dennis Hof, il re dei bordelli del Nevada
Esagerato, sbruffone, simpatico, aveva costruito un impero sul sesso e sognava la carriera politica. Aveva iniziato dal basso, finendo per parlare del suo mestiere strano perfino nelle università di mezzo mondo
Elon Musk, il genio ribelle
Elon Musk, il genio ribelle
Vulcanico, assetato di vita, geniale, ma anche sfrontato, ironico, pasticcione. Ritratto del fondatore di idee come Tesla e SpaceX, lanciate verso un futuro che ogni tanto vede solo lui
29 settembre, seduto in quel caffè...
29 settembre, seduto in quel caffè...
La leggenda di “29 Settembre”, uno dei brani più celebri della coppia Mogol-Battisti, portato al successo dall’Equipe 84
11 SETTEMBRE, PER SEMPRE
11 SETTEMBRE, PER SEMPRE
Diciassette anni dopo, l’area dove sorgevano le Twin Tower è un giardino pulito, ordinato e circondato di grattacieli nuovissimi. Sottoterra, un museo raccoglie cimeli e testimonianze di quel giorno
11 settembre 2001, la timeline di una tragedia
11 settembre 2001, la timeline di una tragedia
Minuto per minuto, la sequenza del peggior attentato della storia: dall’imbarco dei dirottatori al crollo delle due torri gemelle del World Trade Center
Morto McCain, il senatore eroe
del Vietnam
Morto McCain, il senatore eroe<br>del Vietnam
Stroncato da un tumore a 82 anni, ritratto di un uomo onesto e libero. Disse di non volere Trump al suo funerale, aveva messo in dubbio il valore del suo passato militare
Addio a Kofi Annan
Addio a Kofi Annan
Dal 1997 al 2006 ha guidato le Nazioni Unite come segretario generale: durante i suoi due mandati tanti i fatti internazionali con cui ha dovuto fare i conti
I 40 anni di Louise Brown, la prima bimba in provetta
I 40 anni di Louise Brown, la prima bimba in provetta
Compleanno tondo per la protagonista di un caso che alla fine degli anni Settanta ha diviso in due il mondo intero. Oggi è la madre di due bambini nati in modo naturale, ma sulla sua vicenda ha scritto un libro