I segreti di una scoperta eccezionale Lamborghini Aventador S Roadster

| 350 km/h, quattro ruote motrici con le posteriori sterzanti: la roadster più estrema ha tutti i numeri che contano per entrare nel cassetto dei sogni del pianeta

+ Miei preferiti
Di Davide Cucinotta

A scoprirsi sono capaci tutti, o quasi, ma togliere il tetto e strappare il titolo di roadster più veloce del globo è roba per pochi, pochissimi. Ci è riuscita Lamborghini, che sotto le luci di Francoforte porta il risultato di cotanto lavoro ingegneristico: la Aventador S Roadster, ovvero la variante spider della coupé che ha debuttato un anno fa, a sua volta parente stretta della Aventador uscita nel 2011.

Da qui in poi, arriva quello che conta: il cuore è un 6,5 litri V12 aspirato da 740 CV in posizione centrale posteriore capace di spingere fino a 350 km/h orari, coprendo la leggendaria distanza 0-100 in tre secondi netti. Realizzata dando fondo a un'aerodinamica sofisticata e una tecnologia di prim'ordine, la nuova scoperta di Sant'Agata Bolognese vanta sospensioni attive, sistema infotelematico compatibile con Apple Car Play, quattro ruote motrici, cambio automatico a sette rapporti ISR, freni carboceramici e ruote posteriore sterzanti, capaci di ottimizzare l'efficacia del proprio lavoro in base alla velocità. Quattro le modalità di guida: Strada, Sport, Corsa ed Ego, l'ultima, quella che lascia libero spazio a fantasia e voglia di esagerare, con impostazioni di sterzo, assetto, trasmissione e taratura del motore.

Chicca finale per il tettuccio in fibra di carbonio diviso in due elementi facilmente removibili. Infinito l'elenco di colori, finiture e materiali offerto dal pacchetto "Ad Personam", creato da Lamborghini per anticipare ogni possibile sogno, capriccio e desiderio.

Inutile affrettarsi: per averla bisogna attendere il febbraio del prossimo anno. Tempo sufficiente per mettere da parte i 314 mila euro (tasse escluse) che chiedono poco prima di consegnare le chiavi.

Biografie - anniversari
La notte che si è portata via River Phoenix
La notte che si è portata via River Phoenix
Venticinque anni fa se ne andava uno dei più promettenti talenti di Hollywood. Samantha Mathis, la sua fidanzata di allora, racconta gli ultimi anni del ragazzo che odiava la celebrità
Jack Kerouac, per sempre sulla strada
Jack Kerouac, per sempre sulla strada
Se ne andava 49 anni fa lo scrittore che ha tolto ogni alibi all’insoddisfazione dei giovani, dando il via alla Beat Generation. Un anticonformista di talento, che aveva scelto la strada per raccontare un’America poco presentabile
Addio a Dennis Hof, il re dei bordelli del Nevada
Addio a Dennis Hof, il re dei bordelli del Nevada
Esagerato, sbruffone, simpatico, aveva costruito un impero sul sesso e sognava la carriera politica. Aveva iniziato dal basso, finendo per parlare del suo mestiere strano perfino nelle università di mezzo mondo
Elon Musk, il genio ribelle
Elon Musk, il genio ribelle
Vulcanico, assetato di vita, geniale, ma anche sfrontato, ironico, pasticcione. Ritratto del fondatore di idee come Tesla e SpaceX, lanciate verso un futuro che ogni tanto vede solo lui
29 settembre, seduto in quel caffè...
29 settembre, seduto in quel caffè...
La leggenda di “29 Settembre”, uno dei brani più celebri della coppia Mogol-Battisti, portato al successo dall’Equipe 84
11 SETTEMBRE, PER SEMPRE
11 SETTEMBRE, PER SEMPRE
Diciassette anni dopo, l’area dove sorgevano le Twin Tower è un giardino pulito, ordinato e circondato di grattacieli nuovissimi. Sottoterra, un museo raccoglie cimeli e testimonianze di quel giorno
11 settembre 2001, la timeline di una tragedia
11 settembre 2001, la timeline di una tragedia
Minuto per minuto, la sequenza del peggior attentato della storia: dall’imbarco dei dirottatori al crollo delle due torri gemelle del World Trade Center
Morto McCain, il senatore eroe
del Vietnam
Morto McCain, il senatore eroe<br>del Vietnam
Stroncato da un tumore a 82 anni, ritratto di un uomo onesto e libero. Disse di non volere Trump al suo funerale, aveva messo in dubbio il valore del suo passato militare
Addio a Kofi Annan
Addio a Kofi Annan
Dal 1997 al 2006 ha guidato le Nazioni Unite come segretario generale: durante i suoi due mandati tanti i fatti internazionali con cui ha dovuto fare i conti
I 40 anni di Louise Brown, la prima bimba in provetta
I 40 anni di Louise Brown, la prima bimba in provetta
Compleanno tondo per la protagonista di un caso che alla fine degli anni Settanta ha diviso in due il mondo intero. Oggi è la madre di due bambini nati in modo naturale, ma sulla sua vicenda ha scritto un libro