"Shape of Water" il bene anche dalla palude

| Il regista-attore Usa Benicio Del Toro presenta "Shape of Water", un film inquietante su una misteriosa creatura nata in una laguna. Ma il tema è la paura degli estranei, un fenomeno di ogni tempo. L'intervista a The Wrap.com

+ Miei preferiti
Per parlare di mostri, hai bisogno di mostri ". Sono state alcune delle parole di apertura del regista Guillermo del Toro dopo la proiezione di TheWrap del suo film "The Shape of Water" venerdì. The Shape of Water è un racconto romantico che sembra facile da amare e capire, poco più di una fiaba. Ma del Toro, con 13 nomination per l'Oscar, spiega se è vero che è ambientato nel 1962, in realtà si rivolege agli uomini del nostro tempo. "Shape of water" è una parabola che analizza la paura degli estranei e al nostro essere divisi sulla conoscenza e sulle idee che nel 1962, a proposito di conoscenza del diverso, erano in allora  come lo sono oggi. "
"Penso che ora siamo in un momento molto pericoloso. Abbiamo sacrificato e sostituito l' intelligenza al cinismo. Abbiamo incredibilmente paura di essere emotivi ", ha detto Del Toro a Steve Pond di TheWrap. "Non siamo mai stati così vicini e così lontani. E ci vengono continuamente ripetute le molte ragioni per cui l'"altro" è da biasimare ". Il mostro in questione in "The Shape of Water" è una misteriosa creatura marina che emerge direttamente dalla laguna nera. Come la creatura anfibio dimostra la sua intelligenza, lui e una donna muta di nome Eliza (Sally Hawkins) lentamente finiscono per amarsi a vicenda. Del Toro spiega che il suo film è pieno di "altri", quelle persone senza nome che sono spesso perseguitate oggi e che erano certamente ai margini della società nel 1962 ma anche oggi.
Oltre al personaggio muto di Hawkins, c' è un uomo gay anziano e artista in difficoltà interpretato da Richard Jenkins, uno scienziato interpretato da Michael Stuhlbarg la cui fame di conoscenza è ignorata, e Octavia Spencer come una donna che cerca di trovare il suo ruolo a casa e al lavoro. Insieme, queste persone proiettano i loro bisogni e i loro desideri su questa creatura e lottano per salvarlo, solo perché il mostro si riveli come un messia e li salvi alla fine. Per circa due terzi del film, la creatura è invisibile e  tutti pensano, anche con timore, come dovrebbe essere, "e poi si definisce nell' ultima parte del film ", ha detto il Toro. Egli è "l' altro" come si fa, ed è salvato dagli altri, dall' invisibile, dal silenzioso, dall' anonimo, che si unisce per salvarlo ".
In definitiva,"The Shape of Water" è un film sui rapporti per gli altri e con gli altri. Del Toro ha spiegato perché, in un mondo in cui il discorso si perde dopo pochi tweet online, un film horror e una fiaba ambientata nell' era della Guerra Fredda è stato il modo migliore per trasmettere un messaggio molto attuale per i contemporanei. Ognuno si sta spostando in periferia, ci sono auto a tema jet, famiglia nucleare, c' è una TV in ogni camera da letto. C' è la sensazione che apparteniamo alla promessa del futuro. La realtà è che se si scava un po', ci si rende conto che è un momento incredibilmente divisivo. Se si trattasse del genere sbagliato, della preferenza sessuale sbagliata o dello standard economico sbagliato, ci si sarebbe trovati in difficoltà. Se si approfondisce un po', si scopre che, ed è un modo perfetto per parlare ora ".
Il 2017 è stato un anno importante per i film di genere. Il film horror "Get Out" è stato anche nominato per Best Picture, e altre gemme del genere come "The Babadook","It Follows" stanno cercando di trasmettere un messaggio, uno qualsiasi, al pubblico.. "The Shape of Water" sembra sottolineare il felice momento attuale dell' orrore nella cultura pop. Ma il del Toro ha detto che ora più che mai è importante che guardiamo ai mitisti e narratori per affrontare questi grandi problemi attraverso le favole e la parabola. "Forse troppo tardi non riusciamo a superare questa situazione come specie ", ha detto a TheWrap. Può essere troppo tardi, e negli ultimi secondi della nostra esistenza come specie su questo pianeta, ci renderemo conto che forse non c' era nessun altro. Eravamo e siamo soli nell'universo.
Galleria fotografica
"Shape of Water" il bene anche dalla palude - immagine 1
Cinema
Tarantino e Manson, immagini sovrapposte
Tarantino e Manson, immagini sovrapposte
Il regista alle prese con la strage di Bel Air. Le prime indiscrezioni sul copione rivelano un forte imprinting ideologico, con un cast di attori semplicemente eccezionale. Mancherà Burt Reynolds, scomparso a settembre
Verne Troyer si è suicidato
Verne Troyer si è suicidato
L'attore, morto il 21 aprile dopo una cura di disintossicazione, fu stroncato da un'overdose di psicofarmaci e alcol. Il commosso ricordo di colleghi e artisti Usa. Aveva recitato in "Austin Powers" e nella saga di Harry Potter
Johnny English: la spia che si incasinava
Johnny English: la spia che si incasinava
Nel terzo capitolo del “franchise” costola del successo planetario di Mr. Bean, Rowan Aktinson torna nei panni dell’improbabile agente segreto. E questa volta deve combattere con il progresso
L'addio di Capitan America
L
Chris Evans, l’attore che dal 2011 interpreta il supereroe a stelle e strisce, ha dichiarato sui social che il contratto con la Marvel è scaduto e la sua avventura nei panni di “Cap” si chiude con “Avengers 4”
La responsabilità di dover decidere
La responsabilità di dover decidere
Arriva nelle sale “The Children Act - il verdetto”, la vicenda di un giudice inglese chiamato a emettere una sentenza sulla vita o la morte di un adolescente. Lo interpreta Emma Thompson, affiancata da un cast altrettanto intenso
È rinata una stella
È rinata una stella
A star is born, a Venezia accompagnato da un diluvio di applausi, è il quarto remake di una delle più celebri pellicole di Hollywood. Rispolverata da Bradley Cooper per il debutto come regista, ha come protagonista un’intensa Lady Gaga
Fukunaga dirige 007, la prima nel 2020
Fukunaga dirige 007, la prima nel 2020
E Daniel Craig sarà ancora, per l'ultima volta, 007. Il regista di "True Detective" è uno specialista di effetti speciali e di riprese innovative. Gli auguri del cast
Sulla mia pelle, sulla nostra pelle
Sulla mia pelle, sulla nostra pelle
La redazione di Ism ha visto il film dedicato alla tragica morte di Stefano Cucchi. Una ricostruzione sobria e severa. Il ruolo della sorella Ilaria e della famiglia. E dei carabinieri che hanno detto la verità
Gli Incredibili 2, altri affari di famiglia
Gli Incredibili 2, altri affari di famiglia
A 14 anni dalla prima pellicola tornano sul grande schermo le avventure dei Parr, una famiglia di supereroi che lotta contro i cattivi e la quotidianità
Il messicano che parla toscano
Il messicano che parla toscano
Ritratto di Alfonso Cuarón, trionfatore della 75esima edizione del Festival del Cinema di Venezia con “Roma”. Nato a Città del Messico, lavora a Hollywood ma vive a Pietrasanta