I denti finti di Jerry Lewis all’asta

| Fanno parte di un consistente lotto di abiti, oggetti, orologi e ricordi appartenuti al celebre comico scomparso meno di un anno fa. Una pacchia per i collezionisti

+ Miei preferiti
Con quei dentoni, Jerry Lewis ci aveva costruito un personaggio, una carriera e una fortuna: bastava guardarlo per scoppiare a ridere. L’hanno fatto decine di generazioni, che di ridere ne avevano davvero bisogno e che neanche un anno fa, nell’agosto del 2017, gli hanno detto addio, a 91 anni.

Un attore comico fra i più amati di sempre che, nelle speranze della “Julien’s”, una casa d’aste californiana, dovrebbe garantire la folla delle gradi occasioni all’asta pubblica prevista per il 22 giugno prossimo al “Planet Hollywood”, uno dei tanti resort e casinò che costellano lo “strip” di Las Vegas.

Tanti i pezzi rari appartenuti al “re della commedia” che in effetti possono rappresentare una tentazione irresistibile per i collezionisti di memorabilia hollywoodiane. Si può idealmente partire dalla splendida collezione di orologi, fra cui spiccano un “Cartier” in oro giallo 18 K della collezione “Baignoire”, con base d’asta stimata fra i 25.000 e i 35.000 dollari e due “Patek Philippe”: il primo da tasca in oro 18 K donato a Lewis dalla squadra di ingegneri della “ABC Television Network” (stima: 10.000-15.000 dollari), il secondo, sempre in oro, particolarmente appetibile: fu regalato a Lewis da Sammy Davis, Jr., come dimostra la dedica sul fondo dell’orologio “To Jerry From Sammy Jr.” (stima: 6.000-8.000 dollari). A questi va aggiunto un “Le Coultre” in oro, dono di Dean Martin, con inciso “Jerry My Buddy/ and Pal/I Love You/Dino” (stima: 4.000-6.000 dollari). Inoltre un portasigarette in oro con immagine in rilievo di Carmen Miranda e le iniziali “J.L.” e un accendino in oro giallo con una caricatura in rilievo dell’attore. Ma a fare la gioia dei collezionisti saranno soprattutto abiti e oggetti di scena, tra i quali un set di occhiali e una valigetta che contiene i celebri denti che l’attore utilizzava per dare vita ai suoi personaggi più strampalati. L’asta si completa con abiti, sceneggiature originali, contratti firmati e registrazioni su supporto acetato di alcuni spettacoli dal vivo di Lewis.

Poco prima di morire, nell’agosto di un anno fa, a 91 anni, Jerry Lewis, nome d’arte di Joseph Levitch, aveva fatto in tempo a diseredare Gary, Ronald, Anthony, Chistopher, Scott e Joseph, i sei figli avuti dalla prima moglie, Patti Palmer, tradita a ripetizione con colleghe e amanti di ogni tipo, compresa una liaison con Marilyn Monroe. Il suo patrimonio è andato per intero a SanDee Pitnik e la figlia Danielle, adottata dalla coppia 25 anni fa.

Galleria fotografica
I denti finti di Jerry Lewis all’asta - immagine 1
I denti finti di Jerry Lewis all’asta - immagine 2
I denti finti di Jerry Lewis all’asta - immagine 3
I denti finti di Jerry Lewis all’asta - immagine 4
I denti finti di Jerry Lewis all’asta - immagine 5
I denti finti di Jerry Lewis all’asta - immagine 6
I denti finti di Jerry Lewis all’asta - immagine 7
CINEMA
La mafia non tira più, flop Travolta
La mafia non tira più, flop Travolta
Brutto esordio nella sale Usa per il film "Gotti" interpretato da Travolta. Incasso misero, solo 1 milione 67 mila dollari in 503 sale. Mai così male da 30 anni a oggi
Top Gun 2, Maverick sta tornando
Top Gun 2, Maverick sta tornando
Lo ha annunciato lo stesso Tom Cruise con un tweet: 32 anni dopo, le avventure del pilota scavezzacollo sono pronte a riempire nuovamente le sale
Anthony Hopkins e la figlia perduta
Anthony Hopkins e la figlia perduta
Da vent’anni, Abigail, nata dal primo matrimonio, non vuole avere contatti con il padre. Lui, davanti ai microfoni, confessa di essersi rassegnato: “Non posso obbligarla”
Dogman, niente sequestro per Garrone
Dogman, niente sequestro per Garrone
La famiglia de "Er pugile" si era ritenuta offesa dalla ricostruzione dell'omicidio di Gianfranco Ricci, ritenuta non verosimile e offensiva. Ma i giudici hanno respinto la richiesta. Film nelle sale
L’ultimo segreto di Whitney
L’ultimo segreto di Whitney
Un docu-film presentato fuori concorso a Cannes svela che la grande cantante americana da piccola fu costretta a subire le violenze di una cugina, Dee Dee Warwick, la sorella di Dionne
Se il bianco non è il simbolo del candore
Se il bianco non è il simbolo del candore
Il tema tragico de "I segreti di Wind River", thriller ambientato in una riserva indiana immersa nella neve, dove non ci sono buoni o cattivi ma uomini perduti e un' agente intelligente e sensibile. Regia di Sheridan
Tami, che il mare non ha voluto
Tami, che il mare non ha voluto
Nel 1983, finisce con il fidanzato Richard nel mezzo dell’uragano Raymond, con venti a 235 km/h. Lui muore, lei resiste 41 giorni: la sua storia, raccontata in un libro, sta per diventare un film
"Il limite della realtà è l'immaginazione"
"Il limite della realtà è l
L'assunto di Spielberg nel film "Ready Player One". Una storia proiettata nel futuro ma con le radici negli Anni '80. Cultura pop e citazioni
Mamma, ti ordino di chiamarmi Lady Bird
Mamma, ti ordino di chiamarmi Lady Bird
Autobiografia da Oscar sullo sfondo di Sacramento, la regista Gerwig racconta molto di sé ma anche delle nevrosi della società Usa di ogni tempo. Una studentessa alle prese con il rifiuto di patria e famiglia
Tonya, acida metafora del sogno americano
Tonya, acida metafora del sogno americano
La biopic della pattinatrice su ghiaccio Usa Tonya Harding a cui non s'è trovata una controfigura in grado di ripetere le sue performance. Fu accusata di avere fatto aggredire la sua rivale ma era innocente