Il premio della pernacchia

| Non solo Oscar: nelle stesse ore delle statuette, da un’altra parte si assegnano i premi alle peggiori interpretazioni e ai film da dimenticare

+ Miei preferiti
Serve qualche giorno, a Hollywood, per riprendersi dalla pioggia di statuette. Ma finita l’euforia (o la delusione), tutti vanno a controllare di non essere finiti nella win-list di un altro premio di cui nessuno parla, ma che tutti temono.

In effetti, puntuali come sempre, ad un giorno di distanza dalla notte degli Oscar, è andato in scena l’appuntamento con i “Razzie Award”, 38esima edizione del premio assegnato dalla “Golden Rasperry” (l’Accademia del Lampore dorato), ai film e gli attori peggiori dell’anno. Opere destinate a passare alla storia per evidente bruttezza o interpretazioni da dimenticare.

Per la verità, quest’anno il materiale non mancava davvero. A trionfare, come peggior pellicola, è stato “Emoji – accendi le emozioni” (The Emoji Movie), film d’animazione diretto da Tony Leondis che pretende di dare vita agli emoji, le faccine degli smartphone ormai usate per comunicare emozioni e stati d’animo. Un vero capolavoro che si porta a casa il titolo di peggior film, peggior regista, peggior sceneggiatura e peggior “combo” (la combinazione di emoji).

Di tutto il rispetto la categoria di attore dell’anno, conquistata da uno degli intoccabili di Hollywood: Tom Cruise. Nel film “La Mummia” (The Mummy), la sua interpretazione di Nick Morton, sergente dell’esercito americano che scoperchia inavvertitamente una tomba maledetta, gli è valsa la pernacchia d’oro. A fare compagnia a Tom, come peggior attore non protagonista, spunta Mel Gibson, un altro mostro sacro di Hollywood, poco convincente in “Daddy’s Home 2”, scombicchierata commedia scomparsa quasi subito dalle sale.

 

Razzie Awards 2018

Peggior film

Emoji! Il film

Baywatch

50 sfumature di grigio

The Mummy

Transformers: L’ultimo cavaliere

Peggior attrice

Tyler Perry, Boo! 2: A Medea Halloween
Katherine Heigl, Unforgettable

Dakota Johnson, 50 sfumature di grigio

Jennifer Lawrence, Madre!

Emma Watson, The Circle

Peggior attore

Tom Cruise, The Mummy

Johnny Depp, Pirati dei Caraibi: La vendetta di Salazar

Jamie Dornan, 50 sfumature di grigio

Zac Efron, Baywatch

Mark Wahlberg, Daddy’s Home 2 e Transformers: L’ultimo cavaliere

Peggior attore non protagonista

Mel Gibson, Daddy’s Home 2

Javier Bardem, Madre! e Pirati dei Caraibi: la vendetta di Salazar

Russell Crowe, The Mummy

Josh Duhamel, Transformers: L’ultimo cavaliere

Anthony Hopkins, Collide e Transformers: L’ultimo cavaliere

Peggior attrice non protagonista

Kim Basinger, 50 sfumature di grigio

Sofia Boutella, The Mummy

Laura Haddock, Transformers: L’ultimo cavaliere

Goldie Hawn, Fottute!

Susan Sarandon, A Bad Moms Christmas

Peggior combinazione

Qualsiasi coppia di emoji odiose, Emoji! Il film

Ogni combinazione di due personaggi, due sex toy o due posizioni sessuali in 50 sfumature di grigio

Ogni combinazione di due umani, due robot o due esplosioni in Transformers: L’ultimo cavaliere

Johnny Depp e le sue mosse da ubriaco in Pirati dei Caraibi: La vendetta di Salazar

Tyler Perry e il suo vestito e la parrucca in Boo! 2: A Madea Halloween

Peggior sequel, remake o svilimento

50 sfumature di grigio

Baywatch

Boo! 2: A Medea Halloween

The Mummy

Transformers: L’ultimo cavaliere

Peggior regista

Anthony (Tony) Leonidis, Emoji! Il film

Darren Aronofsky, Madre!

Michael Bay, Transformers: L’ultimo cavaliere

James Foley, 50 sfumature di grigio

Alex Kurtzman, The Mummy

Peggior sceneggiatura

Emoji! Il film

Baywatch

50 sfumature di grigio

The Mummy

Transformers: L’ultimo cavaliere

Articoli correlati
Cinema
Woody Allen contro Jeff Bezos
Woody Allen contro Jeff Bezos
Il regista fa causa al boss di Amazon che gli ha bloccato un film dopo le accuse di abusi in famiglia che sono state però archiviate. Ora vuole un risarcimento di 68 milioni di dollari
Screen Actors Guild Award, le immagini più curiose
Screen Actors Guild Award, le immagini più curiose
Alcune foto dal backstage e dal palco della recentissima cerimonia di consegna dei SAG Awards, l’antipasto dell’ormai imminente notte degli Oscar
#MeToo tricolore, il regista Brizzi assolto
#MeToo tricolore, il regista Brizzi assolto
Comunicato all'Ansa. La procura aveva chiesto l'archiviazione, il Gip l'ha accolta. Finiscono due anni di calvario per il regista messo accusa da alcune attrici che si erano rivolte alle Iene. E ora partono le contro-querele
Addio al grande Sheppard di Star Trek
Addio al grande Sheppard di Star Trek
L'attore è morto a 86 anni confortato dai suoi familiari. Il commosso messaggio del figlio Mark, noto attore Usa
Margot Robbie sarà Barbie
Margot Robbie sarà Barbie
L’attrice australiana scelta per dare corpo e volto all’iconica bambola che quest’anno compie 60 anni
Green Book e Bohemian Rhapsody
sbancano i Golden Globe
Green Book e Bohemian Rhapsody<br>sbancano i Golden Globe
Delusione per Lady Gaga, A Star is born vince un solo premio per canzone Shallow. Glen Close migliore attrice per The Wife, Bale per l'interpretazione di Dick Cheney, Michael Douglas per The Kaminsky Method su Netflix
Tanti Auguri Nadia...E grazie di cuore
Tanti Auguri Nadia...E grazie di cuore
Nadia Cassini compie 70 anni, fu ed è l'icona sexy inossidabile al trascorrere del tempo grazie a un lato B passato alla storia per la sua perfezione
I film afro-Usa sbancano il box office
I film afro-Usa sbancano il box office
Cifre incredibili, oltre 1 miliardo e 500mila dollari, per i film girati da registi neri nel 2018. Da Black Panther di R. Coogler a Creed II, passando le storie di pugilato e riscatto. Temi politici e creatività. Successo in Asia ed Europa
Di Caprio restituisce l'Oscar di Marlon Brando
Di Caprio restituisce l
Un truffatore malese, che ha rubato miliardi di dollari da un fondo benefico, gli aveva regalato la statuetta, quadri di enorme valore e finanziato un paio di film. L'Accademia si riprenderà l'Oscar
L'amara fine del pistolero canterino
L
I fratelli Cohen sono i registi del film "La Ballata di Buster Scruggs". Sei episodi di una lancinante bellezza, sullo sfondo del Vecchio West. Quel filo rosso, da Ford a Peckimpah e Leone