Toy Story 4, ancora più amici

| Ancora un po’ di pazienza per il quarto capitolo della franchise più amata di tutti i tempi: le divertenti avventure di Woody e Buzz Lightyear, le prime senza la voce di Fabrizio Frizzi

+ Miei preferiti
Nel 2005 accolto negli archivi del “National Film Registry” della Biblioteca del Congresso degli Stati Uniti, incluso nel dal “New York Times” nella lista dei migliori film di sempre, nel 2007 sistemato al 99esimo posto nella classifica dei cento miglior film americani di sempre dall’American Film Institute, classificato al 65esimo posto dell’elenco dei film di maggior incasso di sempre, con 191 milioni di dollari nei soli Stati Uniti e 170 nel resto del mondo. Un premio Oscar conquistato su tre nomination, ad aprire una sfilza di premi lunga due pagine protocollo.

Tutto questo per “Toy Story” – Il mondo dei giocattoli”, primo film d’animazione dell’accoppiata Disney-Pixar e sempre prima pellicola completamente realizzata in computer grafica. Uno dei capolavori di John Lasseter, uno dei re Mida di Hollywood, considerato il nuovo Walt Disney prima di finire nelle maglie dello scandalo Weinstein, trascinato nel fango da decine di donne che lo accusano di molestie.

Nulla che sia riuscito scalfire la storia di amicizia, fratellanza e solidarietà fra lo sceriffo Woody e l’astronauta Buzz Lightyear, due personaggi dell’infinita galleria di giocattoli che quando non ci sono umani in giro si animano, pensano, amano, soffrono e lottano come e più degli essere umani.

Da allora sono passati 24 anni, nove dall’ultimo capitolo della saga: Fabrizio Frizzi, che dava la voce a Woody, non c’è più, John Lasseter si è ritagliato uno spazio di secondo piano lasciando a Josh Cooley l’onere della regia, ma l’attesa si è fatta spasmodica lo stesso, quando la notizia di “Toy Story 4” ha iniziato a circolare.

Era il 2014, la voce filtra dopo una riunione degli azionisti della “Pixar Animation Studios”, dando per certa la data del 16 giugno 2017. Annunciato prima come uno spin-off indipendente dalla trama della franchise, nel marzo 2015 la Pixar rettifica: sarà una storia d’amore. Fra rinvii, necessari per far posto a “Cars 3” e il secondo capitolo de “Gli Incredibili”, è un tweet di Tom Hanks, fin dall’inizio voce della versione originale di Woody, ad annunciare la fine delle fasi di doppiaggio, definendo il quarto capitolo di Toy Story “un momento storico”.

La trama

Il capitolo precedente, nel 2010, si chiudeva con la partenza di Andy per il college. Da quel momento, Woody e gli altri giocattoli vivono nella casa di Bonnie, una piccola dell’asilo a cui vengono consegnati i giocattoli di Andy, ormai troppo grande per giocare. Ma a complicare le cose l’arrivo di un nuovo giocattolo: Forky, un cucchiaio-forchetta usa e getta che la piccola Bonnie ha trasformato in uno dei suoi giochi preferiti. Nel film anche il ritorno di Bo Peep, la pastorella di porcellana che con Woody ha sempre avuto un rapporto speciale.

 

La scheda del film

Regia:Josh Cooley

Soggetto:John Lasseter, Pete Docter, Andrew Stanton, Lee Unkrich

Sceneggiatura:Stephany Folsom

Produttore:Jonas Rivera, Mark Neilson

Produttore esecutivo:John Lasseter

Produzione:Walt Disney Pictures, Pixar Animation Studios

Musiche:Randy Newman

Data di uscita:27 giugno 2019

 

Doppiatori originali

Tom Hanks – Sceriffo Woody

Tim Allen – Buzz Lightyear

Annie Potts – Bo Peep

Joan Cusack – Jessie

Blake Clark – Slinky

John Ratzenberger – Hamm

Estelle Harris – Mrs. Potato

Michael Keaton – Ken

Jodi Benson – Barbie

Jeff Pidgeon – alieni verdi

Bonnie Hunt – Dolly

Timothy Dalton – Mr. Princkepants

Tony Hale – Forky

Video
Galleria fotografica
Toy Story 4, ancora più amici - immagine 1
Toy Story 4, ancora più amici - immagine 2
Toy Story 4, ancora più amici - immagine 3
Cinema
Woody Allen contro Jeff Bezos
Woody Allen contro Jeff Bezos
Il regista fa causa al boss di Amazon che gli ha bloccato un film dopo le accuse di abusi in famiglia che sono state però archiviate. Ora vuole un risarcimento di 68 milioni di dollari
Screen Actors Guild Award, le immagini più curiose
Screen Actors Guild Award, le immagini più curiose
Alcune foto dal backstage e dal palco della recentissima cerimonia di consegna dei SAG Awards, l’antipasto dell’ormai imminente notte degli Oscar
#MeToo tricolore, il regista Brizzi assolto
#MeToo tricolore, il regista Brizzi assolto
Comunicato all'Ansa. La procura aveva chiesto l'archiviazione, il Gip l'ha accolta. Finiscono due anni di calvario per il regista messo accusa da alcune attrici che si erano rivolte alle Iene. E ora partono le contro-querele
Addio al grande Sheppard di Star Trek
Addio al grande Sheppard di Star Trek
L'attore è morto a 86 anni confortato dai suoi familiari. Il commosso messaggio del figlio Mark, noto attore Usa
Margot Robbie sarà Barbie
Margot Robbie sarà Barbie
L’attrice australiana scelta per dare corpo e volto all’iconica bambola che quest’anno compie 60 anni
Green Book e Bohemian Rhapsody
sbancano i Golden Globe
Green Book e Bohemian Rhapsody<br>sbancano i Golden Globe
Delusione per Lady Gaga, A Star is born vince un solo premio per canzone Shallow. Glen Close migliore attrice per The Wife, Bale per l'interpretazione di Dick Cheney, Michael Douglas per The Kaminsky Method su Netflix
Tanti Auguri Nadia...E grazie di cuore
Tanti Auguri Nadia...E grazie di cuore
Nadia Cassini compie 70 anni, fu ed è l'icona sexy inossidabile al trascorrere del tempo grazie a un lato B passato alla storia per la sua perfezione
I film afro-Usa sbancano il box office
I film afro-Usa sbancano il box office
Cifre incredibili, oltre 1 miliardo e 500mila dollari, per i film girati da registi neri nel 2018. Da Black Panther di R. Coogler a Creed II, passando le storie di pugilato e riscatto. Temi politici e creatività. Successo in Asia ed Europa
Di Caprio restituisce l'Oscar di Marlon Brando
Di Caprio restituisce l
Un truffatore malese, che ha rubato miliardi di dollari da un fondo benefico, gli aveva regalato la statuetta, quadri di enorme valore e finanziato un paio di film. L'Accademia si riprenderà l'Oscar
L'amara fine del pistolero canterino
L
I fratelli Cohen sono i registi del film "La Ballata di Buster Scruggs". Sei episodi di una lancinante bellezza, sullo sfondo del Vecchio West. Quel filo rosso, da Ford a Peckimpah e Leone