Risolto il caso del militare scomparso due anni fa

| Secondo la polizia inglese, Corrie McKeague sarebbe stato triturato da un camion della raccolta rifiuti: si era appisolato per riprendersi dall’alcol poco prima di rientrare in caserma

+ Miei preferiti
Il mitragliere della “Royal Air Force” Corrie McKeague, 23 anni, scompare nel settembre 2016 nella zona di Bury St. Edmunds, nel Suffolk, in Inghilterra. È l’inizio di un mistero che per più di due anni ha tenuto con il fiato sospeso il Regno Unito, un caso sostenuto con forza della famiglia, che ha sempre lottato perché sulla sorte del giovane non calasse il silenzio. Un mistero che si è risolto nelle scorse ore: la polizia ha ritrovato tracce del corpo del militare in una discarica, nella stessa zona in cui era scomparso.

Il caso di Corrie McKeague era iniziato alle prime ore del 24 settembre 2016: la sera prima, l’artigliere era uscito in compagnia di alcuni amici. Lasciano il “Flex”, un nightclub, alle prime ore dell’alba: uno dei buttafuori dichiara di ricordarsi del giovane, perché “molto ubriaco”.

Qualche ora dopo, McKeague viene ripreso da una telecamera di sicurezza in Brintgovel Street, un vicolo cieco un po’ isolato, pieno di cassonetti dei rifiuti. Le tracce del suo telefono cellulare mostrano che Corrie si sposta inspiegabilmente di 20 km, fino ad una discarica nei pressi di Barton Mills. Il “Suffolk Constabulary” arriva a spendere oltre 2,1 milioni di sterline per indagini che valutano perfino il peso del camion della spazzatura che aveva percorso la stessa strada quella notte. Il caso sembra vicino ad una svolta nell’ottobre dello stesso anno: un corpo smembrato e bruciato viene ritrovato all’interno di una valigia abbandonata sulla A628, non distante da Tintwistle, nel Derbyshire. La polizia dichiara che i resti appartengono ad un uomo bianco di età inferiore a cinquant’anni, ma le analisi del Dna escludono che si tratti del militare.

È la famiglia a credere che Corrie sia sepolto nella discarica, triturato dal camion dei rifiuti: nel febbraio del 2017, la polizia intensifica le ricerche su un’area di 1.100 mq, scavando oltre 3.000 tonnellate di rifiuti fino ad una profondità di 8 metri. La teoria più accreditata è che il militare, sulla via del ritorno alla base di Honington, abbia scelto un cassonetto per riprendersi un po’, e sia stato triturato dal camion della spazzatura. Un’ipotesi data per buona e tracce organiche ritrovate nella discarica: tutto quel che resta di Corrie McKeague.

Nato a Perth nel settembre del 1993, Corrie si era trasferito in Scozia con i fratelli dopo la separazione dei genitori. Terminati gli studi sceglie di arruolarsi nella Raf. Ai tempi della scomparsa, Corrie usciva da cinque mesi con April Oliver, 21 anni, che l’11 giugno 2017 ha dato alla luce Ellie-Louise. Che non conoscerà mai suo papà.

Galleria fotografica
Risolto il caso del militare scomparso due anni fa - immagine 1
Risolto il caso del militare scomparso due anni fa - immagine 2
Risolto il caso del militare scomparso due anni fa - immagine 3
Risolto il caso del militare scomparso due anni fa - immagine 4
Risolto il caso del militare scomparso due anni fa - immagine 5
Risolto il caso del militare scomparso due anni fa - immagine 6
Risolto il caso del militare scomparso due anni fa - immagine 7
Risolto il caso del militare scomparso due anni fa - immagine 8
Cold Case
Il macabro mistero della nave fantasma
Il macabro mistero della nave fantasma
La nave olandese "Ourang Medan", affonda nel '48 nello stretto di Malacca. I corpi dei marinai avevano bocca e occhi spalancati, in un'espressione di terrore. Un documento CIA: "E' la chiave dei molti misteri insoluti"
Il serial killer disegna i volti
delle donne che ha ucciso
Il serial killer disegna i volti<br>delle donne che ha ucciso
L'Fbi diffonde 34 immagini dei volti di donne uccise dal 1970 al 2005 emersi dalla memoria dell'assassino, autore di 90 delitti e già condannato a morte, con la speranza che familiari o amici possano riconoscerle
Simon era fuggito, ritrovato 20 anni dopo
Simon era fuggito, ritrovato 20 anni dopo
Il caso di Simon Lembi aveva riempito le cronache del Belgio: svanisce nel nulla nel 1999 e di lui non si sa più nulla. Vent’anni dopo, è stato ritrovato
"Ted Bundy, il mio eterno e orribile incubo"
"Ted Bundy, il mio eterno e orribile incubo"
La sua ex fidanzata, oggi 71enne, racconta per la prima volta la relazione con uno dei serial killer più prolifici e crudeli della storia, autore di decine di omicidi di donne, stupratore e necrofilo. "Era un uomo così gentile..."
nella scomparsa dei Maiorana'>L'ombra di Matteo Messina Denaro
nella scomparsa dei Maiorana
Lnella scomparsa dei Maiorana' class='article_img2'>
Padre e figlio svaniti nel nulla nell'agosto 2007 da Palermo, un altro figlio suicida nel 2009. La compagna del manager aveva confidato a due testi che aveva una relazione con un "potentissimo boss di Trapani". E' l'imprendibile Matteo?
Delitto Pecorelli, riaperte le indagini
Delitto Pecorelli, riaperte le indagini
La sorella del giornalista Mino Pecorelli, ucciso dopo gli articoli sul sequestro Moro pubblicati dalla sua rivista OP, ha affidato a un avvocato il compito di presentare un esposto: "Abbiamo nuovi elementi, voglio solo la verità"
"Abbattei io l'aereo del segretario ONU"
"Abbattei io l
Un pilota della Raf avrebbe abbattuto nell'Africa del Sud, settembre 1961, l'aereo Onu su cui viaggiavano il segretario generale Dag Hammarskjöld e altre 15 persone. Non sarebbe stato un incidente ma un omicidio. Lo rivela il Guardian
"Ho ucciso JonBenet ma fu un incidente..."
"Ho ucciso JonBenet ma fu un incidente..."
Un pedofilo in carcere ha scritto a un amico per confessare il delitto della reginetta di bellezza di 6 anni, uccisa in Colorado nel Natale 1996. "E caduta e ha battuto la testa, non volevo ucciderla". Riparte l'inchiesta
Diffamazione, 750 milioni di dollari al fratello di JonBenet Ramsey
Diffamazione, 750 milioni di dollari al fratello di JonBenet Ramsey
Nel 2016 la CBS aveva trasmesso un'inchiesta-tv sul caso della reginetta di bellezza JonBenet, 6 anni, uccisa nel 1996, accusando il fratello di essere l'assassino. Ma era stato scagionato nel 2008. Risarcimento record
La pornostar August Ames spinta al suicidio
La pornostar August Ames spinta al suicidio
Era una delle promesse dell’industria hard americana: ufficialmente si è suicidata impiccandosi, ma il sospetto è che sia stata vittima di haters spietati. Un giornalista indaga da tempo sul suo caso