Sono di Imane Laloua le ossa ritrovate sulla A1

| La giovane marocchina, scomparsa nel 2003, è stata identificata grazie alla prova del Dna. La procura, che indaga per omicidio volontario, ha rivolto un appello a chiunque sia a conoscenza di particolari

+ Miei preferiti
A dodici anni dal ritrovamento delle ossa umane ritrovate nel 2006 nei dintorni di Barberino del Mugello, lungo l’Autostrada del Sole, c’è finalmente un nome. Si tratta dei poveri resti di Imane Laloua, una giovane di origine marocchina, svanita nel nulla a Prato nel 2003.

È stata la procura di Firenze, attraverso la prova del Dna, a dare un nome alle ossa, ritrovate casualmente nei dintorni di un’area di sosta della A1 all’interno di alcuni sacchi. L’unica particolarità, che ha indirizzato subito le indagini verso i riti satanici, erano stati i due omeri dello scheletro, legati fra loro con un cavo.

La stessa procura, che indaga per omicidio volontario e occultamento di cadavere, ha invitato a farsi avanti chiunque sia in possesso di notizie, anche minime, sui 15 anni che separano la sparizione di Imane con l’identificazione certa dei suoi resti.

Nel 2004, sul caso si erano riaccesi i riflettori: nella zona di Cento, in provincia di Ferrara, il ritrovamento dei resti di una giovane donna avevano acceso nella famiglia la speranza di avere almeno qualcosa su cui piangere. Ma i rilievi e la prova fondamentale della Dna avevano allontanato l’idea che si trattasse di Imane Laloua.

Zoubida Chakir,la madre della giovane, che non ha mai smesso di chiedere quale fosse stato il destino della propria figlia, aveva raccontato che Imane l’aveva raggiunta nel 1995 a Montecatini terme, dove aveva trovato lavoro come badante. Il 27 giugno 2003° Imane era scomparsa all’improvviso: aveva 22 anni, tre anni prima si era sposata con un marocchino dal passato turbolento.

Cold Case
“Maddie è viva”
“Maddie è viva”
Un documentario Netflix, diffuso in tutto il mondo, promette rivelazioni shock da esperti, investigatori e poliziotti che dal 2007 seguono il caso della scomparsa della piccola
"Ti giuro, non ho fatto nulla a tuo fratello"
"Ti giuro, non ho fatto nulla a tuo fratello"
Le lacrime della serial killer Myra Hindley che, con l'amante Ian Brady, uccise 7 bambini. Incontrò il fratello di Keith in carcere ma non gli rivelò dove fu sepolto. Gli "assassini della brughiera"
La beffa del serial killer alla famiglia di un bimbo ucciso
La beffa del serial killer alla famiglia di un bimbo ucciso
Ian Brady e Myra Hindley, negli Anni '60, uccidevano bambini e li seppellivano in campagna. Nel '91 Brady inviò una lettera al frettlo di Keith, 12, in cui prometteva di rivelare il luogo della sepoltura. "La polizia ci aiuti"
La polizia inglese vicina a risolvere un cold case
La polizia inglese vicina a risolvere un cold case
In un campo poco distante da dove viveva, la polizia sta cercando il corpo di Linda Razzell, scomparsa nel 2002. Uno dei tanti omicidi irrisolti che gravano sulla zona
Uccise la piccola Linda 46 anni fa: arrestato
Uccise la piccola Linda 46 anni fa: arrestato
Linda O’Keefe è stata strangolata nel luglio del 1973 da qualcuno che pensava di averla fatta franca. Le nuove tecniche di genealogia forense hanno permesso di individuarlo con certezza
Il macabro mistero della nave fantasma
Il macabro mistero della nave fantasma
La nave olandese "Ourang Medan", affonda nel '48 nello stretto di Malacca. I corpi dei marinai avevano bocca e occhi spalancati, in un'espressione di terrore. Un documento CIA: "E' la chiave dei molti misteri insoluti"
Il serial killer disegna i volti
delle donne che ha ucciso
Il serial killer disegna i volti<br>delle donne che ha ucciso
L'Fbi diffonde 34 immagini dei volti di donne uccise dal 1970 al 2005 emersi dalla memoria dell'assassino, autore di 90 delitti e già condannato a morte, con la speranza che familiari o amici possano riconoscerle
Simon era fuggito, ritrovato 20 anni dopo
Simon era fuggito, ritrovato 20 anni dopo
Il caso di Simon Lembi aveva riempito le cronache del Belgio: svanisce nel nulla nel 1999 e di lui non si sa più nulla. Vent’anni dopo, è stato ritrovato
"Ted Bundy, il mio eterno e orribile incubo"
"Ted Bundy, il mio eterno e orribile incubo"
La sua ex fidanzata, oggi 71enne, racconta per la prima volta la relazione con uno dei serial killer più prolifici e crudeli della storia, autore di decine di omicidi di donne, stupratore e necrofilo. "Era un uomo così gentile..."
nella scomparsa dei Maiorana'>L'ombra di Matteo Messina Denaro
nella scomparsa dei Maiorana
Lnella scomparsa dei Maiorana' class='article_img2'>
Padre e figlio svaniti nel nulla nell'agosto 2007 da Palermo, un altro figlio suicida nel 2009. La compagna del manager aveva confidato a due testi che aveva una relazione con un "potentissimo boss di Trapani". E' l'imprendibile Matteo?