Addio a Rita Borsellino

| La sorella del magistrato ucciso nel 1992 ha perso la sua battaglia contro una malattia contro cui combatteva da tempo

+ Miei preferiti
Rita Borsellino se n’è andata a 72 anni, dopo una lunga malattia, nel reparto di terapia intensiva dell’ospedale Civico di Palermo. Tre figli, farmacista, lo scorso febbraio aveva perso il marito, Renato Fiore: dal 1992, anno della morte del fratello Paolo, si è battuta per arrivare alla verità sulla strage dei giudici che hanno infiammato la vita politica all’inizio degli anni Novanta.

Nel 2006 la candidatura per la presidenza della Regione Sicilia nelle file del centrosinistra, sconfitta da Salvatore Cuffaro malgrado il 41% dei voti. Per dieci anni aveva ricoperto il ruolo di vicepresidente di “Libera”, l’associazione antimafia voluta da Don Luigi Ciotti. 

Entra al Parlamento Europeo nel 2009, e tre anni dopo ritenta la candidatura come sindaco di Palermo, ma è nuovamente sconfitta dallo sfidante Fabrizio Ferrandelli.

La camera ardente è stata allestita presso la Casa della Memoria, all’interno del “Centro Studi Paolo Borsellino”; in via Bernini 52: le esequie sono previste per domani alle 11:30 presso la chiesa Madonna della Provvidenza-Don Orione di via Ammiraglio Rizzo, a Palermo.

Il centro studi Paolo Borsellino, in un comunicato, ha ricordato il “Lungo e instancabile impegno di Rita Borsellino verso una società di giustizia: i figli Claudio, Cecilia e Marta rendono noto che chi volesse lasciare un segno della propria vicinanza, può contribuire sostenendo i progetti dell’associazione da lei fondata, affinché il suo impegno possa continuare. È possibile devolvere il contributo presso la camera ardente o tramite bonifico bancario all’iban IT57O0501804600000000152801, con la causale In memoria di Rita Borsellino”.

Cronaca
Dedicata a Siani la redazione de Il Mattino
Dedicata a Siani la redazione de Il Mattino
Decisione del direttore Federico Monga. Presenti i familiari del giornalista ucciso dalla camorra, il presidente della Camera Fic e il sindaco De Magistris
"Amico mio, ti rivedrò presto..."
"Amico mio, ti rivedrò presto..."
Un brianzolo di 35 anni aveva postato una frase profetica dopo la morte di un amico. E 5 giorni dopo è morto in un incidente stradale. "Morte bastarda, vieni a prendermi sono pronto"
Falso account per rubare identità
Falso account per rubare identità
Arrestato un informatico di Caivano, Napoli. Inviava false denunce di smarrimento da un account simili a quello dei carabinieri agli uffici anagrafe del Comune per avere i dati con cui stampare documenti falsi
HANNO UCCISO GIULIA E MANUELA
Medico pronto per l'appello, l'altro resta in cella
HANNO UCCISO GIULIA E MANUELA<br>Medico pronto per l
Matteo Cagnoni cambia il team degli avvocati e torna in aula come testimone. L'x sindacalista che ha ucciso Manuela Bailo resta in cella, niente domiciliari in attesa del processo
"Basta agguati, questa non è camorra"
"Basta agguati, questa non è camorra"
Duro intervento del parroco di Forcella dopo l'ennesima "stesa". "Sono cani sciolti, cercano di scalare i vertici del racket". Appello al governo: "Non bastano interventi spot"
"Caro arcivescovo, sapevi tutto sugli abusi"
"Caro arcivescovo, sapevi tutto sugli abusi"
La madre di un ragazzo abusato da don Mauro Galli aveva informato l'attuale arcivescovo di Milano nel 2012, ma il prete fu solo trasferito. E' stato condannato a 6 anni e 4 mesi
Uccide il genero perché di una casta diversa
Uccide il genero perché di una casta diversa
L’ennesimo caso di omicidio d’onore in India: una ricca famiglia si oppone all’amore della figlia con un paria, e quando i due si sposano, commissiona l’omicidio
Spara a 4 colleghi, la polizia lo abbatte
Spara a 4 colleghi, la polizia lo abbatte
Un funzionario di una società di software a Middleton, Wisconsin, apre il fuoco con una pistola nell'ufficio e viene a sua volta ucciso dalla polizia. Ignote le cause. Molti feriti ancora gravi
Ritrova il cane rapito tre anni fa
Ritrova il cane rapito tre anni fa
Il Chihuahua era in un campo nomadi di Baranzate in Brianza. Restituito grazie al microchip. Le lacrime della proprietaria, credeva fosse morto. Nel corso dei controlli arrestato latitante dalla polizia
Molotov contro centro Sprar
Molotov contro centro Sprar
Lanciata da ignoti contro l'ingresso del fabbricato dove si svolgono i corsi per rifugiati. I responsabili: "Speriamo sia solo una brava e non un gesto razzista"