Addio a Rita Borsellino

| La sorella del magistrato ucciso nel 1992 ha perso la sua battaglia contro una malattia contro cui combatteva da tempo

+ Miei preferiti
Rita Borsellino se n’è andata a 72 anni, dopo una lunga malattia, nel reparto di terapia intensiva dell’ospedale Civico di Palermo. Tre figli, farmacista, lo scorso febbraio aveva perso il marito, Renato Fiore: dal 1992, anno della morte del fratello Paolo, si è battuta per arrivare alla verità sulla strage dei giudici che hanno infiammato la vita politica all’inizio degli anni Novanta.

Nel 2006 la candidatura per la presidenza della Regione Sicilia nelle file del centrosinistra, sconfitta da Salvatore Cuffaro malgrado il 41% dei voti. Per dieci anni aveva ricoperto il ruolo di vicepresidente di “Libera”, l’associazione antimafia voluta da Don Luigi Ciotti. 

Entra al Parlamento Europeo nel 2009, e tre anni dopo ritenta la candidatura come sindaco di Palermo, ma è nuovamente sconfitta dallo sfidante Fabrizio Ferrandelli.

La camera ardente è stata allestita presso la Casa della Memoria, all’interno del “Centro Studi Paolo Borsellino”; in via Bernini 52: le esequie sono previste per domani alle 11:30 presso la chiesa Madonna della Provvidenza-Don Orione di via Ammiraglio Rizzo, a Palermo.

Il centro studi Paolo Borsellino, in un comunicato, ha ricordato il “Lungo e instancabile impegno di Rita Borsellino verso una società di giustizia: i figli Claudio, Cecilia e Marta rendono noto che chi volesse lasciare un segno della propria vicinanza, può contribuire sostenendo i progetti dell’associazione da lei fondata, affinché il suo impegno possa continuare. È possibile devolvere il contributo presso la camera ardente o tramite bonifico bancario all’iban IT57O0501804600000000152801, con la causale In memoria di Rita Borsellino”.

Cronaca
"Piangeva troppo, l'ho picchiata"
"Piangeva troppo, l
Si sono aggravate le condizioni della piccola aggredita con inaudita violenza dal compagno della madre, ora in carcere per tentato omicidio. "Ho perso la testa", ha detto alla polizia. Sul corpo lividi, graffi, persino morsi
"Olindo e Rosa innocenti, assassini liberi"
"Olindo e Rosa innocenti, assassini liberi"
Il tunisino Azouz Marzouk, marito, padre e genero di tre vittime della strage di Erba, insiste. Pensa che i killer siano da cercare "in un altro contesto". Ma le prove raccolte dagli investigatori inchiodano la coppia diabolica
Bossi grave ma non in pericolo di vita
Bossi grave ma non in pericolo di vita
Trasportato con un elicottero nell'ospedale di Circolo è tuttora in terapia intensiva. Era nella sua casa di Gemonio ed è caduto, ferendosi lievemente. Crisi epilettica. Oggi nuovo bollettino medico
Cucchi, indagato il colonnello Sabatino
Cucchi, indagato il colonnello Sabatino
L'ufficiale non avrebbe trasmesso alla procura tutte le carte. "Sono stato ingannato", si è difeso. Ora è il comandante provinciale di Messina
La catechista killer resta in carcere
La catechista killer resta in carcere
Respinto il ricorso di Chiara Alessandri, 44 anni, che ha ucciso a martellate, il 17 gennaio, Stefania Crotti. Voleva i domiciliari per assistere i tre figli
Tenevano i figli in gabbia, arrestati
Tenevano i figli in gabbia, arrestati
Una coppia texana in carcere per maltrattamenti, bambini scoperti in stato di denutrizione chiusi in un capannone, in condizioni igieniche indescrivibili
Guardate il volto del poliziotto ferito
Guardate il volto del poliziotto ferito
Un marocchino ha aggredito un agente massacrandolo di botte in seguito a un controllo. "Non importa, tornerò a lavorare con lo stesso impegno di prima"
"Sono un prigioniero politico, nulla di cui pentirmi"
"Sono un prigioniero politico, nulla di cui pentirmi"
Bill Cosby, 81 anni, l'ex America's Dad, in carcere per abusi sessuali si paragona a Martin Luther King e al Mahatma Gandhi: "Mi colpiscono per le mie idee politiche. Le donne che mi accusano? Mentono". Non è più in isolamento
Fa a pezzi il suo bimbo, i resti nella borsetta
Fa a pezzi il suo bimbo, i resti nella borsetta
In carcere la madre 24enne di Daniel. "Piangeva e non mi dava ascolto, l'ho colpito ed è morto, volevo nascondere il corpo, è stato un incidente, nessuno mi avrebbe creduto". La casa dell'orrore. Famiglia in apparenza normale e serena
Pamela, i genitori sfidano il killer
Pamela, i genitori sfidano il killer
"L'ho guardato negli occhi...". L'assassino in aula per la prima udienza del processo per il delitto di Macerata. La giovane fu uccisa, il corpo fatto a pezzi e infilato in due valigie, poi abbandonate in un bosco