"Alta tensione nelle carceri piemontesi"

| Convegno del sindacato Sappe ad Avigliana

+ Miei preferiti

Sono 4.017 i detenuti ristretti nelle tredici carceri del Piemonte: 139 donne e 3.878 uomini, mentre gli stranieri tra le sbarre sono 1.798. Sono i numeri della situazione delle carceri della Regione, che saranno affrontati giovedì 6 aprile ad Avigliana (T nel corso del XX Consiglio Regionale del Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria Sappe, il sindacato dei Baschi Azzurri.

Organizzato dalla Segreteria Regionale SAPPE del Piemonte, guidata dal Segretario Regionale Vicente Santilli, in collaborazione con il Segretario Nazionale per il Piemonte Nicola Sette, al XX Consiglio Regionale interverranno Donato Capece, segretario generale SAPPE, Domenico Ravetti, presidente della Commissione Sanità della Regione Piemonte, e Domenico Minervini, direttore della Casa Circondariale di Torino.

"In Piemonte la tensione tra le sbarre delle celle resta palpabile", commenta Capece. "Nel solo 2016 ci sono state complessivamente 341 colluttazioni, 53 ferimenti, 643 atti di autolesionismo, 2 decessi per cause naturali, 4 suicidi e 67 tentativi sventati in tempo. E' dunque solamente grazie ai poliziotti penitenziari, gli eroi silenziosi del quotidiano a cui va il ringraziamento del SAPPE per quello che fanno ogni giorno, se il numero delle tragedie in carcere, nelle celle, tra le sbarre, è fortunatamente contenuto".

Dura la critica del SAPPE ai vertici dell'Amministrazione Penitenziaria: "In tutto questo contesto, il Capo dell'Amministrazione penitenziaria Consolo si preoccupa di cambiare taluni vocaboli ad uso interno nelle carceri e non a mettere in campo adeguate strategie per fronteggiare questi gravi eventi. La preoccupazione del DAP è che non si debba più dire cella ma camera di pernottamento, la domandina lascia il posto al modulo di richiesta, lo spesino diventa addetto alla spesa dei detenuti, non ci sarà più il detenuto lavorante ma quello lavoratore e così via", conclude. "Questo aiuta a capire quali evidentemente siano le priorità per il Capo dell'Amministrazione Penitenziaria. Non il fatto che contiamo ogni giorno gravi eventi critici nelle carceri italiane e piemontesi, episodi che vengono incomprensibilmente sottovalutati proprio dal DAP. Che ogni 9 giorni un detenuto si uccide in cella e che ogni 24 ore ci sono in media 23 atti di autolesionismo e 3 suicidi in cella sventati dalle donne e dagli uomini del Corpo di Polizia Penitenziaria.  Non, insomma, soluzioni concrete alle aggressioni, risse, rivolte e incendi che sono all'ordine del giorno, visto anche il costante aumento dei detenuti in carcere, o all'endemica carenza di 7.000 unità nei ruoli della Polizia Penitenziaria. No. La priorità, per il Capo DAP, è la ridenominazione delle parole in uso nelle carceri…".

 

Cronaca
Francia: punta la pistola alla tempia della prof
Francia: punta la pistola alla tempia della prof
È accaduto a Créteil, nell’Île-de-France: un sedicenne ha intimato all’insegnante di segnarlo presente sul registro. Indignazione bipartisan e promessa di sanzioni esemplari
Stadio Roma, Parnasi torna libero
Stadio Roma, Parnasi torna libero
L'imprenditore romano che voleva costruire il nuovo stadio scarcerato dopo gli ultimi interrogatori. Aveva finanziato Pd e Lega ma forse anche altri partiti
Processo Raggi, Marra sapeva
Processo Raggi, Marra sapeva
Il ruolo dell'ex manager del sindaco Raggi era "attivo e sostanziale", il 25 sarà interrogato dal pm sulle nomine dirigenziali
Pompei, data eruzione torna al 24 agosto 79dc
Pompei, data eruzione torna al 24 agosto 79dc
L'iscrizione che aveva trasferito ad ottobre la data dell'eruzione potrebbe essere una scritta di servizio di un muratore relativa a un carico di merce
Mostro o ex? Lo strano caso Brega-Massone
Mostro o ex? Lo strano caso Brega-Massone
Dall’ergastolo del primo grado ai 15 anni che chiudono il processo bis a carico di Pier Paolo Brega Massone: per i giudici si è trattato di omicidi preterintenzionali
La vita spericolata di Rossi junior
La vita spericolata di Rossi junior
Processo a gennaio per il figlio di Vasco. Alla guida di un'Audi aveva saltato uno stop investendo una Panda con due ragazze a bordo. Poi se n'era andato. Nei guai anche l'amico che voleva sostituirsi a lui
Prete molestatore, la curia lo sospende
Prete molestatore, la curia lo sospende
Scandalo a Gorizia, il sacerdote avrebbe molestato sessualmente una donna in difficoltà. Smascherato dalle Iene
Raffica di condanne per la morte di Hélène Pastor
Raffica di condanne per la morte di Hélène Pastor
La ricchissima ereditiera monegasca fu assassinata quattro anni fa davanti ad un ospedale di Nizza. Le indagini hanno permesso di risalire a tutti i componenti del piano, condannati con pene pesanti dal tribunale
Emilia, scoperto arsenale partigiano
Emilia, scoperto arsenale partigiano
Armi paracadutate durante la guerra civile, conservate in un tubo di cemento poi sepolto in un campo. Sono intervenuti gli artificieri
Coppia investita da gommone-pirata
Coppia investita da gommone-pirata
Erano a bordo di un gozzo a motore quando sono stati investiti da un gommone con tre persone a bordo che, invece di soccorrere i feriti, uno grave, sono fuggiti. Le indagini della Capitaneria. E' accaduto a Posillipo