C'è lo smog, fermiamo le auto

| Prepariamoci a un inverno con l'auto chiusa in garage: i dati sull'inquinamento non lasciano speranze, ancor prima dell'accensione dei riscaldamenti. Peccato che serva a poco

+ Miei preferiti
Da mercoledì 17 ottobre, e fino a data da destinarsi, Torino  - dopo Milano e poco prima di altre città italiane - mette i lucchetti ad auto e veicoli commerciali diesel fino alla classe Euro4. A conti fatti, malgrado quel che raccontano i dati entusiasti delle vendite, la maggior parte del parco circolante italiano. Le cause, le solite, neanche a dirle: il pericoloso superamento dei limiti di legge di polveri sottili presenti nell'aria da troppi giorni consecutivi, unito ad una coda d'estate che ha riportato ovunque temperature da inizio estate.

In effetti, uscire sul balcone di casa per prendere una boccata d'aria significa un'inalata di idrocarburi che prende alla gola, ma bloccare il traffico e rendere la vita difficile a intere città, ormai è risaputo, non è la soluzione.

Purtroppo dimentichiamo spesso di essere in Italia, il paese dei cerotti, dove si tampona alla meno peggio senza risolvere mai: perché le polveri si abbassino servono giorni e giorni, forse settimane, magari con l'aggiunta di qualche ora di vento e un po' di pioggia, fortune che di questi tempi non capitano spesso. Le soluzioni, secondo gli esperti, passano attraverso diversi paragrafi di un corposo progetto che da queste parti manca all'appello da troppo tempo: potenziamento del trasporto pubblico, incentivi (veri) per l'acquisto di vetture ibride o elettriche, maggiore pulizia delle strade, conversione degli impianti di riscaldamento delle abitazioni. Il resto è il solito cerottino all'italiana, che si attacca e stacca quando serve, ma non risolve niente.

Cronaca
Si getta dal balcone dopo l'omicidio
Si getta dal balcone dopo l
Nel centro storico di Avellino, un uomo si è gettato nel vuoto dall’appartamento in cui aveva appena ucciso un 25enne e ferito alla gola una ragazza di 18. La polizia sta cercando di ricostruire le dinamiche dell'accaduto
Uccide i due figli e si suicida
Uccide i due figli e si suicida
Un'infermiera di 48 anni ha iniettato narcotici ai figli di 7 e 9 anni e poi si 'è tolta la vita nello stesso modo. E' accaduto ad Aymavilles, ad Aosta. I corpi scoperti dal marito, guardia forestale. Era depressa da tempo
"Sciopero contro il governo dalle false promesse"
"Sciopero contro il governo dalle false promesse"
Proteste in 70 città per i tagli ai finanziamenti e per chiedere più investimenti. Al loro fianco anche i sindacati e le associazioni degli insegnanti
Caso Magherini, carabinieri assolti
Caso Magherini, carabinieri assolti
"Il fatto non sussiste" per i giudici della Cassazione. L'ex calciatore, sotto effetto della cocaina, era stato fermato nel 2014. Morì sdraiato sul selciato
In Irlanda scoppia la guerra del tanga
In Irlanda scoppia la guerra del tanga
Il tribunale di Cork ha assolto un uomo accusato di violenza su una 17enne. Motivo: lei indossava un perizoma. E l’Irlanda è scesa in piazza
La fine di Maggy, simbolo della polizia francese
La fine di Maggy, simbolo della polizia francese
Non si stancava mai di denunciare l’ondata d’odio verso la polizia che serpeggia in Francia e l’altissimo tasso di suicidi fra i suoi colleghi. Ma poche ore fa ha scelto di fare la stessa fine
Lady Beth, la nobile con la doppia vita
Lady Beth, la nobile con la doppia vita
Violinista di talento ma anche escort d’alto bordo e tossicodipendente, la fine della giovane marchesa ridà fiato alla “maledizione dei Queensberry”
Caso Cervia, lo Stato ha sbagliato
Caso Cervia, lo Stato ha sbagliato
Il ministro Trenta dà ragione alla famiglia del sergente Davide Cervia, scomparso nel nulla 28 anni fa. "E' stato rapito" ma per anni è stata una verità negata
Salvini contro il Pipita, sia squalificato
Salvini contro il Pipita, sia squalificato
Il vice-premier era allo stadio con il figlio: "Professionisti pagati milioni non possono lasciarsi andare a scene del genere, pessimo insegnamento per i ragazzini", E gli augura una lunga squalifica
Caso Desiree, non fu omicidio
Caso Desiree, non fu omicidio
Il Tribunale del Riesame smonta in parte la tesi della procura, annullata l'accusa di omicidio per due degli arrestati, sparito lo stupro di gruppo. Domani tocca a Mamadou Gara