"Chiudere i campi Rom, stop ai veleni"

| Presidio in Comune e appello dei sindacati delle forze di polizia al sindaco Appendino

+ Miei preferiti
La protesta dei sindacati di polizia ha un bersaglio preciso: il Comune di Torino, la giunta Appendino, il neo assessore alla polizia urbana Finardi. Lunedì presidio davanti al Comune, il tema è complesso e delicato: la tutela della salute degli operatori ma anche dei residenti, a causa dei fumi causati dagli innumervoli incendi dolosi. Il documento finale  è un atto di denuncia: "Vogliamo che il sindaco provveda subito a chiudere i campi Rom e con priorità assoluta quello di Germaganano dove terra, acqua e fiumi sono altamente tossici, mettono a repentaglio la salute dei cittadini e degli operatori delle forze dell'ordine, costretti a lavorare  in un'area dichiarata "disastro ambientale", non vogliamo che i metalli pesanti colpiscano insersorabilmente la nostra salute; non vogliamo l'inerzia degli amministratori locali suoni come una condanna alla salute collettiva, che i responsabili di  questo avvelenamento vengano perseguiti e condannati e che il patto della sicurezza diventi un concreto progetto della città di Torino". Seguono le firme delle sigle sindacali: Siulp, Sap, Siap, Osapp, Sulpl,  Silp, Conapo, Fns Sisl. Il segretario regionale Silpol Ferdinando Minello promette che non sarà un'iniziativa isolata. "Seguiamo con attenzione l'evolversi di un'inchiesta giudiziaria che segue ritmi, almeno in questa fase, un po' lenti. Abbiamo consegnato documenti e memorie, ora i risultati". L'esposto è stato affidato all'avvocato Pierfranco Bertolino, in procura ci sono già due fascicoli aperti. Uno, nelle mani del pm Andrea Padalino, riguarda l'area di Germagnano, l'altro invece la tutela delle salute dei lavoratori e dei residenti contaminati dai fumi tossici, affidato all'avvocato Erica Gilardino.
Cronaca
Mostro o ex? Lo strano caso Brega-Massone
Mostro o ex? Lo strano caso Brega-Massone
Dall’ergastolo del primo grado ai 15 anni che chiudono il processo bis a carico di Pier Paolo Brega Massone: per i giudici si è trattato di omicidi preterintenzionali
La vita spericolata di Rossi junior
La vita spericolata di Rossi junior
Processo a gennaio per il figlio di Vasco. Alla guida di un'Audi aveva saltato uno stop investendo una Panda con due ragazze a bordo. Poi se n'era andato. Nei guai anche l'amico che voleva sostituirsi a lui
Prete molestatore, la curia lo sospende
Prete molestatore, la curia lo sospende
Scandalo a Gorizia, il sacerdote avrebbe molestato sessualmente una donna in difficoltà. Smascherato dalle Iene
Raffica di condanne per la morte di Hélène Pastor
Raffica di condanne per la morte di Hélène Pastor
La ricchissima ereditiera monegasca fu assassinata quattro anni fa davanti ad un ospedale di Nizza. Le indagini hanno permesso di risalire a tutti i componenti del piano, condannati con pene pesanti dal tribunale
Emilia, scoperto arsenale partigiano
Emilia, scoperto arsenale partigiano
Armi paracadutate durante la guerra civile, conservate in un tubo di cemento poi sepolto in un campo. Sono intervenuti gli artificieri
Coppia investita da gommone-pirata
Coppia investita da gommone-pirata
Erano a bordo di un gozzo a motore quando sono stati investiti da un gommone con tre persone a bordo che, invece di soccorrere i feriti, uno grave, sono fuggiti. Le indagini della Capitaneria. E' accaduto a Posillipo
"Conteso tra moglie e amante
avevo scelto la famiglia"
"Conteso tra moglie e amante<br>avevo scelto la famiglia"
Fabrizio Pasini abbandona la prima versione e spiega perché ha ucciso Manuela Bailo: "Mia moglie mi telefonava, lei urlava, ho perso la testa". Un femminicidio da manuale. Ma l'assassino mente ancora
Modena, forse è un serial killer
Modena, forse è un serial killer
I carabinieri riaprono il fascicolo di una 75enne uccisa a bastonate in un parco, confronto con il Dna di Raffaele Esposito, in cella per avere ucciso una prostituta
Bossetti, ergastolo definitivo
Bossetti, ergastolo definitivo
Il procuratore: "L'ha lasciata morire da sola". Gli avvocati: "Negato un secondo esame del Dna, processo viziato dai media". Il muratore uccise Yara il 26 febbraio 2011. La Cassazione conferma le condanne di 1 e 2 grado
Scontri Val Susa: 30 anni ai No tav
Scontri Val Susa: 30 anni ai No tav
Pene quasi dimezzate rispetto alle richieste del pm: 20 mesi a Nicoletta Dosio. Fuori dal tribunale un presidio, all’interno anche la consigliera regionale M5S Frediani