“Commissariate il PD di Venaria”

| È l’insolita e polemica richiesta lanciata da Barbara Virga, consigliere comunale indipendente, in un documento inviato ai vertici del partito: “È a rischio la credibilità stessa del PD”

+ Miei preferiti
“Per il bene del partito, chiedo di commissariare il PD di Venaria”. Barbara Virga, Consigliere Comunale del Comune di Venaria Reale, non ne può più: pochi giorni fa, utilizzando una norma prevista dallo statuto del Partito Democratico, ha presentato un ricorso alla Commissione Provinciale di Garanzia del PD, in cui in maniera polemica chiede il commissariamento della sezione venariese. Le nove pagine del documento sono una riflessione ad ampio respiro, ma anche l’amara sintesi di due anni e mezzo di gestione del gruppo consiliare, dei rapporti e dei poteri che governano il circolo di Venaria, svelati tanto alla Commissione di Garanzia quanto ai vertici del partito.

Indirizzato al segretario metropolitano Mimmo Carretta, a quello regionale Davide Gariglio e al responsabile degli enti locali Raffaele Gallo, nel documento la consigliera Virga chiede senza mezzi termini il commissariamento del PD locale: “Credo che l’assordante silenzio della segreteria locale in merito a quanto sta accadendo nell’ambito della Commissione Speciale Antimafia di Venaria sia la goccia che fa traboccare il vaso all’interno di un partito locale strategicamente chiuso in sé stesso in vista delle prossime elezioni, mentre la città ha bisogno di azione concrete e immediate sul territorio. Pur rivendicando la mia indipendenza da tecnico, avendo avuto a suo tempo garanzia che non mi sarebbero state fatte pressioni un tesseramento, penso comunque che sia nell’interesse stesso del PD prendere posizione su temi delicati come il rispetto della legalità e i beni confiscati, onde non fuorviare i propri elettori in vista della prossima tornata elettorale nazionale”.

La consigliera Virga fa riferimento all’impedimento a procedere con l’audizione sui beni confiscati da parte di un consigliere grillino nella seduta del 30 ottobre scorso, seguito da una denuncia dell’accaduto a Prefettura e Procura, per cui ha incassato la solidarietà bipartisan da parte di tutte le forze politiche di minoranza, con Socialisti, MDP e Forza Italia che hanno addirittura condannato l’accaduto pubblicamente attraverso diversi comunicati stampa.

“Al contrario, dal Segretario e dalla capogruppo PD - sottolinea la Virga - solo silenzio e nessuna solidarietà, né privata né pubblica. Anzi, un ex assessore iscritto nuovamente al PD dopo un “passo di lato” fatto in campagna elettorale, si è anche permesso di postare su un social un commento niente affatto solidale su questa situazione, mentre paradossalmente è stato un ex candidato di una civica avversaria a mostrarmi solidarietà sullo stesso post. Così come del resto ha fatto anche l’ex consigliere grillino Stefano Balocco. Tuttavia non mi preoccupano affatto gli aspetti personali, visto che so difendermi da sola, ma i commenti degli elettori del PD che mi cercano ininterrottamente da giorni. Dopo che i grillini hanno stigmatizzato sugli organi di stampa la mancata vicinanza della mia capogruppo in questa vicenda, tanti cittadini mi confidano l’idea che il PD locale non abbia a cuore i temi dell’Antimafia e stia finendo col fare addirittura da stampella alla maggioranza che continua a boicottare la Commissione. Un danno per tutti i militanti che invece credono in questa causa”.

Il documento si conclude con una considerazione: “Ho sempre svolto il mio ruolo istituzionale nell’interesse della città e portando avanti cause trasversali, compresi alcuni temi particolarmente vicini al PD, dalla violenza sulle donne all’ospedale, dalla partecipazione  agli spazi mamma, oltre, naturalmente, alla cultura della legalità. In un solo caso, in occasione della sfiducia all’assessore Nozzetti, non ho firmato la mozione di un altro membro di minoranza, peraltro non votata infine neppure dalla mia capogruppo, assente seppure l’avesse firmata. Ma come ho motivato pubblicamente, la dignità di donna mi ha impedito di assecondare la mozione di un consigliere che a suo tempo, quando era assessore, non aveva risposto al mio appello di togliere le deleghe alle politiche sociali ad un altro assessore condannato definitivamente per un’aggressione fisica ai miei danni. In quell’occasione mi sarei aspettata vicinanza umana da parte della Segreteria locale. Invece, ‘per punizione’, sono stata esclusa dalla chat dei simpatizzanti. Anche se da indipendente intendo restare ai margini delle dinamiche di partito, mi auguro che il PD sappia cogliere questo grido di allarme sulla situazione locale per farne tesoro: ne va della credibilità stessa del partito”.

Cronaca
Muore accoltellata dalla compagna di stanza
Muore accoltellata dalla compagna di stanza
Una studentessa 21enne del Minnesota, a Rotterdam con il programma Erasmus, è stata uccisa senza un perché dalla coinquilina. Era un talento della batteria
Uccise una donna, giustiziato in Florida
Uccise una donna, giustiziato in Florida
Josè Antonio Jimenez aveva picchiato e ucciso una donna nel 1992, è stato giustiziato con un'iniezione letale. Aveva strangolato anche un'altra vittima a Miami, respinti tutti i ricorsi
Blitz contro occupazioni abusive: 9 arresti
Blitz contro occupazioni abusive: 9 arresti
Salvini lo aveva promesso: i carabinieri hanno smantellato il racket dell'area antagonista che controlla le case occupate a Milano e dintorni. Gli avvocati: "Non è racket, è solo una forma di lotta"
Ex cliente accoltella avvocato: è grave
Ex cliente accoltella avvocato: è grave
Carabinieri arrestano l'aggressore, un pluri-pregiudicato. E' accaduto a Sermide (Mantova), catturato dai carabinieri dopo una breve fuga. La vittima non è in pericolo di vita
Ha ucciso Jessica: ergastolo
Ha ucciso Jessica: ergastolo
Fine pena mai per il tranviere milanese che ha inflitto 85 coltellate a Jessica Valentina Faoro, uccisa a Milano lo scorso febbraio. Alessandro Garlaschi era stato stato respinto, poi l'aggressione
Il marito accusa Roberta Ragusa: aveva l'amante
Il marito accusa Roberta Ragusa: aveva l
L'uomo condannato in primo e secondo per avere ucciso la moglie scomparsa nel 2012, ne infanga la memoria nel tentativo di non andare in carcere: "Fu una fuga volontaria". Che ne pensano i figli solidali con il padre?
Il medico dei Vip fa il Vip anche in carcere
Il medico dei Vip fa il Vip anche in carcere
Corteo ed esposto al Dap a Ravenna contro il trasferimento di Matteo Cagnoni, condannato in 1°all'ergastolo, da Bologna a Ravenna su sua richiesta. Le associazioni rosa: "Privilegi incomprensibili, chi tutela le vittime?"
"Ha ucciso le nostre bimbe e ci ha rubato la vita"
"Ha ucciso le nostre bimbe e ci ha rubato la vita"
Condannato all'ergastolo Russel Bishop, inchiodato dalla prova del Dna per aver ucciso nel 1986 a Brighton due bambine di 9 anni. Lo strazio dei genitori: "Ci ha impedito di vederle crescere, con loro siamo morti anche noi"
Trappola Tinder, preso l'assassino di Grace
Trappola Tinder, preso l
E' un 26enne neozelandese che l'ha attirata in un albergo e poi strangolata con le sue calze. Caricato il corpo su un'auto, lo ha gettato in una foresta. Sostiene che la 22enne è morta "per cause naturali"
Uccise la compagna: ergastolo
Uccise la compagna: ergastolo
Condannato l'ex assessore leghista di Chignolo Po (Pavia) Franco Vignati, 64 anni. Ha ucciso l'ex convivente Kruja Lacdije, 40 anni, albanese. I risarcimenti alla famiglia