Criticò Boldrini, agente torna in servizio

| Un poliziotto aveva soccorso un immigrato in bicicletta in autostrada e poi si lasciò andare a una serie di valutazioni critiche sulle posizioni della presidente della Camera. Due mesi di sospensione già scontati. Avvocati soddisfatti

+ Miei preferiti
"Soddisfatti. E' stata fatta giustizia". Soddisfatti gli avvocati che tutelavano gli interessi di un poliziotto vittima di una disavventura a cusa di una serie di critiche alla presidente della Camera Laura Boldrini. È stato sospeso per due mesi, su provvedimento della commissione disciplina del Ministero degli Interni, l’agente della polizia stradale di Susa che la scorsa estate aveva diffuso suna chat di colleghi, durante un intervento, un video con espressioni critiche nei confronti della presidente della Camera, Laura Boldrini. L'episodio risale allo scorso luglio. 
Il poliziotto filmò con il telefonino un giovane immigrato che aveva soccorso e poi scortato fuori dall'autostrada, che l'uomo aveva imboccato in bicicletta, ignaro del divieto rischiando di essere travolto da auto e camion. "Le risorse della Boldrini, ecco come finirà l'Italia" aveva ironizzato l'agente. "Voi che amate la Boldrini, voi che avete voluto questa gente. Ve li ritroverete tutti su una Graziella...". Il filmato, diffuso senza l'autorizzazione dell'agente, era finito sui social network ed era diventato virale. “Accogliamo questa decisione con soddisfazione da parte di tutti, anche e soprattutto da parte del segretario del Sap Gianni Tonelli - commentano gli avvocati Pierfranco Bertolino, Luca Verrienti e Gualtiero Costa -La vicenda si è ridimensionata molto, rispetto all’inizio”. Il procedimento penale è stato archiviato e la presidente Boldrini non si era costituita parte civile. Il poliziotto era stato sospeso dall’incarico e, a novembre, il Tar aveva respinto la domanda di reintegro.

Cronaca
Il lupo Narco della X Mas sarà mica fascista?
Il lupo Narco della X Mas sarà mica fascista?
Interpellanza pd per il nome del pastore tedesco anti-droga della polizia locale. Proviene dall'allevamento Decima Mas. "Nome che evoca le atrocità commesse". I leghisti: "Non fa il saluto romano e non ha busti del Duce nella cuccia
Terremoto, scosse in Campania
Terremoto, scosse in Campania
Boato nella notte a Pozzuoli, scosse nell'area flegrea, nessun danno a persone o cose. E' stato avvertito anche a Napoli e Bagnoli
Giovane promessa del golf assassinata
Giovane promessa del golf assassinata
Il corpo di Celia Barquin Arozamena è stato ritrovato sul campo di un circolo dove si stava allenando. Arrestato un coetaneo
Mi sei antipatico? E io ti multo
Mi sei antipatico? E io ti multo
Vigilasse di Follonica sospesa per sei mesi, aveva multato una serie di "nemici" personali con multe false. Tra le vittima, la vicina di casa con un cane che abbaiava troppo
Il manager sado-maso ai domiciliari
Il manager sado-maso ai domiciliari
A Federico Pesci, l'imprenditore parmigiano denunciato per violenza da una ragazza di 21 anni è stato concesso di fare ritorno a Parma per scontare l'arresto a casa dei genitori dove "non può reiterare il reato"
Ruba l'auto al padre e investe una ragazza
Ruba l
Accade nel Pavese, è un romeno di 17 anni denunciato a piede libero per lesioni gravi e guida senza patente. Il padre aveva chiesto l'aiuto dei carabinieri per ritrovare l'auto che credeva rubata
La poetessa Angela, delitto annunciato
La poetessa Angela, delitto annunciato
L'ennesimo femminicidio a Potenza rivela sconcertante retroscena. Il marito ha ucciso Angela Ferrara, la minacciava da tempo. Ferita anche la madre della vittima. Agguato in auto
Caso Pastor, 10 piccoli monegaschi assassini
Caso Pastor, 10 piccoli monegaschi assassini
Processo in Assise per i 10 presunti colpevoli dell'agguato mortale alla donna più ricca di Monaco, Helen Pastor, 77 anni. Fu uccisa con il maggiordomo a colpi di fucile nel maggio 2014
Ma davvero Il killer di Manuela
torna a casa?
Ma davvero Il killer di Manuela<br> torna a casa?
Martedì i giudici di Brescia decidono sull'istanza di scarcerazione presentata dalla difesa. Non c'è pericolo di fuga, né di alterare le prove, né di reiterare il reato, dunque arresti domiciliari. Ma lui non ha detto la verità
Lombardia, emergenza legionella
Lombardia, emergenza legionella
Altri due morti, decine di contagiati. Ultima area colpita la Brianza. Pericolo psicosi ma precauzioni nell'uso di acqua e irrigatori