"Elena Ceste non aveva malattie mentali ed è stata uccisa per gelosia"

| Analisi delle motivazioni della sentenza di secondo grado che confermò la condanna a 30 anni per omicidio del marito Michele Buoninconti

+ Miei preferiti
Il segreto della vita e della morte di Elena Ceste e di Michele Buominconti, suo marito, se fu davvero il suo assassino, è a un passo dalla parola fine. Con le motivazioni della condanna a 30 anni inflitta dalla Corte d'Assise d'Appello, confermando la pena di primo grado, se la Cassazione non dovesse accogliere il ricorso annunciato dalla difesa, cade una pietra tombale definitiva su una delle vicende più controverse degli ultimi decenni. C'è chi ancora si batte per l'innocenza del pompiere di Asti ma in modo sempre più flebile.

L'avvocato di parte civile, Deborah Abate Zaro, non ha dubbi: "Elena Ceste che la difesa tentava di far passare come una matta era invece solo preoccupata, come chiunque, per la crisi del matrimonio, era in condizioni mentali assolutamente normali. Questo secondo noi, è un punto fondamentale". Anche il collega Carlo Tabbia è totalmente soddisfatto della sentenza di secondo grado. "I vari passaggi ricostruiti dal giudice vanno nel solco tracciato da procura e carabinieri. Buoninconti ha ucciso Elena Ceste".

L'avvocato Enrico Scolari, invece, di dubbi ne ha, e molti: "Speranze concrete dalla Cassazione? Vedremo. Ma l'Assise non ha sviluppato per nulla i temi proposti dalla difesa, come la premeditazione, le consulenze dei nostri periti, nemmeno sfiorate se non contestarne le conclusioni. Crediamo che la Suprema Corte ci dia la possibilità di riprendere in mano questo processo".

Sorpreso? "No, per niente. D'altra parte la conferma della condanna di primo grado era la dimostrazione che i giudici dell'Appello non aveva creduto alle nostre considerazioni sull'impianto accusatorio. Presenteremo ricorso in Cassazione, chiedendo alla Suprema corte di restituire gli atti ad un'altra sezione dell'Assise di Torino. Ripresenteremo la richiesta di effettuare nuove perizie sulle celle telefoniche, l'autopsia, le intercettazioni e la ricostruzione del ritrovamento del corpo di Elena Ceste

iMichele Buoninconti, condannato a 30 anni di carcere per l'omicidio della moglie Elena, avvenuto il 24 gennaio 2014 (il corpo fu ritrovato a 800 metri di stanza dalla casa di Costigliole d'Asti a settembre 2014), era stato arrestato nel gennaio 2015. Condannato in primo grado dal giudice monocratico di Asti Roberto Amerio e in secondo grado dalla corte d'Assise d'Appello di Torino, ora confida nella Cassazione. 

Cronaca
Mostro o ex? Lo strano caso Brega-Massone
Mostro o ex? Lo strano caso Brega-Massone
Dall’ergastolo del primo grado ai 15 anni che chiudono il processo bis a carico di Pier Paolo Brega Massone: per i giudici si è trattato di omicidi preterintenzionali
La vita spericolata di Rossi junior
La vita spericolata di Rossi junior
Processo a gennaio per il figlio di Vasco. Alla guida di un'Audi aveva saltato uno stop investendo una Panda con due ragazze a bordo. Poi se n'era andato. Nei guai anche l'amico che voleva sostituirsi a lui
Prete molestatore, la curia lo sospende
Prete molestatore, la curia lo sospende
Scandalo a Gorizia, il sacerdote avrebbe molestato sessualmente una donna in difficoltà. Smascherato dalle Iene
Raffica di condanne per la morte di Hélène Pastor
Raffica di condanne per la morte di Hélène Pastor
La ricchissima ereditiera monegasca fu assassinata quattro anni fa davanti ad un ospedale di Nizza. Le indagini hanno permesso di risalire a tutti i componenti del piano, condannati con pene pesanti dal tribunale
Emilia, scoperto arsenale partigiano
Emilia, scoperto arsenale partigiano
Armi paracadutate durante la guerra civile, conservate in un tubo di cemento poi sepolto in un campo. Sono intervenuti gli artificieri
Coppia investita da gommone-pirata
Coppia investita da gommone-pirata
Erano a bordo di un gozzo a motore quando sono stati investiti da un gommone con tre persone a bordo che, invece di soccorrere i feriti, uno grave, sono fuggiti. Le indagini della Capitaneria. E' accaduto a Posillipo
"Conteso tra moglie e amante
avevo scelto la famiglia"
"Conteso tra moglie e amante<br>avevo scelto la famiglia"
Fabrizio Pasini abbandona la prima versione e spiega perché ha ucciso Manuela Bailo: "Mia moglie mi telefonava, lei urlava, ho perso la testa". Un femminicidio da manuale. Ma l'assassino mente ancora
Modena, forse è un serial killer
Modena, forse è un serial killer
I carabinieri riaprono il fascicolo di una 75enne uccisa a bastonate in un parco, confronto con il Dna di Raffaele Esposito, in cella per avere ucciso una prostituta
Bossetti, ergastolo definitivo
Bossetti, ergastolo definitivo
Il procuratore: "L'ha lasciata morire da sola". Gli avvocati: "Negato un secondo esame del Dna, processo viziato dai media". Il muratore uccise Yara il 26 febbraio 2011. La Cassazione conferma le condanne di 1 e 2 grado
Scontri Val Susa: 30 anni ai No tav
Scontri Val Susa: 30 anni ai No tav
Pene quasi dimezzate rispetto alle richieste del pm: 20 mesi a Nicoletta Dosio. Fuori dal tribunale un presidio, all’interno anche la consigliera regionale M5S Frediani