"Elena Ceste non aveva malattie mentali ed è stata uccisa per gelosia"

| Analisi delle motivazioni della sentenza di secondo grado che confermò la condanna a 30 anni per omicidio del marito Michele Buoninconti

+ Miei preferiti
Il segreto della vita e della morte di Elena Ceste e di Michele Buominconti, suo marito, se fu davvero il suo assassino, è a un passo dalla parola fine. Con le motivazioni della condanna a 30 anni inflitta dalla Corte d'Assise d'Appello, confermando la pena di primo grado, se la Cassazione non dovesse accogliere il ricorso annunciato dalla difesa, cade una pietra tombale definitiva su una delle vicende più controverse degli ultimi decenni. C'è chi ancora si batte per l'innocenza del pompiere di Asti ma in modo sempre più flebile.

L'avvocato di parte civile, Deborah Abate Zaro, non ha dubbi: "Elena Ceste che la difesa tentava di far passare come una matta era invece solo preoccupata, come chiunque, per la crisi del matrimonio, era in condizioni mentali assolutamente normali. Questo secondo noi, è un punto fondamentale". Anche il collega Carlo Tabbia è totalmente soddisfatto della sentenza di secondo grado. "I vari passaggi ricostruiti dal giudice vanno nel solco tracciato da procura e carabinieri. Buoninconti ha ucciso Elena Ceste".

L'avvocato Enrico Scolari, invece, di dubbi ne ha, e molti: "Speranze concrete dalla Cassazione? Vedremo. Ma l'Assise non ha sviluppato per nulla i temi proposti dalla difesa, come la premeditazione, le consulenze dei nostri periti, nemmeno sfiorate se non contestarne le conclusioni. Crediamo che la Suprema Corte ci dia la possibilità di riprendere in mano questo processo".

Sorpreso? "No, per niente. D'altra parte la conferma della condanna di primo grado era la dimostrazione che i giudici dell'Appello non aveva creduto alle nostre considerazioni sull'impianto accusatorio. Presenteremo ricorso in Cassazione, chiedendo alla Suprema corte di restituire gli atti ad un'altra sezione dell'Assise di Torino. Ripresenteremo la richiesta di effettuare nuove perizie sulle celle telefoniche, l'autopsia, le intercettazioni e la ricostruzione del ritrovamento del corpo di Elena Ceste

iMichele Buoninconti, condannato a 30 anni di carcere per l'omicidio della moglie Elena, avvenuto il 24 gennaio 2014 (il corpo fu ritrovato a 800 metri di stanza dalla casa di Costigliole d'Asti a settembre 2014), era stato arrestato nel gennaio 2015. Condannato in primo grado dal giudice monocratico di Asti Roberto Amerio e in secondo grado dalla corte d'Assise d'Appello di Torino, ora confida nella Cassazione. 

Cronaca
"Piangeva troppo, l'ho picchiata"
"Piangeva troppo, l
Si sono aggravate le condizioni della piccola aggredita con inaudita violenza dal compagno della madre, ora in carcere per tentato omicidio. "Ho perso la testa", ha detto alla polizia. Sul corpo lividi, graffi, persino morsi
"Olindo e Rosa innocenti, assassini liberi"
"Olindo e Rosa innocenti, assassini liberi"
Il tunisino Azouz Marzouk, marito, padre e genero di tre vittime della strage di Erba, insiste. Pensa che i killer siano da cercare "in un altro contesto". Ma le prove raccolte dagli investigatori inchiodano la coppia diabolica
Bossi grave ma non in pericolo di vita
Bossi grave ma non in pericolo di vita
Trasportato con un elicottero nell'ospedale di Circolo è tuttora in terapia intensiva. Era nella sua casa di Gemonio ed è caduto, ferendosi lievemente. Crisi epilettica. Oggi nuovo bollettino medico
Cucchi, indagato il colonnello Sabatino
Cucchi, indagato il colonnello Sabatino
L'ufficiale non avrebbe trasmesso alla procura tutte le carte. "Sono stato ingannato", si è difeso. Ora è il comandante provinciale di Messina
La catechista killer resta in carcere
La catechista killer resta in carcere
Respinto il ricorso di Chiara Alessandri, 44 anni, che ha ucciso a martellate, il 17 gennaio, Stefania Crotti. Voleva i domiciliari per assistere i tre figli
Tenevano i figli in gabbia, arrestati
Tenevano i figli in gabbia, arrestati
Una coppia texana in carcere per maltrattamenti, bambini scoperti in stato di denutrizione chiusi in un capannone, in condizioni igieniche indescrivibili
Guardate il volto del poliziotto ferito
Guardate il volto del poliziotto ferito
Un marocchino ha aggredito un agente massacrandolo di botte in seguito a un controllo. "Non importa, tornerò a lavorare con lo stesso impegno di prima"
"Sono un prigioniero politico, nulla di cui pentirmi"
"Sono un prigioniero politico, nulla di cui pentirmi"
Bill Cosby, 81 anni, l'ex America's Dad, in carcere per abusi sessuali si paragona a Martin Luther King e al Mahatma Gandhi: "Mi colpiscono per le mie idee politiche. Le donne che mi accusano? Mentono". Non è più in isolamento
Fa a pezzi il suo bimbo, i resti nella borsetta
Fa a pezzi il suo bimbo, i resti nella borsetta
In carcere la madre 24enne di Daniel. "Piangeva e non mi dava ascolto, l'ho colpito ed è morto, volevo nascondere il corpo, è stato un incidente, nessuno mi avrebbe creduto". La casa dell'orrore. Famiglia in apparenza normale e serena
Pamela, i genitori sfidano il killer
Pamela, i genitori sfidano il killer
"L'ho guardato negli occhi...". L'assassino in aula per la prima udienza del processo per il delitto di Macerata. La giovane fu uccisa, il corpo fatto a pezzi e infilato in due valigie, poi abbandonate in un bosco