Festa di San Giovanni? Sì, ma con giudizio

| Decisione sofferta del Comitato di sicurezza dopo la tragica notte di piazza San Carlo

+ Miei preferiti

La conferma è arrivata con un minimo di suspence: la festa per le celebrazioni di San Giovanni, Patrono della città, si farà nonostante i dubbi e le perplessità del tragico dopo-San Carlo. A deciderlo è stato il vertice del Comitato per l'ordine e la sicurezza che si è riunito questa mattina in Prefettura, confermando alcuni segnali filtrati nei giorni scorsi, che parlavano della volontà di dare un segnale forte alla città.Una scelta che era stata messa in dubbio soltanto dalla morte di Erika Pioletti, vittima della folle notte del 3 giugno scorso.

Domattina in Questura, la convalida definitiva del programma e le misure di sicurezza da adottare sabato 24 giugno in piazza Vittorio Veneto e nelle aree circostanti, con i fuochi artificiali limitati ad una durata complessiva di 32 minuti.

Le parole della Sindaca



Nel comunicato stampa ufficiale, il commento di Chiara Appendino: "In questi giorni si è dibattuto molto a riguardo delle celebrazioni di San Giovanni. Abbiamo letto e ascoltato tanti pareri e opinioni, favorevoli e contrari. Un sindaco, però, ha il dovere di tracciare un percorso e per questo, insieme alla Giunta, abbiamo deciso che le celebrazioni di San Giovanni si svolgeranno nel modo tradizionale e rappresenteranno per la città un nuovo inizio. Durante il tradizionale farò del 23, dedicheremo un momento di raccoglimento a Erika. Il direttore del Salone del Libro, Nicola Lagioia, leggerà un brano, ricordando la sfortunata ragazza. Il 24, invece, in piazza Vittorio saranno garantiti i massimi standard di sicurezza per tutte le persone che vorranno assistere ai fuochi d'artificio. Torino è una città che ha sempre saputo reagire alle difficoltà, conservando la memoria del passato ma con lo sguardo rivolto al futuro. Così, quest'anno, San Giovanni sarà lo spartiacque tra ciò che è stato e ciò che sarà, perché, se è vero che non possiamo tornare indietro e cambiare il passato, è altrettanto vero che possiamo tutti iniziare - ora - a costruire un nuovo futuro. Torino continuerà a vivere suoi eventi, a vivere le proprie piazze, ma lo farà in modo diverso, forte della dura lezione appresa in queste ultime settimane".

Cronaca
In Irlanda scoppia la guerra del tanga
In Irlanda scoppia la guerra del tanga
Il tribunale di Cork ha assolto un uomo accusato di violenza su una 17enne. Motivo: lei indossava un perizoma. E l’Irlanda è scesa in piazza
La fine di Maggy, simbolo della polizia francese
La fine di Maggy, simbolo della polizia francese
Non si stancava mai di denunciare l’ondata d’odio verso la polizia che serpeggia in Francia e l’altissimo tasso di suicidi fra i suoi colleghi. Ma poche ore fa ha scelto di fare la stessa fine
Lady Beth, la nobile con la doppia vita
Lady Beth, la nobile con la doppia vita
Violinista di talento ma anche escort d’alto bordo e tossicodipendente, la fine della giovane marchesa ridà fiato alla “maledizione dei Queensberry”
Caso Cervia, lo Stato ha sbagliato
Caso Cervia, lo Stato ha sbagliato
Il ministro Trenta dà ragione alla famiglia del sergente Davide Cervia, scomparso nel nulla 28 anni fa. "E' stato rapito" ma per anni è stata una verità negata
Salvini contro il Pipita, sia squalificato
Salvini contro il Pipita, sia squalificato
Il vice-premier era allo stadio con il figlio: "Professionisti pagati milioni non possono lasciarsi andare a scene del genere, pessimo insegnamento per i ragazzini", E gli augura una lunga squalifica
Caso Desiree, non fu omicidio
Caso Desiree, non fu omicidio
Il Tribunale del Riesame smonta in parte la tesi della procura, annullata l'accusa di omicidio per due degli arrestati, sparito lo stupro di gruppo. Domani tocca a Mamadou Gara
Il medico aggredì l'amante della moglie: processo
Il medico aggredì l
Torna in aula Matteo Cagnoni, il dermatologo dei Vip. Nel 2016 aveva ucciso la moglie Giulia Ballestri. Aveva aggredito prima del delitto il suo nuovo compagno. Nei guai anche Bossetti e Buoninconti
Londra violenta: ucciso un 15enne
Londra violenta: ucciso un 15enne
Nel giro di una settimana cinque aggressioni mortali, di cui la maggior parte verso adolescenti. Nella capitale inglese infuria una sanguinosa guerra fra gang, e la città chiede più controlli sulle strade
Targhe estere, Toninelli va all'attacco
Targhe estere, Toninelli va all
Con "Basta con i furbi", il ministro grillino vieta a chi risiede in Italia da più di 60 giorni di circolare con veicoli targati all'estero. "Finito il gioco di non pagare assicurazione e bollo in Italia"
Orrore nei lager, ex SS piange
Orrore nei lager, ex SS piange
Il 94enne Johann R., ex guardia SS nel lager di Stutthof, si è commosso di fronte alle testimonianza dei superstiti. E' sotto processo nel tribunale dei minori perché nel '44 aveva 18 anni