Gli inglesi: "Charlie resta in ospedale"

| Ma al Bambin Gesù di Roma si studiano i protocolli. Don Carmine Arice, dirigente Cei, ha promesso: "Cerchiamo una strada diversa"

+ Miei preferiti
"Pronti ad accogliere Charlie al Bambin Gesù, per coerenza, per convinzione e perchè lo comanda il cuore". Così la diocesi di Roma. Ma  i medici inglesi hanno chiuso la porta al viaggio della speranza di Charlie. Intrasportabile per le sue condizioni di salute.  "E' disumano arrivare a stabilire chi ha diritto a vivere e chi no". Don Carmine Arice, direttore dell'Ufficio Nazionale per la Pastorale della Salute della Cei, sentito da TorinoStar sul caso di Charlie, il bimbo inglese di dieci mesi nato con una rara malattia genetica che morirà in queste ore per decreto della Corte europea dei diritti umani, aveva ed ha tenuto aperto un filo di speranza, sempre che i genitori siano ancora dell'ide adi rivolgersi alle strutture sanitarie italiane e che ci siano le condizioni tecniche per il ricovero: "Il problema è che il caso rischia di fare scuola, aprendo strade di morte".  Pohe ore fa Il direttore dell'Ufficio Nazionale per la Pastorale sanitaria della Cei aveva sottolineato sottolinea come con questa vicenda si tocchi con mano "la crisi antropologica denunciata da papa Francesco con la cultura dello scarto. Si fissano parametri su ciò che è vita e dignità e su ciò che non lo è, questa è disumanità. Stiamo andando verso il principio di autodeterminazione dove i diritti individuali ("che talvolta sono solo desideri") devono essere garantiti dallo Stato". Non c'è speranza."Questo è il metro di misura di una società che, come dice a ragione il Papa, non sa prendersi cura della fragilità più estrema. Viene chiusa la porta alla speranza", dice don Arice mettendo in guardia sulle conseguenze: "Non riusciamo a dare un senso alla vita e allora si decide che va eliminata. Abbiamo avuto filosofi e studiosi che hanno invitato a non mettere al mondo figli per non farli soffrire. Questa è pura disumanità. Se pensiamo poi che oggi con la diagnosi prenatale ci sono bambini che non si fanno nemmeno nascere..".

Conclusione amara: "E' il non riconoscere che una persona, con tutte le fragilità che può avere, ha una sua dignità. La dignità è data dal fatto che si è dentro la comunità umana. Se togliamo questo punto fermo arriveremo a stabilire chi ha diritto a vivere e chi no". Come accaduto con il piccolo Charlie. E "il punto drammatico - dice con preoccupazione don Arice - è che decisioni come quella del piccolo Charlie finiscono per fare scuola".

Cronaca
"La festa è andata bene"
Il piano diabolico per uccidere Stefania
"La festa è andata bene"<br>Il piano diabolico per uccidere Stefania
Uccisa con pinze e martello, la trappola studiata nei dettagli con grande psicologia, il depistaggio maldestro, i tre figli abbandonati al loro destino. Tutto per vendicarsi della donna che si era ripresa il marito. Le chat dopo il delitto
Bendata e con una rosa in mano
la trappola dell'assassina
Bendata e con una rosa in mano<br>la trappola dell
L'amico credeva di averla invitata a una "festa a sorpresa", organizzata da Stefano Del Bello. Ma era una trappola. Confessa Chiara Alessandri: "Non volevo ucciderla...". Il tatuaggio: "Liberi di sbagliare, liberi di ricominciare"
"Martina ancora non sa niente"
"Martina ancora non sa niente"
Il marito di Stefania Crotti: "Ora devo solo pensare a lei, ci faremo aiutare dagli psicologi, quando non è arrivata a casa ci eravamo subiti preoccupati. Stefania non si sarebbe mai allontanata da sua figlia"
Gelosia, odio e disperazione
Così Chiara ha ucciso Stefania
Gelosia, odio e disperazione<br>Così Chiara ha ucciso Stefania
Potrebbe averlo fatto per vendicarsi dell'ex amante che l'aveva scaricata e che voleva ricostruire la sua famiglia. Agguato premeditato, la distruzione del cadavere forse un gesto rituale. La donna già in carcere. C'è un complice?
Pedofilo liberato, subito ucciso dai vicini
Pedofilo liberato, subito ucciso dai vicini
Nel 1985, l'uomo aveva stuprato e ucciso un bimbo di 17 mesi. Condannato all'ergastolo, era stato liberato. Ai vicini aveva detto una bugia sui reati commessi. Smascherato da Google, è stato pugnalato a morte con 150 coltellate
Non le dà codice telefono, brucia vivo marito
Non le dà codice telefono, brucia vivo marito
Una donna indonesiana arrestata dopo una lite. Lei voleva vedere il contenuto dello smartphone, ma lui si è rifiutato. Lo ha cosparso di benzina e poi gli ha dato fuoco con l'accendino. Morto
Studentessa uccisa, stava telefonando alla sorella
Studentessa uccisa, stava telefonando alla sorella
Misterioso delitto a Melbourne, una 21enne rapita, stuprata e pugnalata a morte mentre telefonava alla sorella che ha sentito in diretta il momento in cui è stata aggredita. La polizia: "Forse aggressione sessuale"
Baldini disperato, usano la mia immagine
Baldini disperato, usano la mia immagine
Siti e "giornalisti" hanno diffuso sul web una serie di articoli in cui l'ex spalla di Fiorello annuncia trionfalmente di essersi arricchito con i bitcoin. Ma è una truffa. Lui li ha denunciati alla polizia postale. Senza risultato
"Le donne abusate? Si sono anche divertite"
"Le donne abusate? Si sono anche divertite"
L'ex governatore del Michigan, presidente dell'università omonima, costretto a dimettersi dopo le sorprendenti dichiarazioni sulle atlete abusate dal medico Larry Nassar. "Hanno avuto premi e riconoscimenti"
"Hai fatto sesso con la mia compagna"
"Hai fatto sesso con la mia compagna"
Pista passionale nel sequestro da parte di un marocchino armato di un operaio 45enne di Gavardo, Brescia. I due sono spariti nella notte e li cercano nei boschi zona. Ipotesi delitto-suicidio ma nessuna certezza