Gli scatti che fanno la storia

| Torino ospita 150 fotografie vincitrici del World Press Photo, il prestigioso concorso nato per difendere il diritto di raccontare la verità

+ Miei preferiti
Di Davide Cucinotta

Il mondo non cambierà mai invano, finché ci sarà qualcuno a scattare una foto. È in fondo questa, la lezione che tramanda di generazione in generazione il "World Press Photo", il più prestigioso concorso di fotografia del mondo, nato a Amsterdam nel lontano 1955 per salvare l'idea scomoda del fotogiornalismo, e insieme la libertà di informazione, di inchiesta e di espressione, principi oggi inalienabili per buona parte del mondo.

Un concorso che rappresenta un traguardo prestigioso per chiunque ami raccontare storie senza bisogno di parole, che ogni anno riunisce gli scatti, spesso cruenti, di testate come National Geographic, BBC, CNN, Le Monde, Times, The Guardian, New York Times ed El Pais, prestigiose testate che fanno di tutto per assicurarsi una delle categorie in cui è suddiviso il concorso: Contemporary Issues, Environment, General News, Long-Term Projects, Nature, People, Sports e Spot News.

L'edizione del 2017, partita dalla monumentale cifra di 80.000 foto, scattate da 5.034 fotografi di tutto il mondo, ha premiato "An Assassination in Turkey - Mevlüt Mert Altıntaş", crudissimo e attuale scatto di Burhan Ozbilici, 59 anni, fotografo dell'agenzia di stampa americana "Associated Press", che il 19 dicembre 2016 ha ripreso i drammatici attimi del gesto di Mevlut Mert Altinas, agente fuori servizio che aveva appena freddato l'ambasciatore russo in Turchia. Un'immagine entrata direttamente nei libri di storia, una delle testimonianze più efficaci dei profondi mali che tolgono la pace a questo pianeta. Uno scatto che ha richiesto anche un enorme sangue freddo da parte di Ozbilici, capace di impugnare la macchina fotografica mentre intorno a lui si scatenava l'inferno.

Ed è stato proprio il fotoreporter turco, l'ospite che inaugurato una mostra, dedicata al "World Press Photo", ospitata da venerdì 3 a domenica 26 novembre negli spazi del Mastio della Cittadella di Torino, l'ex fortezza sabauda all'angolo fra corso Galileo Ferrari e via Cernaia.

La mostra, articolata in 150 foto, tutte vincitrici del prestigioso concorso fotografico, sono state selezionate per l'occasione da una giuria internazionale e portate a Torino da "Cime", con il sostegno del brand "Lancia Ypsilon" e il patrocinio di Comune e Regione Piemonte.

Quattro gli scatti di fotoreporter italiani in mostra: Antonio Gibotta, autore di "Infarinati", Francesco Comello, con "Isola della salvezza", Alessio Romenzi, autore di "Non prendiamo prigionieri" e Giovanni Capriotti, vincitore del primo premio per la categoria Sport, nella sezione ‘Storie'.

 

GLI EVENTI

VENERDÌ 3 NOVEMBRE

Ore 18.00: inaugurazione (su invito) con le istituzioni e Burhan Ozblici, vincitore del World Press Photo of the Year 2017.

Ore 20.00: apertura al pubblico.

SABATO 4 NOVEMBRE

Apertura straordinaria fino alle 24.00 in occasione della Notte delle Arti

Ore 17.00: Public Lecture con Burhan Ozblici

Ore 21.30: Live concert - Estel Luz.

GIOVEDÌ 9 NOVEMBRE

Ore 19.30: USA 2017, politica, società e cultura dell'America di oggi, con Stephen Amidon, Andrea Marinelli e Lorenzo Pregliasco.

VENERDÌ 10 NOVEMBRE

Ore 19.00: GOONJ (Italia) - Sonorizzazione speciale della Mostra.

SABATO 11 NOVEMBRE

Ore 16.00: Public Lecture con Antonio Gibotta

Vincitore del World Press Photo 2017 - 2° premio Storie, categoria People.

GIOVEDì 16 NOVEMBRE

Ore 18.30: Caporetto 100 anni dopo: La storia della "Dodicesima battaglia sull'Isonzo".

VENERDÌ 17 NOVEMBRE

Ore 19.00: KORA SAX DUO (Italia / Senegal), intervento musicale di Gianni Denitto e Cheikh Fall.

SABATO 18 NOVEMBRE

Ore 17.00: Public Lecture con Francesco Comello

Vincitore del World Press Photo 2017 – 3° premio, categoria Daily Life Stories.

GIOVEDÌ 23 NOVEMBRE

Ore 20.30: Presentazione del libro "Non è lavoro, è sfruttamento", con l'autrice Marta Fana e Maurizio Landini.

VENERDÌ 24 NOVEMBRE

Ore 19.00: Quintetto Pentafiati (Italia) Musica classica e contemporanea.

SABATO 25 NOVEMBRE

Ore 17.00: Public Lecture con Mathieu Willcocks

Vincitore 3° premio, categoria Spot News.

DOMENICA 26 NOVEMBRE

Ore 18.00: Serata Conclusiva

 

Info pratiche

WORLD PRESS PHOTO

Mastio della Cittadella di Torino

3 - 26 novembre 2017

Orari

Lunedì-mercoledì 10-20, giovedì-domenica 10-22

Biglietti

Intero: 8,50 euro

Ridotto: 6,50 euro per under 25 e over 65, muniti di documento.

Ridotto scuole: 5 euro (previa prenotazione).

Abbonamento "torna quando vuoi": 15 euro.

Gratuito per accompagnatori di visitatori diversamente abili.

Informazioni:

Web: www.worldpressphototorino.it

E-mail: info@worldpressphototorino.it

Facebook: www.facebook.com/WorldPressPhotoTorino

Instagram: www.instagram.com/worldpressphototorino
Telefono:
+39.3339471590

Cronaca
Tutti i misteri di Imane
Tutti i misteri di Imane
La fine della modella 34enne sempre più simile a una spy-story dai contorni inquietanti. L’autopsia cercherà di dare una risposta alla fine, ma se la cautela è tanta, i timori non mancano
È finito l’incubo di Utrecht
È finito l’incubo di Utrecht
Arrestato l’attentatore, si sgonfia l’ipotesi della vendetta terroristica alla strage in Nuova Zelanda. Il 37enne di origine turca conosciuto in zona per problemi di instabilità
“Nuovi elementi
per riaprire il processo Bossetti”
“Nuovi elementi<br>per riaprire il processo Bossetti”
Ezio Denti, consulente investigativo della difesa del muratore di Mapello condannato all’ergastolo per la morte di Yara Gambirasio, racconta di avere in mano nuovi elementi “molto forti”
Il caso di Ilaria Alpi verso l’archiviazione
Il caso di Ilaria Alpi verso l’archiviazione
Per la seconda volta, la procura di Roma ha richiesto al gip l’archiviazione dell’inchiesta per mancanza di nuovi elementi. Di tutt’altro parere gli avvocati della famiglia Alpi
Caso Sarti, il video hot è una squallida fake
Caso Sarti, il video hot è una squallida fake
Solidarietà totale alla parlamentare grillina (al di là delle idee politiche), vittima di una campagna diffamatoria di rara violenza e volgarità. Nel video porno c'è una donna tatuata e con una voce totalmente diversa
Ikea furti e ricettazione, 10 licenziati
Ikea furti e ricettazione, 10 licenziati
Accade a Corsico, i dipendenti avrebbe venduto a parenti e amici mobili e altro cambiando i codici a barre con il prezzo di bottiglie d'acqua e oggetti di scarso valore. Provvedimenti disciplinari per altri 22
Gli otto italiani vittime del volo ET302
Gli otto italiani vittime del volo ET302
Sono soprattutto volontari di Ong, i nostri connazionali morti nel tragico schianto di questa mattina. Istituita una commissione d’inchiesta, le famiglie avvisate dalla Ethiopian Airlines
Abusi sessuali su minori, in cella anche la madre
Abusi sessuali su minori, in cella anche la madre
Quattro bambini disabili sono stati abusati dalla madre, con la complicità del compagno e di un pregiudicato. vivono in condizioni di degrado indescribivibili. Ora sono stati affidati a una casa.famiglia
"Accertate se Cagnoni è sano di mente"
"Accertate se Cagnoni è sano di mente"
La difesa del dermatologo Ravenna condannato all'ergastolo in promo grado per avere ucciso la moglie Giulia Balestri punta a una perizio peoschiatrica prima dell'appello. Ma sostengono anche la sua innocenza
Pamela sezionata da viva
Pamela sezionata da viva
Orrore in Corte d'Assise, l'ex compagno di cella di Innocent Oseghale rivela le confidenze del nigeriano. "Mentre tagliava una gamba lei si lamentava e le diede una seconda coltellata". Violentata e fatta a pezzi