Horror-Baby sitter, porta bimba morta al Mac Donald

| Si era accorta che non respirava più, l'ha rivestita e poi è andata al ristorante con il fidanzato. La madre credeva che dormisse invece non respirava più. "Non ho avuto il coraggio di dirglielo, ma non l'ho uccisa io"

+ Miei preferiti

Marissa Tietsort, 28 anni, di Wausau, Wisconsin, è una singolare bay sitter. Quando scopre che la bimba che le era stata affidata era morta, ha pensato bene di rivestirla con una tuta da sci e l’ha portata insieme al suo fidanzato, al McDonald sotto casa, come se niente fosse. La madre si è accorta che la piccola era morta solo quando lei l'ha riportata a casa, senza dirle per cosa era successo. Forse sperava se ne accorgesse dopo. “Credevo fosse addormentata, aveva un cappello sul volto, poi mi sono accorta che non respirava, era già fredda e rigida”, ha detto la madre alla polizia. Solo dopo ha scoperto che la baby sitter aveva precedenti per violenze sui suoi figli e che era sotto processo per abusi. Marissa si è difesa dicendo che la bimba era morta per cause naturali, lei se n’era accorta ma non aveva avuto il coraggio di dirlo alla madre. Dopo la sosta al Mc Donald, era andata a farsi una nuotata in piscina con il fidanzato all’interno di un hotel della zona. Adesso è in carcere accusata di omicidio. La polizia sospatta che l'abbia soffocata. 

I genitori sono sotto choc: ”Avevo assunto Marissa per due settimane come babysitter, e non ho mai pensato di fare dei controlli su di lei, perché era amica di una persone di fiducia. Anche lei ha avuto un bambino, così ho pensato che fosse sicura. Ora molti pensano che avrei potuto impedirlo… ma non avrei mai pensato che sarebbe finita in questo modo”.

Cronaca
Anche il vicesindaco Frongia
indagato per corruzione
Anche il vicesindaco Frongia<br>indagato per corruzione
Assessore allo sport, fedelissimo della sindaca Raggi, il suo nome è stato fatto dal costruttore Parnasi all’interno dell’inchiesta sullo stadio della Roma
In manette Marcello De Vito il grillino contro la corruzione
In manette Marcello De Vito il grillino contro la corruzione
Il presidente del Consiglio Comunale di Roma Capitale è stato arrestato insieme all’avvocato Mazzacapo: avrebbero favorito i progetti del costruttore Parnasi. Indagati altri imprenditori
Nicoletta è stata uccisa
Nicoletta è stata uccisa
Il corpo della giovane siciliana scomparsa domenica scorsa, è stato ritrovato nella notte. A indicarlo la coppia che ha confessato l’omicidio: ancora sconosciuto il movente
Nuova Zelanda, il killer aveva un terzo obiettivo
Nuova Zelanda, il killer aveva un terzo obiettivo
Lo ha rivelato la polizia, mentre nel paese sono iniziati i primi funerali e la premier annuncia un giro di vite dell’intelligence e sulla vendita delle armi
Tutti i misteri di Imane
Tutti i misteri di Imane
La fine della modella 34enne sempre più simile a una spy-story dai contorni inquietanti. L’autopsia cercherà di dare una risposta alla fine, ma se la cautela è tanta, i timori non mancano
“Nuovi elementi
per riaprire il processo Bossetti”
“Nuovi elementi<br>per riaprire il processo Bossetti”
Ezio Denti, consulente investigativo della difesa del muratore di Mapello condannato all’ergastolo per la morte di Yara Gambirasio, racconta di avere in mano nuovi elementi “molto forti”
Il caso di Ilaria Alpi verso l’archiviazione
Il caso di Ilaria Alpi verso l’archiviazione
Per la seconda volta, la procura di Roma ha richiesto al gip l’archiviazione dell’inchiesta per mancanza di nuovi elementi. Di tutt’altro parere gli avvocati della famiglia Alpi
Caso Sarti, il video hot è una squallida fake
Caso Sarti, il video hot è una squallida fake
Solidarietà totale alla parlamentare grillina (al di là delle idee politiche), vittima di una campagna diffamatoria di rara violenza e volgarità. Nel video porno c'è una donna tatuata e con una voce totalmente diversa
Ikea furti e ricettazione, 10 licenziati
Ikea furti e ricettazione, 10 licenziati
Accade a Corsico, i dipendenti avrebbe venduto a parenti e amici mobili e altro cambiando i codici a barre con il prezzo di bottiglie d'acqua e oggetti di scarso valore. Provvedimenti disciplinari per altri 22
Gli otto italiani vittime del volo ET302
Gli otto italiani vittime del volo ET302
Sono soprattutto volontari di Ong, i nostri connazionali morti nel tragico schianto di questa mattina. Istituita una commissione d’inchiesta, le famiglie avvisate dalla Ethiopian Airlines