Il gran giorno di Ariana Grande

| Vero banco di prova dopo la notte di piazza San Carlo, il concerto della popstar americana è uno degli eventi più blindati dell'estate

+ Miei preferiti
Di Davide Cucinotta

Fan in attesa fin dalle prime ore del mattino di fronte ai cancelli del Pala Alpitour, dove questa sera, con inizio alle ore 20.30 salirà sul palco Ariana Grande, la giovane artista americana (di chiare origini italiane) che conclude le 15 tappe europee del suo lungo tour mondiale, funestato dai tragici fatti della Manchester Arena del 22 maggio scorso.

Insieme all'appuntamento delle celebrazioni di San Giovanni, il prossimo 24 giugno, il concerto di questa sera (11.417 i biglietti venduti da mesi) è considerato un banco di prova per le nuove norme di sicurezza emesse dopo i fatti di piazza San Carlo, costati la vita a Erika Pioletti.

Per il concerto della star americana, oltre alle disposizioni emanate dal Viminale, è stato lo stesso management dell'artista a pretendere una serie di restrizioni che vietano l'introduzione di zaini e borse di alcun tipo, a meno che non si tratti di contenitori trasparenti e non più grandi di un foglio A4. Interdetti anche spray, bottiglie, caschi e aste per i selfie, ombrelli e soprattutto bevande alcoliche, lattine, vetro, videocamere, macchine fotografiche, tablet, pattini, tende, sacchi a pelo e borracce di metallo. Gli ingressi saranno presidiati dalle forze di polizia con la presenza di metal detector, con apertura dei cancelli prevista per le ore 18, oltre 160 gli steward addetti alla sicurezza.

Del tutto analoghe le misure che presumibilmente adottate per le celebrazioni di San Giovanni, altra data sensibile per la giunta della sindaca Appendino, finita nel vortice della polemica dopo la folle notte di piazza San Carlo. Per i tradizionali fuochi artificiali di piazza Vittorio, che attirano da sempre migliaia di persone, si attende di conoscere in dettaglio l'organizzazione della serata, che dovrà necessariamente tener conto delle nuove disposizioni del Viminale che obbligano a dividere i luoghi degli eventi di massa in settori quadrati, con tornelli di accesso, controlli stringenti, vie di fuga segnalate e spazio per il passaggio dei mezzi di soccorso. 

Cronaca
Mostro o ex? Lo strano caso Brega-Massone
Mostro o ex? Lo strano caso Brega-Massone
Dall’ergastolo del primo grado ai 15 anni che chiudono il processo bis a carico di Pier Paolo Brega Massone: per i giudici si è trattato di omicidi preterintenzionali
La vita spericolata di Rossi junior
La vita spericolata di Rossi junior
Processo a gennaio per il figlio di Vasco. Alla guida di un'Audi aveva saltato uno stop investendo una Panda con due ragazze a bordo. Poi se n'era andato. Nei guai anche l'amico che voleva sostituirsi a lui
Prete molestatore, la curia lo sospende
Prete molestatore, la curia lo sospende
Scandalo a Gorizia, il sacerdote avrebbe molestato sessualmente una donna in difficoltà. Smascherato dalle Iene
Raffica di condanne per la morte di Hélène Pastor
Raffica di condanne per la morte di Hélène Pastor
La ricchissima ereditiera monegasca fu assassinata quattro anni fa davanti ad un ospedale di Nizza. Le indagini hanno permesso di risalire a tutti i componenti del piano, condannati con pene pesanti dal tribunale
Emilia, scoperto arsenale partigiano
Emilia, scoperto arsenale partigiano
Armi paracadutate durante la guerra civile, conservate in un tubo di cemento poi sepolto in un campo. Sono intervenuti gli artificieri
Coppia investita da gommone-pirata
Coppia investita da gommone-pirata
Erano a bordo di un gozzo a motore quando sono stati investiti da un gommone con tre persone a bordo che, invece di soccorrere i feriti, uno grave, sono fuggiti. Le indagini della Capitaneria. E' accaduto a Posillipo
"Conteso tra moglie e amante
avevo scelto la famiglia"
"Conteso tra moglie e amante<br>avevo scelto la famiglia"
Fabrizio Pasini abbandona la prima versione e spiega perché ha ucciso Manuela Bailo: "Mia moglie mi telefonava, lei urlava, ho perso la testa". Un femminicidio da manuale. Ma l'assassino mente ancora
Modena, forse è un serial killer
Modena, forse è un serial killer
I carabinieri riaprono il fascicolo di una 75enne uccisa a bastonate in un parco, confronto con il Dna di Raffaele Esposito, in cella per avere ucciso una prostituta
Bossetti, ergastolo definitivo
Bossetti, ergastolo definitivo
Il procuratore: "L'ha lasciata morire da sola". Gli avvocati: "Negato un secondo esame del Dna, processo viziato dai media". Il muratore uccise Yara il 26 febbraio 2011. La Cassazione conferma le condanne di 1 e 2 grado
Scontri Val Susa: 30 anni ai No tav
Scontri Val Susa: 30 anni ai No tav
Pene quasi dimezzate rispetto alle richieste del pm: 20 mesi a Nicoletta Dosio. Fuori dal tribunale un presidio, all’interno anche la consigliera regionale M5S Frediani