Il silenzio degli assenti Venaria ghost city

| La città della Reggia è immobile, totalmente arresa di fronte ad una cintura fortificata e invalicabile. Ma mentre il G7 entra nel vivo, preparandosi ad accogliere i ministri del lavoro, tutto sembra passare in secondo piano

+ Miei preferiti
Di Davide Cucinotta

Da una parte l'imponente apparato di sicurezza messo in piedi per il G7, dall'altro le inquietanti promesse tuonate dai manifestanti. In mezzo, a far da rete nel delicato ping-pong dei sei giorni della tappa piemontese del G7, gli abitanti di Venaria. Un tranquillo comune di 34 mila anime o poco più, a metà fra la campagna e la città, uno dei due posti in Italia a poter vantare l'appellativo di "Reale".

Via Andrea Mensa, la lunga strada pedonale del centro storico intitolata ad un partigiano fucilato nel 1945, è sotto assedio. Difficile incrociare qualcuno che passi per caso: pochi i curiosi che giusto per capire cosa succede si spingono fino alla barriera formata da polizia e carabinieri che presidiano l'ingresso principale della Reggia. E ancora meno sono le signore con le borse della spesa in giro per le botteghe che, invece di puntare su sconti e promozioni, preferiscono scrivere a chiare lettere "Siamo aperti", nel caso qualcuno avesse il dubbio.

Il resto semplicemente, non c'è: ogni stradina è disseminata di camionette, pantere, gazzelle, blindati e agenti in divisa antisommossa che parlottano tra loro, tra il fresco della mattina e il caldo che sale insieme alle ore della giornata.

Basta entrare in qualche negozio e buttare lì l'amo, perché inizi una sequela di lamentele: invece di incrementare il giro d'affari, il G7 ha fatto scappare i pochi clienti. "Dovevano farlo a Torino e lasciare la Reggia ai turisti: per sei giorni è tutto chiuso, ce l'hanno requisita".

In giro non c'è quasi nessuno e i locali intorno alla Reggia, se tutto l'anno ringraziano il cielo per la posizione, nei sei giorni del G7 pagano lo scotto di un inevitabile processo di desertificazione.

È come se per la città fosse circolato un passaparola: stiamo lontani da lì e mettiamoci pazienza, che sei giorni passano in fretta. Un effetto comprensibile: ogni volta che i ministri scelgono di ritrovarsi e chiacchierare un po', scoppia qualche casino. E beccarsi una manganellata è una causa/effetto da evitare con grande cura.

In realtà, a meno di tre giorni dalla fine, anche se è difficile tirare già le prime somme, sembra quasi che il G7 di Venaria stia passando in un silenzio imbarazzante. I telegiornali tendono a relegare la notizia al fondo, poco prima di Baglioni che dirige Sanremo, e se proprio devono parlarne è per qualche parola un po' più forte scappata ad un ministro. Perfino la cena per la stampa organizzata dall'Unione Industriale è saltata miseramente: giornalisti stranieri da queste parti neanche uno. E presentare le specialità piemontesi ad una stampa che conosce tutto a menadito sembrava più uno scherzo.

Cronaca
Pedofilo liberato, subito ucciso dai vicini
Pedofilo liberato, subito ucciso dai vicini
Nel 1985, l'uomo aveva stuprato e ucciso un bimbo di 17 mesi. Condannato all'ergastolo, era stato liberato. Ai vicini aveva detto una bugia sui reati commessi. Smascherato da Google, è stato pugnalato a morte con 150 coltellate
Non gli dà codice telefono, brucia vivo marito
Non gli dà codice telefono, brucia vivo marito
Una donna indonesiana arrestata dopo una lite. Lei voleva vedere il contenuto dello smartphone, ma lui si è rifiutato. Lo ha cosparso di benzina e poi gli ha dato fuoco con l'accendino. Morto
Studentessa uccisa, stava telefonando alla sorella
Studentessa uccisa, stava telefonando alla sorella
Misterioso delitto a Melbourne, una 21enne rapita, stuprata e pugnalata a morte mentre telefonava alla sorella che ha sentito in diretta il momento in cui è stata aggredita. La polizia: "Forse aggressione sessuale"
Baldini disperato, usano la mia immagine
Baldini disperato, usano la mia immagine
Siti e "giornalisti" hanno diffuso sul web una serie di articoli in cui l'ex spalla di Fiorello annuncia trionfalmente di essersi arricchito con i bitcoin. Ma è una truffa. Lui li ha denunciati alla polizia postale. Senza risultato
"Le donne abusate? Si sono anche divertite"
"Le donne abusate? Si sono anche divertite"
L'ex governatore del Michigan, presidente dell'università omonima, costretto a dimettersi dopo le sorprendenti dichiarazioni sulle atlete abusate dal medico Larry Nassar. "Hanno avuto premi e riconoscimenti"
"Hai fatto sesso con la mia compagna"
"Hai fatto sesso con la mia compagna"
Pista passionale nel sequestro da parte di un marocchino armato di un operaio 45enne di Gavardo, Brescia. I due sono spariti nella notte e li cercano nei boschi zona. Ipotesi delitto-suicidio ma nessuna certezza
Uccide bimbo schiacciandolo nell'auto
Uccide bimbo schiacciandolo nell
Alfie aveva 3 anni e "faceva troppo rumore" durante il viaggio. Il fidanzato della madre per due volte ha spinto indietro il sedile e alla fine lo ha soffocato. La mamma non ha fatto nulla per salvarlo. Rispondono entrambi di omicidio
La falsa storia del povero senzatetto
La falsa storia del povero senzatetto
In tre si erano inventati una storia commovente virale sul web: un barbone aveva donato i suoi ultimi 20 dollari a una donna con l'auto senza benzina. Raccolti 400 mila dollari per aiutarlo. Arrestato per truffa, complici denunciati
Hanno causato 28 fratture al figlio di 4 mesi
Hanno causato 28 fratture al figlio di 4 mesi
Genitori condannati a 8 anni di carcere nel Sussex: avevano picchiato il loro bimbo provocandogli "lesioni spaventose" perché piangeva troppo. Adesso è stato adottato e si sta riprendendo. Le dure parole del giudice
"Il razzismo la paga cara"
"Il razzismo la paga cara"
L'ex ministro del governo Letta, la dottoressa Cecile Kyenge, commenta così la condanna in primo grado del ministro leghista Calderoli che l'aveva definita "un orango". Vincere il razzismo in modo pacifico e legale