Intossicati Asti, proprio sicuri che la colpa sia del ristoratore e non dei fornitori?

| Al centro dell'inchiesta le analisi sulla fornitore, il noto locale potrebbe essere la prima vittima insieme alle decine di clienti

+ Miei preferiti
"Cantaluka", come lo chiamano nel mondo dei rally, dove il suo è un nome di quelli che contano fin dagli esordi, nel lontano 1993, è un fiume in piena. Insieme alla sua famiglia, dal 2010 è il titolare della "Locanda delle Antiche Sere", un ristorante fra i più celebri della zona, raffinato ed elegante, immerso fra la quiete delle colline astigiane.

Un posto particolarmente ricercato per cerimonie, dove ogni anno passano migliaia e migliaia di ospiti: esattamente come il matrimonio di Fabrizio e Valentina, una coppia di Alpignano che ha scelto il ristorante per la propria festa di nozze, in compagnia di 120 invitati.

I fatti sono noti: il lunedì successivo, una trentina di invitati hanno accusato disturbi e malori di varia intensità, ma comunque tali da spingersi a rivolgersi a strutture di pronto soccorso e guardie mediche. Particolarmente grave appare subito Pierino Magnelli, 77 anni, lo zio dello sposo che trasportato alle Molinette di Torino, muore nella notte fra martedì e mercoledì per cause ancora da accertare.

In molti, all'inizio, hanno puntato il dito contro alcune portate a base di pesce, ma dalle prime analisi effettuate dai Nas di Alessandria, coordinati dal procuratore di Asti Alberto Perduca, le cause potrebbero anche risiedere in altri piatti.

Ma tanto è bastato per crocifiggere mediaticamente Cantaluka, che supportato dai suoi tantissimi fans, ha scelto di reagire prendendosela con il processo sommario che tanti media hanno scatenato sul suo nome. Ancora tutta da accertare, in effetti, è la filiera del cibo, sicuramente acquistato da un fornitore e poi preparato nelle cucine del ristorante.

Ma se da una parte il ristoratore è indagato per omicidio colposo, è anche vero che si tratta di un atto dovuto, come hanno sottolineato Piermario Morra e Nicola Calleri, difensori di Cantamessa.

Proprio oggi, intanto, è fissata l'autopsia dell'unica vittima, mentre si attendono i risultati degli avanzi di cibo sequestrati dai Nas.

«Siamo distrutti: questa cosa ci è caduta addosso come una bomba e ancora non sappiamo neppure che cosa sia successo. Soprattutto non sappiamo se davvero la colpa sia del cibo - ha dichiarato Cantamessa al quotidiano La Stampa - nel menù c'era solo un piatto di mare con polpo e patate, che peraltro ho mangiato anche io».


Cronaca
Mostro o ex? Lo strano caso Brega-Massone
Mostro o ex? Lo strano caso Brega-Massone
Dall’ergastolo del primo grado ai 15 anni che chiudono il processo bis a carico di Pier Paolo Brega Massone: per i giudici si è trattato di omicidi preterintenzionali
La vita spericolata di Rossi junior
La vita spericolata di Rossi junior
Processo a gennaio per il figlio di Vasco. Alla guida di un'Audi aveva saltato uno stop investendo una Panda con due ragazze a bordo. Poi se n'era andato. Nei guai anche l'amico che voleva sostituirsi a lui
Prete molestatore, la curia lo sospende
Prete molestatore, la curia lo sospende
Scandalo a Gorizia, il sacerdote avrebbe molestato sessualmente una donna in difficoltà. Smascherato dalle Iene
Raffica di condanne per la morte di Hélène Pastor
Raffica di condanne per la morte di Hélène Pastor
La ricchissima ereditiera monegasca fu assassinata quattro anni fa davanti ad un ospedale di Nizza. Le indagini hanno permesso di risalire a tutti i componenti del piano, condannati con pene pesanti dal tribunale
Emilia, scoperto arsenale partigiano
Emilia, scoperto arsenale partigiano
Armi paracadutate durante la guerra civile, conservate in un tubo di cemento poi sepolto in un campo. Sono intervenuti gli artificieri
Coppia investita da gommone-pirata
Coppia investita da gommone-pirata
Erano a bordo di un gozzo a motore quando sono stati investiti da un gommone con tre persone a bordo che, invece di soccorrere i feriti, uno grave, sono fuggiti. Le indagini della Capitaneria. E' accaduto a Posillipo
"Conteso tra moglie e amante
avevo scelto la famiglia"
"Conteso tra moglie e amante<br>avevo scelto la famiglia"
Fabrizio Pasini abbandona la prima versione e spiega perché ha ucciso Manuela Bailo: "Mia moglie mi telefonava, lei urlava, ho perso la testa". Un femminicidio da manuale. Ma l'assassino mente ancora
Modena, forse è un serial killer
Modena, forse è un serial killer
I carabinieri riaprono il fascicolo di una 75enne uccisa a bastonate in un parco, confronto con il Dna di Raffaele Esposito, in cella per avere ucciso una prostituta
Bossetti, ergastolo definitivo
Bossetti, ergastolo definitivo
Il procuratore: "L'ha lasciata morire da sola". Gli avvocati: "Negato un secondo esame del Dna, processo viziato dai media". Il muratore uccise Yara il 26 febbraio 2011. La Cassazione conferma le condanne di 1 e 2 grado
Scontri Val Susa: 30 anni ai No tav
Scontri Val Susa: 30 anni ai No tav
Pene quasi dimezzate rispetto alle richieste del pm: 20 mesi a Nicoletta Dosio. Fuori dal tribunale un presidio, all’interno anche la consigliera regionale M5S Frediani