Killer albanese catturato a Rotterdam

| Aveva ucciso a calci e pugni un marocchino due anni fa a Torino perché aveva infastidito alcune prostitute protette dal racket. Era latitante da due anni, i complici sono già in cella, condannati a 16 anni

+ Miei preferiti

Gli investigatori dello Scip (Servizio per la Cooperazione Internazionale di Polizia del Dipartimento della Pubblica Sicurezza)  ha arrestato a Rotterdam, nella giornata di sabato scorso,  Bojken Zeqo, 30enne albanese, in esecuzione di un mandato d’arresto europeo omicidio volontario e rapina aggravata. I fatti risalgono alla notte del 12 gennaio 2015, quando ad altre sei persone, avrebbe pestato a morte il 24enne cittadino marocchino Said WADDOUD, reo di aver infastidito alcune prostitute delle quali lo Zeqo e i suoi fungevano da ‘protettori’. 

La vittima si trovava a bordo dell’ auto di un suo amico che venne prima tamponata, poi inseguita e infine bloccata da alcune auto. Da queste, era sceso un gruppo di stranieri dell’Est Europa, che aggredì i due. Mentre l’amico riuscì a fuggire, Said venne violentemente percosso a morte. Due persone, un trentenne albanese e un ventinovenne bulgaro, furono fermati dalla polizia poco dopo l’aggressione. Le indagini condotte dalla  Mobile di Torino permisero di identificare tutti gli aggressori, tcompreso Bojken Zeqo arrestato la scorsa settimana a Rotterdam. L'arresto frutto dell’attività di raccordo con le law enforcement olandesi da parte della SOI - Sala Operativa Internazionale e della Divisione S.I.Re.N.E. della Criminalpol che hanno permesso in tempo reale lo scambio informativo e la corretta identificazione di Bojken Zeqo. Poi la condanna a sedici anni di carcere, decisa dal giudice Elena Rocci per Rakipaj Ogert, 27 anni, accusato di omicidio (aggravato dalla crudeltà e dai futili motivi) per la morte di Said Wahdoud, 24 anni, marocchino, ucciso la notte del 12 gennaio a calci e pugni da cinque uomini in via Borgomasino. Per Ogert, il pm Emanuela Pedrotta aveva chiesto l’ergastolo. Con Ogert, era finito in carcere l’amico Malinov Veselin, di 26, bulgaro, che ha scelto il processo in corte d’assise. Altri quattro personaggi sono latitanti. Per loro, niente processo. . Secondo la ricostruzione della Squadra Mobile, Said Wahdoud era in auto con l’amico Mohamed E. S., sospettato dalla polizia di essere un trafficante di droga. Tanto che gli investigatori gli avevano piazzato un segnalatore gps sull’auto. Con ogni probabilità, i due nordafricani hanno infastidito alcune prostitute che lavorano in via Sansovino. 

Cronaca
Disability day, un parco davvero per tutti
Disability day, un parco davvero per tutti
Attrezzature, giochi e accessi nei parchi pubblici devono essere inclusivi per tutti e non solo per i disabili. Disability Pride Onlus e Anmil: "Sensibilizzare i cittadini". Iniziative a New York, Brighton e Roma
Condannata No Vax per le fake news
Condannata No Vax per le fake news
Attivista aveva scritto informazioni errate su manifesti affissi a Modena. Il Tribunale l'ha condannata a una sanzione di 400 euro: "21.658 bambini danneggiati dai vaccini" ma erano solo le segnalazioni Aifa. Procurato allarme
"Ecco tutta la verità su Pamela"
"Ecco tutta la verità su Pamela"
Oseghale, l'unico rimasto in carcere per la 18enne romana uccisa e fatta a pezzi a Macerata il 30 gennaio pronto a collaborare con la giustizia dopo che ha saputo della nascita della sua seconda figlia
Cosche in guerra, 38 arresti
Cosche in guerra, 38 arresti
Le famiglie di Rosarno che si contendono il narcotraffico in Europa si contendono il controllo del territorio con agguati, attentanti e intimidazioni
Sparano ai neri con pistola soft-air
Sparano ai neri con pistola soft-air
Mediatore denuncia: "Anche una donna nigeriana ferita dai proiettili". Il primo caso due giorni fa. Colpito ivoriano in bicicletta
Vu' cumpra' e clienti on the beach: multe da paura
Vu
Sanzioni per chi compra ma sopratutto per chi vende. Lo staff di Salvini pronto a una stretta: da 100 a 7 mila euro per l'acquirente, sino a 15 mila per i venditori
Gas nervino, chiuso ostello a Salisbury
Gas nervino, chiuso ostello a Salisbury
Due ospiti contaminati dal veleno in ospedale ma non sono gravi. Chiusa la struttura, allontanati tutti i residenti. Polemiche sui mancati controlli medici. Forse il gas in un bidone dei rifiuti
Quattro arresti per la morte di Duccio
Quattro arresti per la morte di Duccio
Duccio Dini, 29anni, morì il 10 giugno a Firenze, in sella al suo scooter travolto dalle auto di due bande rivali che si stavano affrontando per le strade. Indagini continuano
Pedofilia, social per attirare le prede
Pedofilia, social per attirare le prede
Due arresti e 12 denunce, coinvolti un diacono e uno studente, non sono scambiavano immagini pedopornografiche ma c'è il sospetto che le producessero in modo autonomo
Uccise la fidanzata, chiesti 30 anni di carcere
Uccise la fidanzata, chiesti 30 anni di carcere
Il pm di Trento ha ricostruito in aula il delitto attimo per attimo. Da lui poche parole: "Chiedo scusa a tutti". La vittima, Nadia Orlando, aveva 21 anni. Una notte intera con il cadavere in auto