La compagna Rita manager Aslera la fidanzata del Br Walter Alasia

| La singolare storia di Ivana Cucco, ex fidanzata di uno dei più sanguinari brigatisti rossi, ora dirigente a Novara

+ Miei preferiti
Dormano pure in pace le 86 vittime delle Brigate Rosse. Tanto in Italia il ricordo è una seccatura, la memoria retorica, il pentimento un'utopia, il castigo una breve parentesi da dimenticare in fretta. E tacciano le loro famiglie, quando emerge, per esempio, il caso di Ivana Cucco. Oggi ha 60 anni. Negli Anni di Piombo era la fidanzata del brigatista rosso Walter "Luca" Alasia, e  aveva un nome di battaglia: "Rita". Partiamo dalla fine: "Dopo quarant'anni - ha detto seccata - e pagato il mio debito con la giustizia ho diritto a essere lasciata in pace". Così dopo avere vinto il concorso come responsabile del Servizio di prevenzione e sicurezza degli ambienti di lavoro dell'Asl di Novara. Ora ha persino la qualifica di ufficiale di polizia giudiziaria, proprio come i poliziotti uccisi dai suoi ex complici. 

L'ex guerrigliera Rita, ora fervida appassionata di maratona, vedi le foto sul profilo di Fb, era stata arrestata due volte, il 15 dicembre 1976, quando il suo fidanzato uccise i poliziotti della Digos che stavano (finalmente) per arrestarlo nella casa di via Leopardi 161 a Sesto. Erano il maresciallo Sergio Bazzega e il vicequestore Vittorio Padovani, e morirono all'alba del 15 dicembre del 1976 durante un conflitto a fuoco nell'appartamento dove il brigatista rosso, 20 anni, abitava con i genitori e il fratello Oscar. Infine il 26 febbraio 1982, dopo che i primi pentiti delle Br Antonio Savasta, Maurizio Peci, Daniele Bonato l'avevano tradita, rivelando il suo ruolo nella colonna "Walter Alasia" e quello in una rapina delle BR al circolo culturale di Democrazia Nuova, il 1 dicembre 1976. Subito scarcerata e prosciolta dall'accusa di far parte di una delle più sanguinarie cellule della Br, fu invece condannata a quattro anni per la rapina e la banda armata. Il suo pm, guarda caso, si chiamava Emilio Alessandrini, poi assassinato dai killer di Prima Linea, guidati da Marco Donat Cattin, figlio di un potente ministro dc. Alessandrini aveva chiesto per lei dodici anni di carcere. Sentenza confermata in Cassazione, mentre Ivana Cucco era già tornata in libertà; faceva l'infermiera e intanto studiava Medicina con successo. Quindi il normale iter di un laureato con il diritto a chiedere la riabilitazione per buona condotta. Non erano ancora passati dieci anni e ci fu la riabilitazione. lI 30 settembre 1989 era già assistente medico. Gli esposti dell'Associazione delle Vittime del terrorismo, a proposito della sua assunzione, finirono nell'oblio, come moltissime altre volte del resto. 
A Ivana Cucco, l'ex Rita, furono sommessamente ricordate le vittime delle Brigate Rosse della colonna dedicata al fu fidanzato: intanto quello che sarebbe stato un suo collega, il medico Luigi Marangoni, assassinato nel 1981; Renato Briano, capo del personale della Ercole Marelli Spa, ucciso nel 1980. Infine Michele Tatulli, Antonio Cestari e Rocco Santoro, tre poliziotti assassinati solo per dare un "segnale" al generale Carlo Alberto Dalla Chiesa, appena nominato responsabile dell'antiterrorismo. L'ex Rita ha vinto un concorso che vale 106.269 euro lordi annui, premi esclusi. "Spero se li goda - commenta acre il familiare di una delle vittime della colonna Walter Alasia - e sino all'ultimo cent".

 
Cronaca
Si getta dal balcone dopo l'omicidio
Si getta dal balcone dopo l
Nel centro storico di Avellino, un uomo si è gettato nel vuoto dall’appartamento in cui aveva appena ucciso un 25enne e ferito alla gola una ragazza di 18. La polizia sta cercando di ricostruire le dinamiche dell'accaduto
Uccide i due figli e si suicida
Uccide i due figli e si suicida
Un'infermiera di 48 anni ha iniettato narcotici ai figli di 7 e 9 anni e poi si 'è tolta la vita nello stesso modo. E' accaduto ad Aymavilles, ad Aosta. I corpi scoperti dal marito, guardia forestale. Era depressa da tempo
"Sciopero contro il governo dalle false promesse"
"Sciopero contro il governo dalle false promesse"
Proteste in 70 città per i tagli ai finanziamenti e per chiedere più investimenti. Al loro fianco anche i sindacati e le associazioni degli insegnanti
Caso Magherini, carabinieri assolti
Caso Magherini, carabinieri assolti
"Il fatto non sussiste" per i giudici della Cassazione. L'ex calciatore, sotto effetto della cocaina, era stato fermato nel 2014. Morì sdraiato sul selciato
In Irlanda scoppia la guerra del tanga
In Irlanda scoppia la guerra del tanga
Il tribunale di Cork ha assolto un uomo accusato di violenza su una 17enne. Motivo: lei indossava un perizoma. E l’Irlanda è scesa in piazza
La fine di Maggy, simbolo della polizia francese
La fine di Maggy, simbolo della polizia francese
Non si stancava mai di denunciare l’ondata d’odio verso la polizia che serpeggia in Francia e l’altissimo tasso di suicidi fra i suoi colleghi. Ma poche ore fa ha scelto di fare la stessa fine
Lady Beth, la nobile con la doppia vita
Lady Beth, la nobile con la doppia vita
Violinista di talento ma anche escort d’alto bordo e tossicodipendente, la fine della giovane marchesa ridà fiato alla “maledizione dei Queensberry”
Caso Cervia, lo Stato ha sbagliato
Caso Cervia, lo Stato ha sbagliato
Il ministro Trenta dà ragione alla famiglia del sergente Davide Cervia, scomparso nel nulla 28 anni fa. "E' stato rapito" ma per anni è stata una verità negata
Salvini contro il Pipita, sia squalificato
Salvini contro il Pipita, sia squalificato
Il vice-premier era allo stadio con il figlio: "Professionisti pagati milioni non possono lasciarsi andare a scene del genere, pessimo insegnamento per i ragazzini", E gli augura una lunga squalifica
Caso Desiree, non fu omicidio
Caso Desiree, non fu omicidio
Il Tribunale del Riesame smonta in parte la tesi della procura, annullata l'accusa di omicidio per due degli arrestati, sparito lo stupro di gruppo. Domani tocca a Mamadou Gara