La compagna Rita manager Aslera la fidanzata del Br Walter Alasia

| La singolare storia di Ivana Cucco, ex fidanzata di uno dei più sanguinari brigatisti rossi, ora dirigente a Novara

+ Miei preferiti
Dormano pure in pace le 86 vittime delle Brigate Rosse. Tanto in Italia il ricordo è una seccatura, la memoria retorica, il pentimento un'utopia, il castigo una breve parentesi da dimenticare in fretta. E tacciano le loro famiglie, quando emerge, per esempio, il caso di Ivana Cucco. Oggi ha 60 anni. Negli Anni di Piombo era la fidanzata del brigatista rosso Walter "Luca" Alasia, e  aveva un nome di battaglia: "Rita". Partiamo dalla fine: "Dopo quarant'anni - ha detto seccata - e pagato il mio debito con la giustizia ho diritto a essere lasciata in pace". Così dopo avere vinto il concorso come responsabile del Servizio di prevenzione e sicurezza degli ambienti di lavoro dell'Asl di Novara. Ora ha persino la qualifica di ufficiale di polizia giudiziaria, proprio come i poliziotti uccisi dai suoi ex complici. 

L'ex guerrigliera Rita, ora fervida appassionata di maratona, vedi le foto sul profilo di Fb, era stata arrestata due volte, il 15 dicembre 1976, quando il suo fidanzato uccise i poliziotti della Digos che stavano (finalmente) per arrestarlo nella casa di via Leopardi 161 a Sesto. Erano il maresciallo Sergio Bazzega e il vicequestore Vittorio Padovani, e morirono all'alba del 15 dicembre del 1976 durante un conflitto a fuoco nell'appartamento dove il brigatista rosso, 20 anni, abitava con i genitori e il fratello Oscar. Infine il 26 febbraio 1982, dopo che i primi pentiti delle Br Antonio Savasta, Maurizio Peci, Daniele Bonato l'avevano tradita, rivelando il suo ruolo nella colonna "Walter Alasia" e quello in una rapina delle BR al circolo culturale di Democrazia Nuova, il 1 dicembre 1976. Subito scarcerata e prosciolta dall'accusa di far parte di una delle più sanguinarie cellule della Br, fu invece condannata a quattro anni per la rapina e la banda armata. Il suo pm, guarda caso, si chiamava Emilio Alessandrini, poi assassinato dai killer di Prima Linea, guidati da Marco Donat Cattin, figlio di un potente ministro dc. Alessandrini aveva chiesto per lei dodici anni di carcere. Sentenza confermata in Cassazione, mentre Ivana Cucco era già tornata in libertà; faceva l'infermiera e intanto studiava Medicina con successo. Quindi il normale iter di un laureato con il diritto a chiedere la riabilitazione per buona condotta. Non erano ancora passati dieci anni e ci fu la riabilitazione. lI 30 settembre 1989 era già assistente medico. Gli esposti dell'Associazione delle Vittime del terrorismo, a proposito della sua assunzione, finirono nell'oblio, come moltissime altre volte del resto. 
A Ivana Cucco, l'ex Rita, furono sommessamente ricordate le vittime delle Brigate Rosse della colonna dedicata al fu fidanzato: intanto quello che sarebbe stato un suo collega, il medico Luigi Marangoni, assassinato nel 1981; Renato Briano, capo del personale della Ercole Marelli Spa, ucciso nel 1980. Infine Michele Tatulli, Antonio Cestari e Rocco Santoro, tre poliziotti assassinati solo per dare un "segnale" al generale Carlo Alberto Dalla Chiesa, appena nominato responsabile dell'antiterrorismo. L'ex Rita ha vinto un concorso che vale 106.269 euro lordi annui, premi esclusi. "Spero se li goda - commenta acre il familiare di una delle vittime della colonna Walter Alasia - e sino all'ultimo cent".

 
Cronaca
Strage di ragazzi
sfiorata a San Donato Milanese
Strage di ragazzi<br>sfiorata a San Donato Milanese
L’autista senegalese dello scuolabus ha fato fuoco al mezzo: l'intervento dei carabinieri ha permesso ai ragazzi di mettersi in salvo senza conseguenze. L’uomo voleva vendicare le morti in mare di cui accusa Di Maio e Salvini
In manette Marcello De Vito
il grillino contro la corruzione
In manette Marcello De Vito<br>il grillino contro la corruzione
Il presidente del Consiglio Comunale di Roma Capitale è stato arrestato insieme all’avvocato Mazzacapo: avrebbero favorito i progetti del costruttore Parnasi. Indagati altri imprenditori
Nicoletta è stata uccisa
Nicoletta è stata uccisa
Il corpo della giovane siciliana scomparsa domenica scorsa, è stato ritrovato nella notte. A indicarlo la coppia che ha confessato l’omicidio: ancora sconosciuto il movente
Nuova Zelanda, il killer aveva un terzo obiettivo
Nuova Zelanda, il killer aveva un terzo obiettivo
Lo ha rivelato la polizia, mentre nel paese sono iniziati i primi funerali e la premier annuncia un giro di vite dell’intelligence e sulla vendita delle armi
Tutti i misteri di Imane
Tutti i misteri di Imane
La fine della modella 34enne sempre più simile a una spy-story dai contorni inquietanti. L’autopsia cercherà di dare una risposta alla fine, ma se la cautela è tanta, i timori non mancano
“Nuovi elementi
per riaprire il processo Bossetti”
“Nuovi elementi<br>per riaprire il processo Bossetti”
Ezio Denti, consulente investigativo della difesa del muratore di Mapello condannato all’ergastolo per la morte di Yara Gambirasio, racconta di avere in mano nuovi elementi “molto forti”
Il caso di Ilaria Alpi verso l’archiviazione
Il caso di Ilaria Alpi verso l’archiviazione
Per la seconda volta, la procura di Roma ha richiesto al gip l’archiviazione dell’inchiesta per mancanza di nuovi elementi. Di tutt’altro parere gli avvocati della famiglia Alpi
Caso Sarti, il video hot è una squallida fake
Caso Sarti, il video hot è una squallida fake
Solidarietà totale alla parlamentare grillina (al di là delle idee politiche), vittima di una campagna diffamatoria di rara violenza e volgarità. Nel video porno c'è una donna tatuata e con una voce totalmente diversa
Ikea furti e ricettazione, 10 licenziati
Ikea furti e ricettazione, 10 licenziati
Accade a Corsico, i dipendenti avrebbe venduto a parenti e amici mobili e altro cambiando i codici a barre con il prezzo di bottiglie d'acqua e oggetti di scarso valore. Provvedimenti disciplinari per altri 22
Gli otto italiani vittime del volo ET302
Gli otto italiani vittime del volo ET302
Sono soprattutto volontari di Ong, i nostri connazionali morti nel tragico schianto di questa mattina. Istituita una commissione d’inchiesta, le famiglie avvisate dalla Ethiopian Airlines