"La verità ti fa male lo so...meglio tacere..." ma il sindacato degli agenti non si arrende

| Dura polemica Osapp contro Il Dap che impone il blocco delle notizie con la minaccia di azioni disciplinare e penali a chi non si adegua

+ Miei preferiti
"Il Dipartimento dell'Amministrazione penitenziaria (Dap) con nota a firma del direttore del personale Pietro Buffa del 28 settembre ha richiesto e pressochè intimato alle Organizzazioni Sindacali nazionali del Corpo di Polizia Penitenziaria di limitare la diffusione di notizie e dati riservati sulle carceri che i rappresentanti sindacali sul territorio comunicherebbero alle testate giornalistiche e alle emittenti televisive e che secondo la stessa amministrazione potrebbero compromettere la sicurezza del personale e la sicurezza interna ed esterna degli istituti di pena. Nelle stessa nota il Dap ha fatto implicitamente riferimento alle responsabilità di ordine disciplinare e  penale in cui incorrerebbero i predetti rappresentanti sindacali" a dare la notizia è l'Osapp, attraverso il segretario generale Leo Beneduci. Ormai lo scontro tra sindacati e Dap, qualsiasi sia il problema, pare diventato insanabile. Tradotto dal minaccioso burocreatese, la circolare vuol dire una sola cosa: "Attenti alle notizie che filtrano all'esterno, perchè noi non lo accettiamo più e vi colpiremo". 

"Si tratta di un vero e proprio attacco alla libertà di espressione del personale di polizia penitenziaria anche costituzionalmente stabilito – prosegue il leader Osapp – nonché dell'obbligo da parte del sindacato di segnalare e di denunciare pubblicamente la innumerevoli irregolarità e la sostanziale antigiuridicità in essere nell'attuale amministrazione penitenziaria rispetto alla gestione e all'organizzazione del personale, dei ristretti e delle infrastrutture penitenziarie, tenuto conto che le "minacce" di conseguenze di vario ordine contenute nell'atto riguarderebbero a giudizio, peraltro, del tutto dicrezionale dello stesso Dap una molteplicità di possibili informazioni date all'esterno del carcere e non solo quelle palesemente soggette al segreto o alla riservatezza dell'ufficio ricoperto o coperte dall'obbligo del rispetto della privacy, come la genericità del temine "notizie" utilizzato dalla stessa amministrazione sta ad indicare".
Il giudizio sull'amministrazione è tranchant.
"In realtà – conclude Beneduci – l'attuale amministrazione penitenziaria si è dimostrata da tempo tra le peggiori pubbliche amministrazioni esistenti e proprio la conoscenza delle molteplici pecche, sprechi, ineguaglianze illegittimità ed inefficienze esistenti nelle carceri italiane da parte dei cittadini e non il completo silenzio che si vorrebbe imporre quasi con a "forza" potrebbe aiutare superare attraverso specifici e non generici correttivi. Sicuramente, peraltro, consimili intenzioni espresse nel documento firmato dal dott. Buffa erano tutt'altro che attese in un'Amministrazione che, d'altra parte, si occupa della riabilitazione e del recupero sociali dei reclusi e soprattutto da un'amministrazione retta da un Governo di centro-sinistra, per cui è probabile che per ottenere quello di cui veramente le donne e gli uomini della Polizia Penitenziaria hanno estrema necessità, piuttosto che tali sgradevoli espressioni proprie di altre epoche, occorrerà attendere una nuova Legislatura e un nuovo Governo". 

Cronaca
"Arresto genitori Renzi, dubbi su tempistica"
"Arresto genitori Renzi, dubbi su tempistica"
Maria Elena Boschi, in un'intervista a Il Foglio, interviene sull'arresto di Tiziano Renzi e della moglie. "Accuse difficili da dimostrare, molto fragili"
Bimba stuprata e uccisa, accuse incrociate
Bimba stuprata e uccisa, accuse incrociate
In corso in Scozia il processo a un 16enne accusato di avere massacrato Alesha MacPhail, 6 anni, il 2 luglio a Rothesay. "Sono innocente, l'assassina ha sparso il mio sperma sulla bambina per accusarmi". Lei nega. Il video
Pensionato attaccato da ippopotamo
Pensionato attaccato da ippopotamo
Il corpo di un italiano di 65 anni è stato trovato senza vita sulle rive di un fiume in Kenya, forse stroncato da malore dopo un attacco di un animale
"Piangeva troppo, l'ho picchiata"
"Piangeva troppo, l
Si sono aggravate le condizioni della piccola aggredita con inaudita violenza dal compagno della madre, ora in carcere per tentato omicidio. "Ho perso la testa", ha detto alla polizia. Sul corpo lividi, graffi, persino morsi
"Olindo e Rosa innocenti, assassini liberi"
"Olindo e Rosa innocenti, assassini liberi"
Il tunisino Azouz Marzouk, marito, padre e genero di tre vittime della strage di Erba, insiste. Pensa che i killer siano da cercare "in un altro contesto". Ma le prove raccolte dagli investigatori inchiodano la coppia diabolica
Bossi grave ma non in pericolo di vita
Bossi grave ma non in pericolo di vita
Trasportato con un elicottero nell'ospedale di Circolo è tuttora in terapia intensiva. Era nella sua casa di Gemonio ed è caduto, ferendosi lievemente. Crisi epilettica. Oggi nuovo bollettino medico
Cucchi, indagato il colonnello Sabatino
Cucchi, indagato il colonnello Sabatino
L'ufficiale non avrebbe trasmesso alla procura tutte le carte. "Sono stato ingannato", si è difeso. Ora è il comandante provinciale di Messina
La catechista killer resta in carcere
La catechista killer resta in carcere
Respinto il ricorso di Chiara Alessandri, 44 anni, che ha ucciso a martellate, il 17 gennaio, Stefania Crotti. Voleva i domiciliari per assistere i tre figli
Tenevano i figli in gabbia, arrestati
Tenevano i figli in gabbia, arrestati
Una coppia texana in carcere per maltrattamenti, bambini scoperti in stato di denutrizione chiusi in un capannone, in condizioni igieniche indescrivibili
Guardate il volto del poliziotto ferito
Guardate il volto del poliziotto ferito
Un marocchino ha aggredito un agente massacrandolo di botte in seguito a un controllo. "Non importa, tornerò a lavorare con lo stesso impegno di prima"