"L'assessora ha sbagliato, l'ho perdonata"

| Il sindaco M5s di Venaria, Roberto Falcone assolve Nozzetti che aveva definito Boldrini "Boldracchia". Salta il Consiglio per mancanza del numero legale. Ormai è una tradizione

+ Miei preferiti
Assolta. L'assessora grillina Claudia Nozzetti, che teorizzava la pratica dell'evirazione per gli stupratori di Rimini, definendo inoltre il presidente della Camera Laura Boldrini "Boldracchia" sul suo profilo Facebook, ha avuto la benedizione del sindaco Roberto Falcone che s'è limitato a un buffetto, come si fa con una ragazzina un po' discola: "Non condivido quello che ha scritto, ma la perdono...". Lei, che è psicologa, s'è giustificata con un lungo intervento la cui sintesi è semplice: "Ero molto arrabbiata, ho scritto di getto, ma non mi identifico con quelle frasi e chiedo scusa a chi s'è sentito ferito dalle mie parole...". L'opposizione ne aveva chiesto le dimissioni, ovviamente respinte. Ieri sera avrebbe dovuto tenersi la seconda parte del Consiglio ma è saltato a causa della mancanza del numero legale. Secondo il capo dell'opposizione, Salvatore Ippolito, "è una prassi consolidata dei grillini che una volta pontificavano sulla democrazia dal basso, uno vale uno, trasparenza, streaming e tutto il resto. Fuggono dal confronto. E la loro capo-gruppo non si presenta in aula da mesi forse per dissensi interni, comunque non si sa perchè". La seconda parte della seduta, dopo la riunione fiume di ieri sera, è saltata e rinviata a data da destinarsi causa l'assenza dell'intera maggioranza, eccezion fatta per il sindaco Roberto Falcone, il presidente del consiglio comunale e del consigliere. Per la minoranza erano invece presenti i consiglieri Ippolito (Articolo Uno), Russo, Andreotti, Virga e Scavone. 
Eppure, in programma, c'erano temi delicati e importanti per i cittadini: la riduzione dellle tasse ai cittadini sulla Tari del 100% con reddito sotto i 6 mila euro; le richieste  di avere il biglietto unico per i disagi dei cittadini venariesi per i lavoratori  di corso Grosseto di Torino e altri temi di interesse generale, definiti in una serie di mozioni. "Alla maggioranza Interessa soltanto perdonare un assessore alle politiche sociali e che poi chiede scusa per salvarsi la poltrona. Insomma, i cittadini possono aspettare il prossimo Consiglio, ammesso che la giunta abbia voglia di misurarsi sui problemi concreti".
Cronaca
Francia: punta la pistola alla tempia della prof
Francia: punta la pistola alla tempia della prof
È accaduto a Créteil, nell’Île-de-France: un sedicenne ha intimato all’insegnante di segnarlo presente sul registro. Indignazione bipartisan e promessa di sanzioni esemplari
Stadio Roma, Parnasi torna libero
Stadio Roma, Parnasi torna libero
L'imprenditore romano che voleva costruire il nuovo stadio scarcerato dopo gli ultimi interrogatori. Aveva finanziato Pd e Lega ma forse anche altri partiti
Processo Raggi, Marra sapeva
Processo Raggi, Marra sapeva
Il ruolo dell'ex manager del sindaco Raggi era "attivo e sostanziale", il 25 sarà interrogato dal pm sulle nomine dirigenziali
Pompei, data eruzione torna al 24 agosto 79dc
Pompei, data eruzione torna al 24 agosto 79dc
L'iscrizione che aveva trasferito ad ottobre la data dell'eruzione potrebbe essere una scritta di servizio di un muratore relativa a un carico di merce
Mostro o ex? Lo strano caso Brega-Massone
Mostro o ex? Lo strano caso Brega-Massone
Dall’ergastolo del primo grado ai 15 anni che chiudono il processo bis a carico di Pier Paolo Brega Massone: per i giudici si è trattato di omicidi preterintenzionali
La vita spericolata di Rossi junior
La vita spericolata di Rossi junior
Processo a gennaio per il figlio di Vasco. Alla guida di un'Audi aveva saltato uno stop investendo una Panda con due ragazze a bordo. Poi se n'era andato. Nei guai anche l'amico che voleva sostituirsi a lui
Prete molestatore, la curia lo sospende
Prete molestatore, la curia lo sospende
Scandalo a Gorizia, il sacerdote avrebbe molestato sessualmente una donna in difficoltà. Smascherato dalle Iene
Raffica di condanne per la morte di Hélène Pastor
Raffica di condanne per la morte di Hélène Pastor
La ricchissima ereditiera monegasca fu assassinata quattro anni fa davanti ad un ospedale di Nizza. Le indagini hanno permesso di risalire a tutti i componenti del piano, condannati con pene pesanti dal tribunale
Emilia, scoperto arsenale partigiano
Emilia, scoperto arsenale partigiano
Armi paracadutate durante la guerra civile, conservate in un tubo di cemento poi sepolto in un campo. Sono intervenuti gli artificieri
Coppia investita da gommone-pirata
Coppia investita da gommone-pirata
Erano a bordo di un gozzo a motore quando sono stati investiti da un gommone con tre persone a bordo che, invece di soccorrere i feriti, uno grave, sono fuggiti. Le indagini della Capitaneria. E' accaduto a Posillipo