Londra: arrestato pilota ubriaco

| Stava per salire a bordo di un volo in partenza per Tokyo, ma a far scattare l’allarme è stato l’autista di un autobus, che si accorto di quanto puzzasse d’alcol uno dei suoi passeggeri

+ Miei preferiti
A far scattare l’allarme è stato l’autista di un bus che aveva lasciato il pilota all’aeroporto londinese di Heatrow: quell’uomo, che barcollava e puzzava di alcol in modo esagerato, gli aveva raccontato di essere prossimo alla partenza.

La soffiata è arrivata alla compagnia, la “Japan Airlines”, che ha immediatamente bloccato il copilota, assegnato sul volo “Jal 44” in partenza da Londra con destinazione Tokyo. Il pilota, sottoposto a esami, aveva un limite alcolemico superiore di dieci volte quello consentito: si è giustificato dicendo di aver bevuto due bottiglie di vino e un paio di lattine di birra, ma di essere in ottima forma.

Ovviamente è stato fermato a terra, costringendo il volo ad un ritardo di oltre un’ora, necessario per ottenere il via libera al decollo con solo due piloti a bordo invece dei tre previsti dalle norme aeree internazionali in caso di voli che superano le 12 ore. L’uomo è stato denunciato e arrestato.

Ma si tratta di un caso per nulla isolato: la scorsa settimana un altro pilota, questa volta della “All Nippon Airways”, era stato costretto a dare forfait all’ultimo istante mandando in tilt i cinque voli successivi.

Cronaca
ORE CONTATE
per l'assassino di Stefania Crotti
ORE CONTATE<br>per l
il suo corpo carbonizzato è stato trovato ieri nelle campagne di Erbusco. Un uomo è sotto torchio da ore in una caserma dei carabinieri. Stefania Crotti, 42 anni, era sparita mercoledì. Lascia sola una bimba di 7 anni
Pedofilo liberato, subito ucciso dai vicini
Pedofilo liberato, subito ucciso dai vicini
Nel 1985, l'uomo aveva stuprato e ucciso un bimbo di 17 mesi. Condannato all'ergastolo, era stato liberato. Ai vicini aveva detto una bugia sui reati commessi. Smascherato da Google, è stato pugnalato a morte con 150 coltellate
Non gli dà codice telefono, brucia vivo marito
Non gli dà codice telefono, brucia vivo marito
Una donna indonesiana arrestata dopo una lite. Lei voleva vedere il contenuto dello smartphone, ma lui si è rifiutato. Lo ha cosparso di benzina e poi gli ha dato fuoco con l'accendino. Morto
Studentessa uccisa, stava telefonando alla sorella
Studentessa uccisa, stava telefonando alla sorella
Misterioso delitto a Melbourne, una 21enne rapita, stuprata e pugnalata a morte mentre telefonava alla sorella che ha sentito in diretta il momento in cui è stata aggredita. La polizia: "Forse aggressione sessuale"
Baldini disperato, usano la mia immagine
Baldini disperato, usano la mia immagine
Siti e "giornalisti" hanno diffuso sul web una serie di articoli in cui l'ex spalla di Fiorello annuncia trionfalmente di essersi arricchito con i bitcoin. Ma è una truffa. Lui li ha denunciati alla polizia postale. Senza risultato
"Le donne abusate? Si sono anche divertite"
"Le donne abusate? Si sono anche divertite"
L'ex governatore del Michigan, presidente dell'università omonima, costretto a dimettersi dopo le sorprendenti dichiarazioni sulle atlete abusate dal medico Larry Nassar. "Hanno avuto premi e riconoscimenti"
"Hai fatto sesso con la mia compagna"
"Hai fatto sesso con la mia compagna"
Pista passionale nel sequestro da parte di un marocchino armato di un operaio 45enne di Gavardo, Brescia. I due sono spariti nella notte e li cercano nei boschi zona. Ipotesi delitto-suicidio ma nessuna certezza
Uccide bimbo schiacciandolo nell'auto
Uccide bimbo schiacciandolo nell
Alfie aveva 3 anni e "faceva troppo rumore" durante il viaggio. Il fidanzato della madre per due volte ha spinto indietro il sedile e alla fine lo ha soffocato. La mamma non ha fatto nulla per salvarlo. Rispondono entrambi di omicidio
La falsa storia del povero senzatetto
La falsa storia del povero senzatetto
In tre si erano inventati una storia commovente virale sul web: un barbone aveva donato i suoi ultimi 20 dollari a una donna con l'auto senza benzina. Raccolti 400 mila dollari per aiutarlo. Arrestato per truffa, complici denunciati
Hanno causato 28 fratture al figlio di 4 mesi
Hanno causato 28 fratture al figlio di 4 mesi
Genitori condannati a 8 anni di carcere nel Sussex: avevano picchiato il loro bimbo provocandogli "lesioni spaventose" perché piangeva troppo. Adesso è stato adottato e si sta riprendendo. Le dure parole del giudice