Lotteria grillina di assessori e consiglieri salta di nuovo il Consiglio di Venaria

| Manca il numero legale, opposizione in coro: "Dimissioni". Cronaca tra satira e politica

+ Miei preferiti
Manca il numero legale - per l'ennesima volta - e il Consiglio non si fa e viene rinviato a stasera, alle 19. All'apertura dei lavori, il presidente del Consiglio Comunale Andrea Accorsi ha dovuto prendere atto che non c'era il numero legale fissato a quota 13. Erano solo 12 consiglieri e la tredicesima, Alessandra Maestri, è arrivata in ritardo. Vale la pena, in sintesi, di ripercorrere le tappe del calvario di giunta e maggioranza m5s. Le opposizioni in coro chiedono le dimissioni di sindaco e giunta per "rispetto dei cittadini". Il primo ad andarsene è stato l'assessore all'Ambiente e all'Urbanistica Ettore Scisci che oggi esprime le sue critiche al sindaco attraverso il profilo Facebook; quindi l'addio dell'assessore Paola Saia, Quartieri e Centri d'ascolto, con la motivazione ufficiale legata a questioni di lavoro, e non ancora sostituita. Segue il caso dell'assessore Claudia Nozzetti. Con ironia, è stata ri-definita assessora all'Evirazione, dopo la sua bizzarra esternazione in merito agli stupri di Rimini in cui proponeva di castrare gli arrestati e di sistemarli nell'abitazione della terza carica istituzionale dello Stato, la presidente della Camera Laura Boldrini, definita tout court  "Boldracchia". Nozzetti, che fa la psicologa, è stata però assolta, anzi "perdonata" dal sindaco Roberto Falcone. Poi l'addio al Movimento 5 stelle della  consigliera Viviana Andreotti che passa all'opposizione nel gruppo dei Moderati.
IL VALZER DELLE DIMISSIONI 

Il 20 aprile 2017 si dimette il consigliere pentastellato Stefano Balocco, con una lettera di dimissioni rimasta a lungo incagliata nei meandri della burocrazia cittadina che solo le pressanti richieste delle opposizioni consiliari hanno fatto venire finalmente alla luce. In essa Balocco attaccava ad alzo zero la compagine grillina di Venaria. Con un frase-slogan: " Se questa di Venaria è la rappresentazione del movimento 5 stelle a livello nazionale, Dio ce ne scampi e liberi!". Passa un po' di tempo e se ne va anche Sara Napolitano, neo-dottoressa, per "motivi personali". Entrano in Consiglio Aldo Urso e Salvatore Cicirello, ma solo per alcuni pochi mesi; Cicirello infatti abbandona a sua volta il Consiglio poichè gli causerebbe una insopportabile forma di stress. Il 13 settembre lascia la capogruppo M5s, Raffaella Cantella. E lo fa con una lunga lettera assai polemica contro il sindaco Falcone. In sintesi: "Non posso continuare a sostenerlo: non ha mai voluto instaurare un rapporto di collaborazione". Il capogruppo dei moderati Maurizio Russo afferma categorico: "Sono oramai al collasso, proprio loro che una volta pontificavano sulla democrazia dal basso, uno vale uno, trasparenza, crediamo sia arrivato il momento che il Sindaco prenda atto che non ha più la maggioranza per poter proseguire la legislatura!" . E il capogruppo Mdp-Art1 Salvatore Ippolito non è da meno: "Non resta che aspettare la prossima puntata per capire se vogliono bene a Venaria Reale dimettendosi e rimettendosi al giudizio dei cittadini,ma  al sindaco Falcone interessa soltanto salvarsi la poltrona i cittadini possono aspettare ammesso che  abbia voglia di misurarsi sui problemi concreti". 
IN CONSIGLIO RECORD DI PARENTI 

Per chiudere il cerchio, spunta fuori una parentopoli in cui - per fortuna - non emergono profili penali o clientelari ma resta comunque una curiosità di carattere politico-sociologico. All'interno del Consiglio di Venaria ci sono interi segmenti di famiglie. Vediamo chi e con quale grado di parentela. Pronto a entrare in Consiglio Giuseppe Napoletano, il papà della dimissionaria Sara e il futuro assessore Allessandro Fabbris che si ritroverà al fianco del consigliere-suocero Matteo Bottai. Il vice-presidente Luca Stasi, ha vicino vicino la sua mamma, la consigliera Rosa Antico. Seguono Giovanni Allegra e Alessandra Mastri, conviventi more uxorio.  Per la minoranza erano invece presenti tutti i consiglieri Ippolito (Articolo Uno), Russo (moderati) , Andreotti, Virga, Scavone, Brescia e Tinozzi. Eppure, in programma, c'erano temi delicati e importanti per i cittadini:  le sostituzioni dei nuovi grillini  che non si sono presentati in aula, varie delibere  della Giunta ,con mozioni  della minoranza  per la riduzione delle tasse ai cittadini sulla Tari del 100% con reddito sotto i 6 mila euro; le richieste  di avere il biglietto unico per i disagi dei cittadini venariesi per i lavoratori  di corso Grosseto di Torino e altri temi di interesse generale, definiti in una serie di mozioni. 

Cronaca
"La festa è andata bene"
Il piano diabolico per uccidere Stefania
"La festa è andata bene"<br>Il piano diabolico per uccidere Stefania
Uccisa con pinze e martello, la trappola studiata nei dettagli con grande psicologia, il depistaggio maldestro, i tre figli abbandonati al loro destino. Tutto per vendicarsi della donna che si era ripresa il marito. Le chat dopo il delitto
Bendata e con una rosa in mano
la trappola dell'assassina
Bendata e con una rosa in mano<br>la trappola dell
L'amico credeva di averla invitata a una "festa a sorpresa", organizzata da Stefano Del Bello. Ma era una trappola. Confessa Chiara Alessandri: "Non volevo ucciderla...". Il tatuaggio: "Liberi di sbagliare, liberi di ricominciare"
"Martina ancora non sa niente"
"Martina ancora non sa niente"
Il marito di Stefania Crotti: "Ora devo solo pensare a lei, ci faremo aiutare dagli psicologi, quando non è arrivata a casa ci eravamo subiti preoccupati. Stefania non si sarebbe mai allontanata da sua figlia"
Gelosia, odio e disperazione
Così Chiara ha ucciso Stefania
Gelosia, odio e disperazione<br>Così Chiara ha ucciso Stefania
Potrebbe averlo fatto per vendicarsi dell'ex amante che l'aveva scaricata e che voleva ricostruire la sua famiglia. Agguato premeditato, la distruzione del cadavere forse un gesto rituale. La donna già in carcere. C'è un complice?
Pedofilo liberato, subito ucciso dai vicini
Pedofilo liberato, subito ucciso dai vicini
Nel 1985, l'uomo aveva stuprato e ucciso un bimbo di 17 mesi. Condannato all'ergastolo, era stato liberato. Ai vicini aveva detto una bugia sui reati commessi. Smascherato da Google, è stato pugnalato a morte con 150 coltellate
Non le dà codice telefono, brucia vivo marito
Non le dà codice telefono, brucia vivo marito
Una donna indonesiana arrestata dopo una lite. Lei voleva vedere il contenuto dello smartphone, ma lui si è rifiutato. Lo ha cosparso di benzina e poi gli ha dato fuoco con l'accendino. Morto
Studentessa uccisa, stava telefonando alla sorella
Studentessa uccisa, stava telefonando alla sorella
Misterioso delitto a Melbourne, una 21enne rapita, stuprata e pugnalata a morte mentre telefonava alla sorella che ha sentito in diretta il momento in cui è stata aggredita. La polizia: "Forse aggressione sessuale"
Baldini disperato, usano la mia immagine
Baldini disperato, usano la mia immagine
Siti e "giornalisti" hanno diffuso sul web una serie di articoli in cui l'ex spalla di Fiorello annuncia trionfalmente di essersi arricchito con i bitcoin. Ma è una truffa. Lui li ha denunciati alla polizia postale. Senza risultato
"Le donne abusate? Si sono anche divertite"
"Le donne abusate? Si sono anche divertite"
L'ex governatore del Michigan, presidente dell'università omonima, costretto a dimettersi dopo le sorprendenti dichiarazioni sulle atlete abusate dal medico Larry Nassar. "Hanno avuto premi e riconoscimenti"
"Hai fatto sesso con la mia compagna"
"Hai fatto sesso con la mia compagna"
Pista passionale nel sequestro da parte di un marocchino armato di un operaio 45enne di Gavardo, Brescia. I due sono spariti nella notte e li cercano nei boschi zona. Ipotesi delitto-suicidio ma nessuna certezza