L’ultimo grido di Krystine

| Il marito vive in diretta le drammatiche fasi di un incidente stradale in cui sua moglie ha perso la vita. A ucciderla sarebbe stato un campione di boxe che ha invaso la corsia opposta

+ Miei preferiti
Per Krystina Kincaid era una giornata come tante altre: incinta all’ottavo mese del quarto figlio, guidava verso casa mentre parlava al telefono con suo marito Zach. All’improvviso, un’auto che procede ad alta velocità le si para davanti: lo scontro è inevitabile. L’auto della donna prende fuoco, e i soccorritori faticano a tirarla fuori dalle lamiere contorte perché ha entrambe le gambe bloccate. Quando riescono è ormai troppo tardi: Krystina e il piccolo che portava in grembo muoiono pochi minuti dopo.

Zach ha vissuto ogni istante di quella tragedia: al telefono ha sentito l’urlo disperato della moglie che si è trovata di fronte un’auto che aveva invaso la sua corsia, il suono sinistro dello scontro e le lamiere che si contorcevano, le voci delle prime persone che si sono fermate tentando di aiutarla, il crepitio del fuoco che divorava ogni cosa. E poi il silenzio.

Sull’altra auto c’era Marcos Forestal, un campione di boxe piuttosto conosciuto che si sospetta guidasse in stato di ebbrezza. Secondo la manager, Forestal starebbe collaborando con la polizia per stabilire le esatte dinamiche dello scontro, anche se si è dichiarato innocente. Sconcerto ha però suscitato un suo post su Facebook in cui ha commentato l’incidente scrivendo: “Guardate cosa è successo alla mia auto”.

La parte peggiore di questa storia è toccata a Zack Kincaid, il marito di Krystine, che da allora ha l’urlo strozzato della moglie piantato in testa: lo sente sempre, di notte e di giorno, ma è costretto a far finta di niente per il bene dei loro tre figli, a cui ha dovuto raccontare che la mamma non c’era più. “La mia vita non è stata sempre facile. Ma oggi ho provato la cosa più difficile che mi sia mai capitata: ho dovuto dire ai miei figli che un uomo ubriaco aveva ucciso la loro mamma. Il dolore e la rabbia che sento dentro l’anima sono immensi, il mio cuore è spezzato”.

 

Cronaca
"Piangeva troppo, l'ho picchiata"
"Piangeva troppo, l
Si sono aggravate le condizioni della piccola aggredita con inaudita violenza dal compagno della madre, ora in carcere per tentato omicidio. "Ho perso la testa", ha detto alla polizia. Sul corpo lividi, graffi, persino morsi
"Olindo e Rosa innocenti, assassini liberi"
"Olindo e Rosa innocenti, assassini liberi"
Il tunisino Azouz Marzouk, marito, padre e genero di tre vittime della strage di Erba, insiste. Pensa che i killer siano da cercare "in un altro contesto". Ma le prove raccolte dagli investigatori inchiodano la coppia diabolica
Bossi grave ma non in pericolo di vita
Bossi grave ma non in pericolo di vita
Trasportato con un elicottero nell'ospedale di Circolo è tuttora in terapia intensiva. Era nella sua casa di Gemonio ed è caduto, ferendosi lievemente. Crisi epilettica. Oggi nuovo bollettino medico
Cucchi, indagato il colonnello Sabatino
Cucchi, indagato il colonnello Sabatino
L'ufficiale non avrebbe trasmesso alla procura tutte le carte. "Sono stato ingannato", si è difeso. Ora è il comandante provinciale di Messina
La catechista killer resta in carcere
La catechista killer resta in carcere
Respinto il ricorso di Chiara Alessandri, 44 anni, che ha ucciso a martellate, il 17 gennaio, Stefania Crotti. Voleva i domiciliari per assistere i tre figli
Tenevano i figli in gabbia, arrestati
Tenevano i figli in gabbia, arrestati
Una coppia texana in carcere per maltrattamenti, bambini scoperti in stato di denutrizione chiusi in un capannone, in condizioni igieniche indescrivibili
Guardate il volto del poliziotto ferito
Guardate il volto del poliziotto ferito
Un marocchino ha aggredito un agente massacrandolo di botte in seguito a un controllo. "Non importa, tornerò a lavorare con lo stesso impegno di prima"
"Sono un prigioniero politico, nulla di cui pentirmi"
"Sono un prigioniero politico, nulla di cui pentirmi"
Bill Cosby, 81 anni, l'ex America's Dad, in carcere per abusi sessuali si paragona a Martin Luther King e al Mahatma Gandhi: "Mi colpiscono per le mie idee politiche. Le donne che mi accusano? Mentono". Non è più in isolamento
Fa a pezzi il suo bimbo, i resti nella borsetta
Fa a pezzi il suo bimbo, i resti nella borsetta
In carcere la madre 24enne di Daniel. "Piangeva e non mi dava ascolto, l'ho colpito ed è morto, volevo nascondere il corpo, è stato un incidente, nessuno mi avrebbe creduto". La casa dell'orrore. Famiglia in apparenza normale e serena
Pamela, i genitori sfidano il killer
Pamela, i genitori sfidano il killer
"L'ho guardato negli occhi...". L'assassino in aula per la prima udienza del processo per il delitto di Macerata. La giovane fu uccisa, il corpo fatto a pezzi e infilato in due valigie, poi abbandonate in un bosco