Marcia 5 maggio No Tav: "Un successo" Si Tav: "Analisi sballate"

| Primo bilancio dopo la manifestazione nazionale contro la linea Torino-Lione

+ Miei preferiti
Marcia nazionale No Tav da Bussoleno a San Didero, primi bilanci. C'erano anche i No Tap del Salento e delegazioni provenienti da comitati per un No qualsiasi da tutta Italia, compresi i No Tap, i No Muos, i No Tutto. In coda lo spezzone anarchico. Subito il solito valzer delle cifre: 15 mila persone, secondo gli organizzatori; non più di 3 o 4 mila, secondo la polizia. Il corteo s'è snodato stancamente da Bussoleno a San Didero con larghi vuoti e intervalli di metri tra un gruppo e l'altro. Manifestazione senza entusiasmo, senza pathos, sotto una gelida pioggia battente, secondo alcuni. Ma pieno successo per i No Tav che pubblicano sui siti di riferimento documenti pieno di entusiasmo quando non di retorica (vedi in fondo pagina documento integrale 4). Il vicesindaco di Torino, Guido Montanari, con la fascia tricolore, assieme agli altri sindaci No Tav, compreso il pd Sandro Plano, ribadisce il significato politico della sua presenza, del tutto indifferente alla critiche di chi lo aveva invitato ad astenersi, in nome di un'equidistanza tra favorevoli e contrari. Ma lui ha sempre sostenuto la sua opposizione alla Tav, con toni accesi, e dice che il programma elettorale uscito vincente dalle elezioni prevedeva - appunto - il contrasto alla Torino-Lione.

Partite le lettere d'esproprio
Sono oltre mille le comunicazioni inviate ai proprietari delle particelle dei terreni che ospiteranno a San Didero il nuovo autoporto, poichè l'area di Susa servire alla linea in costruzione. E' in corso un affannoso tentativo di intercettare, da parte degli attivisti, i proprietari per convincerlo a respingere le proposte di cessione. Ma con molte difficoltà per l'alto numero di persone coinvolte. Alcuni proprietari però hanno accettato e firmato le lettere Telt in cambio del risarcimento previsto dalla legge. Il corteo si snoderà tra Susa e San Didero. In una nota Notav Info, organo ufficiale dei centri sociali autonomi in Val Susa, commentando il blocco degli attivisti diretti a Roma per i cortei Anti-Ue, pricsa che non saranno "tollerate" iniziative delle forze dell'ordine per impedire l'afflusso di sostenitori in arrivo da tutta Italia. E non solo.
Antagonisti contro grillini
Ma già ci sono le prime polemiche sulla mancata presenza del sindaco di Torino Chiara Appendino, che ha inviato alla manifestazione il suo vice Montanari. 
Così il commento di un'attivista di area anarchica su fb: 
Penso e scommetto che domani ci saranno delle belle foto con Perino, Appendino e Plano, Scibona, Frediani e tutto lo status pentastellato. 
Non per niente la manifestazione viene fatta poco prima delle elezioni comunali in valle.
Tanto rumore per nulla...
Domani torneranno tutti amici e compari...la sindaca dopo aver elogiato polizia e Rinaudo ha dichiarato al tg3 che parteciperà alla marcia, certo la marchetta elettorale è importante.
Ma tutto sommato quella povera donna non ha nessuna colpa, è una normale borghese facente parte di un partito giustizialista e populista, cosa pretendete?
Quelli che mi fanno ridere invece sono quelli che con le bandierine col treno crociato hanno delegato tutto a questi, quelli che un anno fa quasi piangevano di gioia sotto il balconcino del comune.
Mi fanno pena quelli che centrosocialeoccupatoemocucazzo... cercano la solidarietà o parole non istituzionali da madamin Appendino.
Ma dove cazzo vivete?
A questo punto o siete deficienti o diabolici.
Vi lascio alle vostre polemiche inutili, ai vostri tarallucci e vino di domani.
Bye bye
Seguono  altre decine di commenti dello stesso tenore.
--------------------------------------------------------------------------------------------------------

Cronaca
La Premier League inglese nella bufera
La Premier League inglese nella bufera
Un giocatore di primo piano è accusato da una modella francese di violenza carnale. La polizia ha aperto un’indagine, ma l’Inghilterra trema
Chi ha ucciso Hélène Pastor?
Chi ha ucciso Hélène Pastor?
La donna più ricca del Principato di Monaco fu vittima di un agguato nel 2014. In carcere il compagno della figlia ma molte ombre gravano sul movente del delitto. Il caso che appassiona la Francia
Uccide la famiglia e lancia un appello in tv
Uccide la famiglia e lancia un appello in tv
Ha massacrato la moglie incinta e le loro due bambine, poi ha lanciato un appello che aveva commosso l’America. La verità è saltata fuori qualche ora dopo
Formigoni, sequestrati altri 5 milioni
Formigoni, sequestrati altri 5 milioni
Il Tribunale lo deciso in seguito al "gravissimo stormo di denari pubblici a fini provati". Le conseguenze del caso Maugeri
Una taglia per il killer del cucciolo
Una taglia per il killer del cucciolo
L'Aidaa, associazione per la tutela degli animali, offrono 5 mila euro per raccogliere prove contro chi ha ucciso un cucciolo di San Bernardo a Caravino (Ivrea) con una carabina
La strana storia di Emily Wynnell Paul
La strana storia di Emily Wynnell Paul
È svanita cinque anni fa, quando aveva solo 14 anni, lasciando una lettera. Di lei non si è saputo nulla fino a qualche giorno fa, quando ha inviato una nuova lettera in cui rassicura la famiglia di star bene, ma di non voler tornare
Addio a Rita Borsellino
Addio a Rita Borsellino
La sorella del magistrato ucciso nel 1992 ha perso la sua battaglia contro una malattia contro cui combatteva da tempo
"Disastro epocale, decine di morti"
"Disastro epocale, decine di morti"
Bilancio gravissimo secondo i responsabili del 118 di Geniva. Feriti sotto le macerie e nei rottami delle auto precisate. Primi salvataggi sotto i detriti, sforzo immane dei Vigili del fuoco del Nord Ovest
"Le auto giù nel vuoto, ho visto morire le persone"
"Le auto giù nel vuoto, ho visto morire le persone"
Le prima drammatiche testimonianze: "Siamo sotto choc, salvi per pochi metri, un Tir mi ha bloccato d'improvviso, mi ha salvato". I fari delle auto accesi sotto la pioggia poi lo schianto
Crolla il ponte Morandi sulla A10: a Genova si teme una strage
Crolla il ponte Morandi sulla A10: a Genova si teme una strage
Un cedimento strutturale sarebbe la causa del crollo improvviso: si temono decine di mezzi coinvolti