Matteo è cosciente ma grave "Ci verrà tempo per riprendersi"

| Il motociclista coinvolto nel tragico incidente di Condove dove morì la sua fidanzata, Elisa Ferrero, travolta da un furgone. L'autista, Maurizio De Giulio, è in carcere per omicidio volontario

+ Miei preferiti
Matteo Penna, 30 anni, il motociclista di Moncalieri che, dopo una lite in strada, sulla statale 24 a Condove, era stato inseguito e investito (nello schianto è morta la sua fidanzata, Elisa Ferrero, 29 anni, appena laureata in Medicina) s'è svegliato dal coma - grazie anche all'aiuto degli amici più cari che gli sono stati vicini in tutto questo tempo - e presto dalla rianimazione sarà trasferito nell'unità spinale del Cto per un lungo periodo di riabilitazione. Per rispetto nei suoi confronti e della sua famiglia, assistita dall'avvocato Pierfranco Bertolino, nessuno può avvicinarsi poiché ora Matteo, assistito dai suoi genitori e da una ristretta cerchia di persone fidate, dovrà riprendere contatto con la realtà, e soprattutto apprenderà della morte della sua fidanzata, con cui aveva maturato il progetto di sposarsi al più presto. Sarà un periodo molto difficile, che i familiari auspicano lontano dai media. Nel frattempo l'indagine del pm Paola Stupino si avvia al termine. Sentiti tutti i testimoni dell'incidente, avvenuto a luglio, un pomeriggio di domenica, all'altezza della rotonda del Gravio di Condove, direzione Torino, restano ancora da completare le perizie sulla dinamica dell'incidente e su alcuni importanti dettagli tecnici, in particolare su freni e luci posteriori del furgone Ford Transit investitore. 

Investitore ancora in carcere

L'uomo che era alla guida (a bordo c'erano anche la compagna e la figlia 11enne) è stato arrestato dai carabinieri subito dopo il fatto ed è tuttora in carcere alle Vallette con l'accusa di omicidio volontario aggravato. Si chiama Maurizio De Giulio, ha 50 anni, fa l'elettricista. Abita a Collegno. Al momento dell'incidente risultava con un tasso alcolemico nel sangue tre volte superiore a quello consentito. Tornava con la famiglia da un picnic, il suo furgone era uscito da una strada laterale senza dare la precedenza, rischiando così di travolgere la moto con Matteo ed Elisa. Da qui la lite, l'inseguimento e lo schianto mortale. De Giulio si difende sostenendo che non voleva altro che annotare il numero di targa della moto per segnalare all'assicurazione un danno al retrovisore sinistro, colpito dal motociclista con un pugno. Ma non ci sono tracce di frenata. Anzi, dal video dell'incidente, registrato dalle videocamere di sicurezza di un'azienda di Condove, sembrerebbe che, travolta la moto e uccisa Elisa, De Giulio abbia persino accellerato, trascinandola per una cinquantina di metri, prima di finire la corsa contro il guard-rail. Non appena sarà possibile, il pm sentirà Matteo Penna, per ricostruire gli ultimi particolari. Poi la chiusura indagini e la fissazione dell'udienza. Il processo forse già prima del 2018.

Cronaca
Vede il diavolo in una bimba e tenta di ucciderla
Vede il diavolo in una bimba e tenta di ucciderla
Una baby sitter ha tentato di uccidere la bambina di cui si occupava perché in lei aveva visto il volto di Gollum, un mostro de Il signore degli Anelli
Come muore una donna
Come muore una donna
Nicoletta Indelicato, Imane Fadil: due casi di cronaca recente che raccontano la morte di due giovani donne diverse fra loro, unite solo dalla voglia di vivere
Anche il vicesindaco Frongia indagato per corruzione
Anche il vicesindaco Frongia indagato per corruzione
Assessore allo sport, fedelissimo della sindaca Raggi, il suo nome è stato fatto dal costruttore Parnasi all’interno dell’inchiesta sullo stadio della Roma
In manette Marcello De Vito il grillino contro la corruzione
In manette Marcello De Vito il grillino contro la corruzione
Il presidente del Consiglio Comunale di Roma Capitale è stato arrestato insieme all’avvocato Mazzacapo: avrebbero favorito i progetti del costruttore Parnasi. Indagati altri imprenditori
Nicoletta è stata uccisa
Nicoletta è stata uccisa
Il corpo della giovane siciliana scomparsa domenica scorsa, è stato ritrovato nella notte. A indicarlo la coppia che ha confessato l’omicidio: ancora sconosciuto il movente
Nuova Zelanda, il killer aveva un terzo obiettivo
Nuova Zelanda, il killer aveva un terzo obiettivo
Lo ha rivelato la polizia, mentre nel paese sono iniziati i primi funerali e la premier annuncia un giro di vite dell’intelligence e sulla vendita delle armi
Tutti i misteri di Imane
Tutti i misteri di Imane
La fine della modella 34enne sempre più simile a una spy-story dai contorni inquietanti. L’autopsia cercherà di dare una risposta alla fine, ma se la cautela è tanta, i timori non mancano
“Nuovi elementi
per riaprire il processo Bossetti”
“Nuovi elementi<br>per riaprire il processo Bossetti”
Ezio Denti, consulente investigativo della difesa del muratore di Mapello condannato all’ergastolo per la morte di Yara Gambirasio, racconta di avere in mano nuovi elementi “molto forti”
Il caso di Ilaria Alpi verso l’archiviazione
Il caso di Ilaria Alpi verso l’archiviazione
Per la seconda volta, la procura di Roma ha richiesto al gip l’archiviazione dell’inchiesta per mancanza di nuovi elementi. Di tutt’altro parere gli avvocati della famiglia Alpi
Caso Sarti, il video hot è una squallida fake
Caso Sarti, il video hot è una squallida fake
Solidarietà totale alla parlamentare grillina (al di là delle idee politiche), vittima di una campagna diffamatoria di rara violenza e volgarità. Nel video porno c'è una donna tatuata e con una voce totalmente diversa