Matteo è cosciente ma grave "Ci verrà tempo per riprendersi"

| Il motociclista coinvolto nel tragico incidente di Condove dove morì la sua fidanzata, Elisa Ferrero, travolta da un furgone. L'autista, Maurizio De Giulio, è in carcere per omicidio volontario

+ Miei preferiti
Matteo Penna, 30 anni, il motociclista di Moncalieri che, dopo una lite in strada, sulla statale 24 a Condove, era stato inseguito e investito (nello schianto è morta la sua fidanzata, Elisa Ferrero, 29 anni, appena laureata in Medicina) s'è svegliato dal coma - grazie anche all'aiuto degli amici più cari che gli sono stati vicini in tutto questo tempo - e presto dalla rianimazione sarà trasferito nell'unità spinale del Cto per un lungo periodo di riabilitazione. Per rispetto nei suoi confronti e della sua famiglia, assistita dall'avvocato Pierfranco Bertolino, nessuno può avvicinarsi poiché ora Matteo, assistito dai suoi genitori e da una ristretta cerchia di persone fidate, dovrà riprendere contatto con la realtà, e soprattutto apprenderà della morte della sua fidanzata, con cui aveva maturato il progetto di sposarsi al più presto. Sarà un periodo molto difficile, che i familiari auspicano lontano dai media. Nel frattempo l'indagine del pm Paola Stupino si avvia al termine. Sentiti tutti i testimoni dell'incidente, avvenuto a luglio, un pomeriggio di domenica, all'altezza della rotonda del Gravio di Condove, direzione Torino, restano ancora da completare le perizie sulla dinamica dell'incidente e su alcuni importanti dettagli tecnici, in particolare su freni e luci posteriori del furgone Ford Transit investitore. 

Investitore ancora in carcere

L'uomo che era alla guida (a bordo c'erano anche la compagna e la figlia 11enne) è stato arrestato dai carabinieri subito dopo il fatto ed è tuttora in carcere alle Vallette con l'accusa di omicidio volontario aggravato. Si chiama Maurizio De Giulio, ha 50 anni, fa l'elettricista. Abita a Collegno. Al momento dell'incidente risultava con un tasso alcolemico nel sangue tre volte superiore a quello consentito. Tornava con la famiglia da un picnic, il suo furgone era uscito da una strada laterale senza dare la precedenza, rischiando così di travolgere la moto con Matteo ed Elisa. Da qui la lite, l'inseguimento e lo schianto mortale. De Giulio si difende sostenendo che non voleva altro che annotare il numero di targa della moto per segnalare all'assicurazione un danno al retrovisore sinistro, colpito dal motociclista con un pugno. Ma non ci sono tracce di frenata. Anzi, dal video dell'incidente, registrato dalle videocamere di sicurezza di un'azienda di Condove, sembrerebbe che, travolta la moto e uccisa Elisa, De Giulio abbia persino accellerato, trascinandola per una cinquantina di metri, prima di finire la corsa contro il guard-rail. Non appena sarà possibile, il pm sentirà Matteo Penna, per ricostruire gli ultimi particolari. Poi la chiusura indagini e la fissazione dell'udienza. Il processo forse già prima del 2018.

Cronaca
Due capre per tagliare l'erba
Due capre per tagliare l
Il sindaco di Buonabitacolo (Salerno) risponde ironicamente alle lamentele dei cittadini per l'erba troppo alta in una rotatoria. "La competenza è dell'Anas, si informino"
Finge violenza per paura del marito
Finge violenza per paura del marito
Una 28enne di Vigevano ha simulato una violenza per nascondere un tradimento al marito. Smascherata dai carabinieri
Dedicata a Siani la redazione de Il Mattino
Dedicata a Siani la redazione de Il Mattino
Decisione del direttore Federico Monga. Presenti i familiari del giornalista ucciso dalla camorra, il presidente della Camera Fic e il sindaco De Magistris
"Amico mio, ti rivedrò presto..."
"Amico mio, ti rivedrò presto..."
Un brianzolo di 35 anni aveva postato una frase profetica dopo la morte di un amico. E 5 giorni dopo è morto in un incidente stradale. "Morte bastarda, vieni a prendermi sono pronto"
Falso account per rubare identità
Falso account per rubare identità
Arrestato un informatico di Caivano, Napoli. Inviava false denunce di smarrimento da un account simili a quello dei carabinieri agli uffici anagrafe del Comune per avere i dati con cui stampare documenti falsi
HANNO UCCISO GIULIA E MANUELA
Medico pronto per l'appello, l'altro resta in cella
HANNO UCCISO GIULIA E MANUELA<br>Medico pronto per l
Matteo Cagnoni cambia il team degli avvocati e torna in aula come testimone. L'x sindacalista che ha ucciso Manuela Bailo resta in cella, niente domiciliari in attesa del processo
"Basta agguati, questa non è camorra"
"Basta agguati, questa non è camorra"
Duro intervento del parroco di Forcella dopo l'ennesima "stesa". "Sono cani sciolti, cercano di scalare i vertici del racket". Appello al governo: "Non bastano interventi spot"
"Caro arcivescovo, sapevi tutto sugli abusi"
"Caro arcivescovo, sapevi tutto sugli abusi"
La madre di un ragazzo abusato da don Mauro Galli aveva informato l'attuale arcivescovo di Milano nel 2012, ma il prete fu solo trasferito. E' stato condannato a 6 anni e 4 mesi
Uccide il genero perché di una casta diversa
Uccide il genero perché di una casta diversa
L’ennesimo caso di omicidio d’onore in India: una ricca famiglia si oppone all’amore della figlia con un paria, e quando i due si sposano, commissiona l’omicidio
Spara a 4 colleghi, la polizia lo abbatte
Spara a 4 colleghi, la polizia lo abbatte
Un funzionario di una società di software a Middleton, Wisconsin, apre il fuoco con una pistola nell'ufficio e viene a sua volta ucciso dalla polizia. Ignote le cause. Molti feriti ancora gravi