Mattarella, appello ai giganti del web

| Attacchi informatici, siti manovrati per condizionare le campagne elettorali, la proliferazione delle fake news. Rendere il web un luogo sicuro di informazione e condivisione

+ Miei preferiti

"Gli Stati hanno l'obbligo di difendere i loro concittadini dagli attacchi virtuali". E’ l’allarme lanciato dal presidente Mattarella parlando di cybersecurity dalla Lettonia. "Sappiamo - ha aggiunto - che le conseguenze di attacchi informatici possono essere disastrose: sui sistemi informatici pubblici, sulle banche, sui sistemi elettorali, sui sistemi sociali e sanitari. E la possibilità che grandi gruppi criminali, o anche Stati con atteggiamento ostile, possa provocare questi danni disastrosi è davvero allarmante per tutti".

Il presidente Mattarella,  nel corso di un incontro al "gruppo Arraiolos", ha citato Foreign Affairs Magazine dove "due ex responsabili della difesa degli Stati Uniti hanno affermato che vi sono Stati che stanno armando Internet". "Vi sono quindi - ha proseguito - pericoli nuovi, molto più insidiosi che consentono anche la manipolazione delle pubbliche opinioni. Gli strumenti tradizionali, anche i più perfezionati e avanzati di difesa, sono inermi rispetto a questi pericoli e a queste insidie". Per questo "i giganti del Web, che hanno realizzato Internet, hanno la responsabilità di renderlo un luogo di libertà e non un luogo di insidie. Sono queste le necessità: quelle di mettere insieme, in maniera determinante - e questo lo può fare l'Unione e non i singoli Stati - tutti questi soggetti perché intervengano in maniera coordinata in questo senso". "Ma la cosa più importante - ha spiegato il presidente - è creare gli anticorpi della società, cominciando dalla scuola, dalla continua formazione dell'uso del Web. Cioè la vera difesa e il vero anticorpo contro le insidie cibernetiche è anzitutto lo spirito critico dei cittadini".

"Non dobbiamo cadere nella trappola di pensare di potere irreggimentare i nostri concittadini orientandoli, ma dobbiamo stimolare la loro libertà e il loro spirito critico perché questa è l'unica difesa effettiva che nelle società si può avere nei confronti delle insidie cibernetiche", ha concluso il presidente della Repubblica.

 
Cronaca
Dedicata a Siani la redazione de Il Mattino
Dedicata a Siani la redazione de Il Mattino
Decisione del direttore Federico Monga. Presenti i familiari del giornalista ucciso dalla camorra, il presidente della Camera Fic e il sindaco De Magistris
"Amico mio, ti rivedrò presto..."
"Amico mio, ti rivedrò presto..."
Un brianzolo di 35 anni aveva postato una frase profetica dopo la morte di un amico. E 5 giorni dopo è morto in un incidente stradale. "Morte bastarda, vieni a prendermi sono pronto"
Falso account per rubare identità
Falso account per rubare identità
Arrestato un informatico di Caivano, Napoli. Inviava false denunce di smarrimento da un account simili a quello dei carabinieri agli uffici anagrafe del Comune per avere i dati con cui stampare documenti falsi
HANNO UCCISO GIULIA E MANUELA
Medico pronto per l'appello, l'altro resta in cella
HANNO UCCISO GIULIA E MANUELA<br>Medico pronto per l
Matteo Cagnoni cambia il team degli avvocati e torna in aula come testimone. L'x sindacalista che ha ucciso Manuela Bailo resta in cella, niente domiciliari in attesa del processo
"Basta agguati, questa non è camorra"
"Basta agguati, questa non è camorra"
Duro intervento del parroco di Forcella dopo l'ennesima "stesa". "Sono cani sciolti, cercano di scalare i vertici del racket". Appello al governo: "Non bastano interventi spot"
"Caro arcivescovo, sapevi tutto sugli abusi"
"Caro arcivescovo, sapevi tutto sugli abusi"
La madre di un ragazzo abusato da don Mauro Galli aveva informato l'attuale arcivescovo di Milano nel 2012, ma il prete fu solo trasferito. E' stato condannato a 6 anni e 4 mesi
Uccide il genero perché di una casta diversa
Uccide il genero perché di una casta diversa
L’ennesimo caso di omicidio d’onore in India: una ricca famiglia si oppone all’amore della figlia con un paria, e quando i due si sposano, commissiona l’omicidio
Spara a 4 colleghi, la polizia lo abbatte
Spara a 4 colleghi, la polizia lo abbatte
Un funzionario di una società di software a Middleton, Wisconsin, apre il fuoco con una pistola nell'ufficio e viene a sua volta ucciso dalla polizia. Ignote le cause. Molti feriti ancora gravi
Ritrova il cane rapito tre anni fa
Ritrova il cane rapito tre anni fa
Il Chihuahua era in un campo nomadi di Baranzate in Brianza. Restituito grazie al microchip. Le lacrime della proprietaria, credeva fosse morto. Nel corso dei controlli arrestato latitante dalla polizia
Molotov contro centro Sprar
Molotov contro centro Sprar
Lanciata da ignoti contro l'ingresso del fabbricato dove si svolgono i corsi per rifugiati. I responsabili: "Speriamo sia solo una brava e non un gesto razzista"