Movida, c'è l'accordo con gli esercenti

| Il Comune concede orari di chiusura e vendita alcolici meno duri, i commercianti rispondono mettendo in campo stewart con il compito di garantire la tranquillità ai residenti

+ Miei preferiti
Di Davide Cucinotta

Un primo passo, per risolvere la sempre più intricata questione della "mala movida" torinese, sfociata nei fatti di via Santa Giulia e nei Murazzi, teatro di tensioni fra giovani e forze dell'ordine, sembra fatto. Dopo l'incontro con le associazioni di categoria di lunedì, richiesto da Ascom e Confesercenti qualche giorno fa con una lettera indirizzata a sindaco e Prefetto, le regole per i dehors e gli orari per la vendita di alcolici si sono ammorbidite.

In pratica, c'è un accordo sui nuovi orari di apertura di San Salvario, Vanchiglia e piazza Vittorio, zone coinvolte nella stretta verso la vendita di alcol da asporto: le sere di venerdì e sabato fino alle 3, giovedì alle 2 e da domenica a mercoledì chiusura all'una e trenta. Una concessione che serve per ammorbidire le parti, visto che nelle intenzioni del Comune pare ci fosse l'intezione di uniformare l'orario di chiusura all'una di notte da domenica a mercoledì, salendo alle 2 il giovedì e il venerdì, lasciando le tre solo per il sabato. E, ancor più importante per i commercianti, il divieto di vendita degli alcolici scatterà negli stessi orari di chiusura dei dehors, quindi molto in avanti, soprattutto nei week end. L'impegno assicurato dagli esercenti sarà quello di tentare di garantire la tranquillità dei residenti, utilizzando stewart con il compito di calmare e allontanare i più facinorosi.

Cronaca
Udine, caccia agli ultras violenti
Udine, caccia agli ultras violenti
Lanciate bottiglie e pietre contro le auto dei tifosi del Napoli, già notificati i primi Daspo. La Digos sta ancora visionando le immagini delle video-riprese degli incidenti. Poi le denunce
Francia: punta la pistola alla tempia della prof
Francia: punta la pistola alla tempia della prof
È accaduto a Créteil, nell’Île-de-France: un sedicenne ha intimato all’insegnante di segnarlo presente sul registro. Indignazione bipartisan e promessa di sanzioni esemplari
Stadio Roma, Parnasi torna libero
Stadio Roma, Parnasi torna libero
L'imprenditore romano che voleva costruire il nuovo stadio scarcerato dopo gli ultimi interrogatori. Aveva finanziato Pd e Lega ma forse anche altri partiti
Processo Raggi, Marra sapeva
Processo Raggi, Marra sapeva
Il ruolo dell'ex manager del sindaco Raggi era "attivo e sostanziale", il 25 sarà interrogato dal pm sulle nomine dirigenziali
Pompei, data eruzione torna al 24 agosto 79dc
Pompei, data eruzione torna al 24 agosto 79dc
L'iscrizione che aveva trasferito ad ottobre la data dell'eruzione potrebbe essere una scritta di servizio di un muratore relativa a un carico di merce
Mostro o ex? Lo strano caso Brega-Massone
Mostro o ex? Lo strano caso Brega-Massone
Dall’ergastolo del primo grado ai 15 anni che chiudono il processo bis a carico di Pier Paolo Brega Massone: per i giudici si è trattato di omicidi preterintenzionali
La vita spericolata di Rossi junior
La vita spericolata di Rossi junior
Processo a gennaio per il figlio di Vasco. Alla guida di un'Audi aveva saltato uno stop investendo una Panda con due ragazze a bordo. Poi se n'era andato. Nei guai anche l'amico che voleva sostituirsi a lui
Prete molestatore, la curia lo sospende
Prete molestatore, la curia lo sospende
Scandalo a Gorizia, il sacerdote avrebbe molestato sessualmente una donna in difficoltà. Smascherato dalle Iene
Raffica di condanne per la morte di Hélène Pastor
Raffica di condanne per la morte di Hélène Pastor
La ricchissima ereditiera monegasca fu assassinata quattro anni fa davanti ad un ospedale di Nizza. Le indagini hanno permesso di risalire a tutti i componenti del piano, condannati con pene pesanti dal tribunale
Emilia, scoperto arsenale partigiano
Emilia, scoperto arsenale partigiano
Armi paracadutate durante la guerra civile, conservate in un tubo di cemento poi sepolto in un campo. Sono intervenuti gli artificieri