Movida violenta, aggrediti altri tre carabinieri

| Accade ai Murazzi, i militari circondati da una folla ostile corsa in aiuto di due venditori abusivi. Sull'accaduto, un duro post della sindaca Appendino

+ Miei preferiti

Circondati da una quarantina di persone e costretti a chiamare i rinforzi. È successo l'altra notte ai Murazzi, uno dei cuori della movida torinese, a tre carabinieri in borghese della compagnia San Carlo impegnati nei controlli previsti dalle nuove norme emanate contro la vendita abusiva di bevande alcoliche. I militari, dopo aver fermato due cittadini del Bangladesh di 36 e 38 anni colti in flagrante mentre vendevano birre in bottiglia nascoste in un carrello della spesa, sono stati letteralmente circondati da alcuni giovani, richiamati dalle plateali lamentele dei due abusivi. Per placare gli animi che iniziavano a surriscaldarsi con spinte e insulti, sono dovuti intervenire altri agenti dell'Arma, consentendo di trasferire in caserma i due "bangla", come sono chiamati i venditori di alcolici nel linguaggio della movida, identificati e quindi denunciati per vendita abusiva di alcolici.

La presa di posizione della sindaca

Sull'accaduto, Chiara Appendino ha diffuso questa mattina un perentorio post su Facebook in cui oltre a difendere e ringraziare il lavoro delle forze dell'ordine, impegnate a far rispettare il giro di vite imposto contro la vendita di bevande alcoliche da asporto dalle 20.00 alle 6.00 del mattino in bar, locali, negozi, minimarket e supermercati nelle zone della movida, ha tuonato forte contro "Un'inciviltà che rappresenta un mondo non mio e una comunità che non è la nostra e nemmeno può esserlo. Ci sono giovani che hanno diritto di continuare a divertirsi, ci mancherebbe, ma ci sono anche i cittadini che hanno il diritto di riposarsi e commercianti onesti che non devono subire concorrenza sleale".

Un segnale preoccupante che martedì scorso ha avuto un precedente in piazza Santa Giulia, epicentro della notte in zona Vanchiglia, coinvolgendo questa volta alcuni agenti di polizia, allontanati a forza da (e slogan) un gruppo di autonomi dei centri sociali  durante un normale controllo di ordine pubblico per verificare se veniva o no rispettato il divieto di vendita di alcolici.

Cronaca
Uccide bimbo schiacciandolo nell'auto
Uccide bimbo schiacciandolo nell
Alfie aveva 3 anni e "faceva troppo rumore" durante il viaggio. Il fidanzato della madre per due volte ha spinto indietro il sedile e alla fine lo ha soffocato. La mamma non ha fatto nulla per salvarlo. Rispondono entrambi di omicidio
La falsa storia del povero senzatetto
La falsa storia del povero senzatetto
In tre si erano inventati una storia commovente virale sul web: un barbone aveva donato i suoi ultimi 20 dollari a una donna con l'auto senza benzina. Raccolti 400 mila dollari per aiutarlo. Arrestato per truffa, complici denunciati
Hanno causato 28 fratture al figlio di 4 mesi
Hanno causato 28 fratture al figlio di 4 mesi
Genitori condannati a 8 anni di carcere nel Sussex: avevano picchiato il loro bimbo provocandogli "lesioni spaventose" perché piangeva troppo. Adesso è stato adottato e si sta riprendendo. Le dure parole del giudice
"Il razzismo la paga cara"
"Il razzismo la paga cara"
L'ex ministro del governo Letta, la dottoressa Cecile Kyenge, commenta così la condanna in primo grado del ministro leghista Calderoli che l'aveva definita "un orango". Vincere il razzismo in modo pacifico e legale
L'ombra senza pace della nave Concordia
L
Sette anni fa, alle 21:47 del 13 dicembre 2013, la nave affondò davanti all'Isola del giglio per una manovra sbagliata. Il suo ex capitano, Francesco Schettino, è in carcere da mesi. Legge, fa sport e spera in una riduzione della pena
Regeni, la procura apre un'altra inchiesta
Regeni, la procura apre un
Al centro le pressioni delle autorità egiziane contro il consulente della famiglia Regeni a Il Cairo. Ma l'inchiesta principale, sulla tortura e morte del ricercatore, ancora in alto mare. L'Egitto non collabora
Ucciso Kevin Fret, il primo trapper gay
Ucciso Kevin Fret, il primo trapper gay
È stato freddato mentre era alla guida della sua moto. Il suo desiderio era aprire la scena musicale che conta agli artisti della comunità omosessuale di Porto Rico
Snow board proibito, morto 24enne
Snow board proibito, morto 24enne
La vittima, Julian Impagliazzo di Scandicci ha sbagliato un salto ed è volato per 20 metri in una scarpata. Illeso l'amico. La zona era vietata, inutili i soccorsi.
L'assassino di Desirée chiede nuovo processo
L
Giovanni Erra fu condannato a 30 anni per avere ucciso, assieme a tre minori, una ragazzina di 14 anni a Leno. Ora pretende si cerchi "un'altra verità". La famiglia: "Sconti la sua sua pena e faccia i conti la sua coscienza"
È morto Fernando Aiuti
È morto Fernando Aiuti
L’immunologo, 83 anni, si è battuto per tutta la vita contro i pregiudizi verso i malati di Aids. Celebre il bacio ad una donna sieropositiva. La Procura indaga per possibile suicidio