Padre Carmine, da Lourdes al sinodo del giovani

| Giornata di formazione Unitalsi al Cottolengo con il presidente nazionale Antonio Diella e il presidente della sezione torinese Pierfranco Bertolino

+ Miei preferiti
Di Davide Cucinotta
"Qualsiasi cosa vi dica, fatela". È il tema pastorale del Santuario di Lourdes per il 2018, scelto pensando al prossimo Sinodo dei giovani e come da tradizione adottato dall'Unitalsi, (Unione Nazionale Italiana Trasporto Ammalati a Lourdes e Santuari Internazionali). Un tema che rappresenta il contenuto delle schede per l'approfondimento, realizzate con un linguaggio volutamente semplice e comprensibile per diventare strumento utile ad un vero percorso di formazione. È stato questo, il tema conduttore della Giornata di Formazione voluta dalla sezione piemontese dell'Unitalsi, ospitata sabato 4 novembre presso la Sala Convegni del Cottolengo di Torino. Una giornata iniziata con il saluto del Presidente della Sezione, l'avvocato Pierfranco Bertolino, e introdotta al tema pastorale da padre Carmine Arice, lo scorso settembre padre eletto padre generale del Cottolengo. A impreziosire la giornata, la presenza di Antonio Diella, presidente nazionale Unitalsi, in carica dallo scorso anno. A Padre Carmine, diretto com'è nel suo carattere, il compito di scuotere i presenti, introducendo "Qualsiasi cosa vi dica, fatela", frase pronunciata da Maria ai servitori, quando Gesù tramutò l'acqua in vino durante le Nozze di Cana, una delle più celebri parabole citate nel Vangelo. La giornata si è conclusa con con un meeting conviviale nei locali della Scuola del Cottolengo. A dare il via alla giornata l'avvocato Bertolino, presidente della Sezione Piemontese, che ha voluto ringraziare i numerosi presenti, accorsi al Cottolengo malgrado le difficoltà del blocco del traffico.


Cronaca
Il marito accusa Roberta Ragusa: aveva l'amante
Il marito accusa Roberta Ragusa: aveva l
L'uomo condannato in primo e secondo per avere ucciso la moglie scomparsa nel 2012, ne infanga la memoria nel tentativo di non andare in carcere: "Fu una fuga volontaria". Che ne pensano i figli solidali con il padre?
Il medico dei Vip fa il Vip anche in carcere
Il medico dei Vip fa il Vip anche in carcere
Corteo ed esposto al Dap a Ravenna contro il trasferimento di Matteo Cagnoni, condannato in 1°all'ergastolo, da Bologna a Ravenna su sua richiesta. Le associazioni rosa: "Privilegi incomprensibili, chi tutela le vittime?"
"Ha ucciso le nostre bimbe e ci ha rubato la vita"
"Ha ucciso le nostre bimbe e ci ha rubato la vita"
Condannato all'ergastolo Russel Bishop, inchiodato dalla prova del Dna per aver ucciso nel 1986 a Brighton due bambine di 9 anni. Lo strazio dei genitori: "Ci ha impedito di vederle crescere, con loro siamo morti anche noi"
Trappola Tinder, preso l'assassino di Grace
Trappola Tinder, preso l
E' un 26enne neozelandese che l'ha attirata in un albergo e poi strangolata con le sue calze. Caricato il corpo su un'auto, lo ha gettato in una foresta. Sostiene che la 22enne è morta "per cause naturali"
Uccise la compagna: ergastolo
Uccise la compagna: ergastolo
Condannato l'ex assessore leghista di Chignolo Po (Pavia) Franco Vignati, 64 anni. Ha ucciso l'ex convivente Kruja Lacdije, 40 anni, albanese. I risarcimenti alla famiglia
Il prete veneto che sfida Salvini
Il prete veneto che sfida Salvini
"Si professa cattolico - ha detto il sacerdote don Claudio Miglioranza durante la messa - ma con gli immigrati non è cristiano". Replica del ministro: "Si legga il decreto, amen"
Confessò omicidio sulla tomba del figlio
Confessò omicidio sulla tomba del figlio
Stefano Di Francesco aveva ucciso il primogenito, 32 anni, per dissapori familiari. Poi aveva simulato un incidente, ma i carabinieri avevano sistemato un microfono sulla sua tomba, dove l'uomo ha reso una piena confessione
La strage dei bambini innocenti
La strage dei bambini innocenti
INCHIESTA. Troppo spesso i genitori in crisi sfogano o utilizzano i figli piccoli per trascinarli nella morte. L'ombra di malattie mentali spesso invisibili. Gli album di Facebook da famiglia del "Mulino Bianco" prima dei delitti
I misteri della notte di Sfera Ebbasta
I misteri della notte di Sfera Ebbasta
Mentre qualcuno avanzano ipotesi inquietanti, emerge comunque una verità: il trapper era ancora a Rimini oltre la mezzanotte, sul palco di un altro locale
Fermato dai carabinieri il minorenne dello spray
Fermato dai carabinieri il minorenne dello spray
Nelle prossime ore sarà interrogato in merito a quanto avvenuto al “Lanterna Azzurra” di Corinaldo. Per adesso è accusato di possesso di droga