Profughi, l'emergenza c'è ma la rete tiene

| Bilancio positivo dopo migliaia di arrivi nel centro Fenoglio della Cri di Settimo Torinese

+ Miei preferiti
Emergenza ma senza affanno. Da mesi, ormai, il centro Fenoglio della Croce Rossa, senza avere un riconoscimento ufficiale a livello di sigle, almeno, è un hub perfettamente funzionante. Ospita nelle tendopoli da 500 a 600 profughi e presto ci saranno altre strutture in grado di accogliere almeno altre duecento persone. L'Emercency Manager della Cri Ignazio Schintu rileva solo che non ci sono eccessive criticità. C'è un continuo ricambio degli ospiti che, una volta arrivati a Torino, vengono dirottati nel volgere di poche ore nei comuni piemontesi che hanno accolto la richiesta del governo e della Regione di creare centri d'accoglienza. Sino all'estate 2016 c'era il problema dell'overbooking, ora no. Come mai? "Semplice. Il governo ha stanziato fondi importanti e li distribuisce ai Comuni in base al numero di abitanti ed alto parametri. Sono soldi veri, fuori bilancio. E le polemiche sono diminuite del 90 per cento". Ma, in realtà, i timori per una nuova ondata di arrivi c'è, eccome.
I numeri degli analisti sono impietosi, in Italia raddoppia il numero dei richiedenti asili sbarcati sulle nostre costte, mentre il Mediterraneo diventa una tomba a cielo aperto, come mai nella sua storia, con miglia di morti annegati, compresi donne e bambini, Che succederà? "Il rapporto tra il numero dei Comuni e quello dei profughi, anche dovesse raddoppiare, è ancora basso - spiegano in Regione  - si potrebbe arrivare  a superare la soglia attuale senza problemi, anche se i costi dell'assistenza tenderanno ad aumentare in modo sensibile". Alla fine insostenibile? "Il traguardo di un crack finale è lontano. Ci vuole più Europa, più coesiano tra i Paesi Ue. Vedremo". 


In queste ore sono previsti altri centinaia di arrivi di profughi all'hub di Settimo Torinese. La macchina organizzativa è perfetta, c'è un clima di serenità e di collaborazione tra richiedenti asilo e personale. Un piccolo miracolo, che splende nel buio delle polemiche e delle strumentalizzazioni politiche di un'emergenza destinata comunque a durare ancora anni.

Cronaca
"Un burattino nella mani dell'assassina"
"Un burattino nella mani dell
E' disperato Angelo Pezzotta, l'imprenditore che ha portato, bendata con un foulard, Stefania Crotti nelle mani dell'assassina, pure catechista, di Stefania Crotti. "Non me lo perdonerà mai". Sabato i funerali a Gorlago
L’aereo di Emiliano Sala svanito nel nulla
L’aereo di Emiliano Sala svanito nel nulla
Il piccolo Piper su cui viaggiava l’attaccante appena acquistato da Cardiff City è svanito dai radar ieri sera, mentre sulla Manica si abbattevano venti e forti piogge. Le autorità: nessuna speranza di trovare sopravvissuti
Spacca la spina dorsale alla sua bimba: morta
Spacca la spina dorsale alla sua bimba: morta
Sotto accusa un cuoco inglese che avrebbe ripetutamente picchiato, sino alla morte, la figliastra di appena 2 anni. Erin è morta in ospedale per lesioni alla testa ma poche settimane prima aveva subito una frattura spinale e a un braccio
"La festa è andata bene"
Il piano diabolico per uccidere Stefania
"La festa è andata bene"<br>Il piano diabolico per uccidere Stefania
Uccisa con pinze e martello, la trappola studiata nei dettagli con grande psicologia, il depistaggio maldestro, i tre figli abbandonati al loro destino. Tutto per vendicarsi della donna che si era ripresa il marito. Le chat dopo il delitto
"Martina ancora non sa niente"
"Martina ancora non sa niente"
Il marito di Stefania Crotti: "Ora devo solo pensare a lei, ci faremo aiutare dagli psicologi, quando non è arrivata a casa ci eravamo subiti preoccupati. Stefania non si sarebbe mai allontanata da sua figlia"
Gelosia, odio e disperazione
Così Chiara ha ucciso Stefania
Gelosia, odio e disperazione<br>Così Chiara ha ucciso Stefania
Potrebbe averlo fatto per vendicarsi dell'ex amante che l'aveva scaricata e che voleva ricostruire la sua famiglia. Agguato premeditato, la distruzione del cadavere forse un gesto rituale. La donna già in carcere. C'è un complice?
Bendata e con una rosa in mano, la trappola dell'assassina
Bendata e con una rosa in mano, la trappola dell
L'amico credeva di averla invitata a una "festa a sorpresa", organizzata da Stefano Del Bello. Ma era una trappola. Confessa Chiara Alessandri: "Non volevo ucciderla...". Il tatuaggio: "Liberi di sbagliare, liberi di ricominciare"
Pedofilo liberato, subito ucciso dai vicini
Pedofilo liberato, subito ucciso dai vicini
Nel 1985, l'uomo aveva stuprato e ucciso un bimbo di 17 mesi. Condannato all'ergastolo, era stato liberato. Ai vicini aveva detto una bugia sui reati commessi. Smascherato da Google, è stato pugnalato a morte con 150 coltellate
Non le dà codice telefono, brucia vivo marito
Non le dà codice telefono, brucia vivo marito
Una donna indonesiana arrestata dopo una lite. Lei voleva vedere il contenuto dello smartphone, ma lui si è rifiutato. Lo ha cosparso di benzina e poi gli ha dato fuoco con l'accendino. Morto
Studentessa uccisa, stava telefonando alla sorella
Studentessa uccisa, stava telefonando alla sorella
Misterioso delitto a Melbourne, una 21enne rapita, stuprata e pugnalata a morte mentre telefonava alla sorella che ha sentito in diretta il momento in cui è stata aggredita. La polizia: "Forse aggressione sessuale"