Albano e Lecciso, addio al veleno

| Saga nazional-popolare che va oltre al gossip. La moglie Loredano decisa a proteggere i suoi figli, sullo sfondo l'intramontabile Romina, figlie dell'attore Tyrone Power. Una foto del marito con l'ex moglie la causa della rottura

+ Miei preferiti

Loredana Lecciso, compagna di Albano Carrisi per 18 anni e con cui ha avuto due figli, Yasmine e Albano Yunior, ha rivelato in esclusiva al settimanale Oggi di aver lasciato definitivamente il cantante originario di Cellino San Marco. Le nozze, a cui la coppia sembrava essere molto vicina, sono ufficialmente saltate. Ad aver convinto la Lecciso sarebbe stato- come riporta il settimanale- un episodio in particolare: il 12 dicembre da Amburgo (dove Al Bano e Romina Power si trovavano per un concerto) Romina posta foto di lei e Al Bano in giro per mercatini di Natale tra cuori e frasi d'amore.



In quei giorni Loredana è tra Milano e Pavia (dove vive suo fratello) e decide di restarci. Poi l'escalation, con il Natale e il Capodanno da separati, e le mancate risposte chiare di Al Bano. Nonostante qualche mese fa Albano avesse dichiarato amore per la sua compagna, scrivendo sui social queste parole:

Amo Lory, chiedo rispetto per la nostra famiglia

oggi preferisce non aggiungere altri dettagli e afferma

Non voglio entrare in questa bolgia

 



Secondo il settimanale, la decisione presa dalla Lecciso sarebbe stata invece dettata dalla volontà di proteggere i suoi figli, Jasmine e Bido, di 16 e 15 anni, che stanno sui social, guardano la tv e leggono i giornali. Traducendo: subiscono questi exploit, i messaggi trasversali, le foto postate solo per sfruculiare nervi e rancori. Aveva detto: "Subiscono danni per tre volte: quando li vivono in casa, quando diventano argomenti da talk e quando uscendo di casa hanno conferma che sì, tutti ne parlano". Soprattutto a scuola. La sensazione è il dramma sia appena all'inizio. E forse, dietro le quinte, potrebbe già nascondersi l'ennesimo colpo di scena.

Galleria fotografica
Albano e Lecciso,  addio al veleno - immagine 1
Albano e Lecciso,  addio al veleno - immagine 2
Cronaca
Come muore una donna
Come muore una donna
Nicoletta Indelicato, Imane Fadil: due casi di cronaca recente che raccontano la morte di due giovani donne diverse fra loro, unite solo dalla voglia di vivere
Anche il vicesindaco Frongia indagato per corruzione
Anche il vicesindaco Frongia indagato per corruzione
Assessore allo sport, fedelissimo della sindaca Raggi, il suo nome è stato fatto dal costruttore Parnasi all’interno dell’inchiesta sullo stadio della Roma
In manette Marcello De Vito il grillino contro la corruzione
In manette Marcello De Vito il grillino contro la corruzione
Il presidente del Consiglio Comunale di Roma Capitale è stato arrestato insieme all’avvocato Mazzacapo: avrebbero favorito i progetti del costruttore Parnasi. Indagati altri imprenditori
Nicoletta è stata uccisa
Nicoletta è stata uccisa
Il corpo della giovane siciliana scomparsa domenica scorsa, è stato ritrovato nella notte. A indicarlo la coppia che ha confessato l’omicidio: ancora sconosciuto il movente
Nuova Zelanda, il killer aveva un terzo obiettivo
Nuova Zelanda, il killer aveva un terzo obiettivo
Lo ha rivelato la polizia, mentre nel paese sono iniziati i primi funerali e la premier annuncia un giro di vite dell’intelligence e sulla vendita delle armi
Tutti i misteri di Imane
Tutti i misteri di Imane
La fine della modella 34enne sempre più simile a una spy-story dai contorni inquietanti. L’autopsia cercherà di dare una risposta alla fine, ma se la cautela è tanta, i timori non mancano
“Nuovi elementi
per riaprire il processo Bossetti”
“Nuovi elementi<br>per riaprire il processo Bossetti”
Ezio Denti, consulente investigativo della difesa del muratore di Mapello condannato all’ergastolo per la morte di Yara Gambirasio, racconta di avere in mano nuovi elementi “molto forti”
Il caso di Ilaria Alpi verso l’archiviazione
Il caso di Ilaria Alpi verso l’archiviazione
Per la seconda volta, la procura di Roma ha richiesto al gip l’archiviazione dell’inchiesta per mancanza di nuovi elementi. Di tutt’altro parere gli avvocati della famiglia Alpi
Caso Sarti, il video hot è una squallida fake
Caso Sarti, il video hot è una squallida fake
Solidarietà totale alla parlamentare grillina (al di là delle idee politiche), vittima di una campagna diffamatoria di rara violenza e volgarità. Nel video porno c'è una donna tatuata e con una voce totalmente diversa
Ikea furti e ricettazione, 10 licenziati
Ikea furti e ricettazione, 10 licenziati
Accade a Corsico, i dipendenti avrebbe venduto a parenti e amici mobili e altro cambiando i codici a barre con il prezzo di bottiglie d'acqua e oggetti di scarso valore. Provvedimenti disciplinari per altri 22