Sciatore morto "L'incidente fuori pista"

| Lo sciatore 31enne di Torino avrebbe perso una traiettoria a velocità elevata finendo in un tratto fuori dalla pista. L'impatto contro una barriera anti-vento. La società: "Percorso segnalato, visibilità buona. Tragica fatalità"

+ Miei preferiti

"La pista è sicura: regolarmente palinata e con i cartelli che consigliano di rallentare. Quella non è una pista particolarmente difficile. Nei giorni scorsi avevamo deciso di chiuderla per il forte vento, ma oggi l'abbiamo riaperta. Non c'erano problemi di visibilità, non c'era la nebbia. Purtroppo gli incidenti capitano. Noi vendiamo divertimento, queste disgrazie non dovrebbero succedere." Via all'indagini dei carabinieri, su delega del pm Nicoletta Quaglino, per ricostruire se Giovanni Bonaventura, l'ingegnere torinese di 31 anni morto, non aveva avuto modo di accorgersi della presenza degli ostacoli comunque non nel tracciato battuto.



Lo schianto è avvenuto nella pista di punta al Fraiteve, non facilissima nel tratto verso Sansicario. La vittima si chiamava Giovanni Bonaventura, 31 anni, ingegnere torinese di origine siciliana, lavorava in un'azienda web del capoluogo.: è morto sul colpo sbattendo contro una barriera frangivento collocata nei pressi delle piste del collegamento sulla cresta, tra Sauze e Sestriere. Lo schianto è stato violentissimo: lo sciatore, che indossava il casco, ha subito un gravissimo trauma cranico e facciale e poi ha continuato a scivolare sulla pista a per oltre 200 metri. Bonaventura era solo quando ha perso il controllo degli sci, per poi colpire la barriera, in legno, montata per impedire al vento di spazzare via la neve dalla pista. I responsabili delle funive precisano che le barriere erano starte sistemate negli ultimi giorni per impedire al vento di portare via la neve dalla piste. Il tracciato viene considerato di media difficoltà , le condizioni di vento e visibilità buone. Bonaventura, che in quel momento era da sola, indossava il casco. Non è neppure escluso che sia stato colto da malore prima di lanciarsi contro le barriere, fuori dal percorso battuto.

Galleria fotografica
Sciatore morto "Lincidente fuori pista" - immagine 1
Cronaca
"Giulia uccisa da due uomini"
"Giulia uccisa da due uomini"
Colpo a sorpresa della difesa di Matteo Cagnoni. Il caos sulle impronte, le scarpe degli assassini sono di due tipi, le digitali potrebbero appartenere a chiunque. Nei borsoni non c'erano vestiti e borsa della vittima. "Clima ostile"
Arolla, sette morti senza colpevoli
Arolla, sette morti senza colpevoli
ESCLUSIVO. La procura svizzera archivia l'inchiesta sulla tragedia di Arolla in cui sono morti sette alpinisti. Nessuna responsabilità penale, la guida Mario Castiglioni aveva agito "con professionalità". Uccisi dal whiteout
Si riapre il caso delle ragazze dell’Erasmus
Si riapre il caso delle ragazze dell’Erasmus
Archiviata per ben due volte, la strage del bus che marzo del 2016 è costata la vita a 13 ragazze, di cui 7 italiane, è stato riaperto dopo l’insistenza delle famiglie
Disabilità, Centro Paideia anche a Torino
Disabilità, Centro Paideia anche a Torino
Investiti 13 milioni di euro, la sede in via Moncalvo. Aiuterà bambini e famiglie in difficoltà. Attività culturali e sportive. I dettagli
Follia Rom, folla ai funerali di Duccio
Follia Rom, folla ai funerali di Duccio
In corso a Firenze i funerali di Duccio Dini, 29 anni, ucciso in sella al suo scooter da un'auto condotta da un Rom deciso a vendicarsi di un familiare dopo un folle inseguimento. L'inchiesta
"Adesso non lo protegge più nessuno"
"Adesso non lo protegge più nessuno"
Commenti minacciosi sui social dopo la scarcerazione di Manuel Morisciano, coinvolto nel delitto del motociclista degli Hell's Angel Alessandro Gino. Arresti domiciliari nella casa di Giaveno
Dermatologo Vip lenta discesa verso l'ergastolo
Dermatologo Vip lenta discesa verso l
Il pm Cristina D'Aniello sta ricostruendo in aula ogni istante del delitto, sino all'agonia finale. "Delitto premeditato e feroce". Richiesta di pena scontata. Poi le difese e la sentenza. Lui assente in aula per la prima volta
Di nuovo l'anti-semitismo
Di nuovo l
"Questo è un negozio ebreo", un foglio scritto al pc sulla vetrina di un negozio di parrucchiere a San Maurizio Canavese (Torino). Il titolare: "Non sono ebreo, forse uno scherzo". Indagano i carabinieri
"Vicino all'agente, anche come padre"
"Vicino all
Genova, solidarietà dal ministro dell'Interno Salvini all'agente che ha ucciso un ventenne che stava accoltellando in modo grave un collega. Il capo della polizia: "Presto i Taser, spiace per una vita perduta"
"Se non è stato Pascal, chi ha ucciso Sofiya?"
"Se non è stato Pascal, chi ha ucciso Sofiya?"
Filtrano indiscrezioni sull'analisi del cadavere della bella ucraina uccisa in Friuli a novembre. Non ci sarebbe traccia del Dna del suo convivente, poi morto suicida. Sofia Melnick, 43 anni, fu uccisa a bastonate