Stop alla Tav, ma le penali? La replica-appello di Esposito

| Il premier in pectore dei grillini, Di Maio, promette: "Una volta al governo bloccheremo i cantieri"

+ Miei preferiti
"Se andremo al Governo bloccheremo la Tav in Val Susa, è nel nostro programma da sempre". Ad affermarlo il vicepresidente della Camera Luigi Di Maio. "Se dovessimo arrivare al Governo - si è chiesto intervenendo alla festa M5S di Torino - potremmo ancora tollerare di spendere i miliardi in Val Susa quando ci sono i mezzi pubblici che non funzionano e decine di altri interventi utili da fare per la mobilità?". Bloccare la Tav in Val Susa, ha aggiunto, "per recuperare risorse da opere che anche Macron vuole fermare e reinvestirle dove serve". C'è un problema. L'Italia ha firmato una serie di accordi con la Francia, che mom hai mai messo in discussione il tnnel di base, per cui si sta già lavorando, che prevedeono tra l'altro pesanti penali in caso di inadempienza. Chi le pagherà? i grillini? Un quesito rimasto insoluto.
Così ha risposto l'on. dem Stefano Espostio, con un post su Facebook: "
Ieri Luigi DiMaio, scortato dal Sindaco Appendino, è planato su Torino per chiudere la festa del m5s. Nel suo intervento, ha voluto ricordare che in caso di vittoria dei grillini alle prossime elezioni politiche, una dei primi atti che farà sarà bloccare la Torino-Lione. A questa affermazione Appendino ha applaudito convintamente. Per quanto mi riguarda non sono sorpreso, per una forza politica che dispensa messaggi populisti e demagogici il TAV è un tema facile. Sono invece interessato a capire che cosa pensano i rappresentanti delle associazioni di rappresentanza di Torino e del Piemonte che da sempre sostengono l'opportunità della Torino-Lione, di fronte a questo programma elettorale e soprattutto se intendono far arrivare al Sindaco di Torino un messaggio critico rispetto a questa ipotesi.  Non faccio questa richiesta per polemica politica, ma perché conosco le aspettative del nostro sistema economico e di impresa rispetto alle importanti ricadute di questa opera sul nostro territorio. In questi anni il PD ha tenuto la barra dritta, ha difeso gli interessi di questo territorio anche di fronte ai tentativi romani di scipparci le risorse, senza guardare al colore politico del Governo. Ora chiedo a al Dott. Gallina che presiede l'UNIONE INDUSTRIALE, ad Alessandro Cherio per ANCE, a Vincenzo Ilotte presidente CAMERA DI COMMERCIO, a Paolo Alberti, Nicola Scarlatelli e Filippo Provenzano per CNA Torino e Piiemonte, a Maria Luisa Coppa di ASCOM, a Giancarlo Banchieri di CONFESERCENTI, a Dino De Santis si CONFARTIGIANATO, a Giancarlo Gonella di LEGACOOP, a CGIL, CISL e UIL; ritenete utile spiegare ad Appendino che l'alta velocità Torino-Lione è un'opera che può garantire crescita, occupazione e sviluppo per questo territorio, che il Sindaco di TORINO se pensa di rinunciare a quasi 3 miliardi di investimenti dovrebbe spiegarci come pensa, sulla base di quali progetti, di generare le stesse ricadute del TAV. Mi auguro che questa mia sollecitazione non offenda nessuno, compresi i tanti che non ho citato, ma di fronte ad una amministrazione che ha tagliato la cultura, che rischia di perdere i soldi per la METRO2, che non ha una sola idea per il futuro di questa città, sia necessario che le forze produttive, sociali facciano sentire la loro voce, rispettosa ma ferma. Grazie per la vostra attenzione". Aspettiamo le reazioni".
Cronaca
"Un burattino nella mani dell'assassina"
"Un burattino nella mani dell
E' disperato Angelo Pezzotta, l'imprenditore che ha portato, bendata con un foulard, Stefania Crotti nelle mani dell'assassina, pure catechista, di Stefania Crotti. "Non me lo perdonerà mai". Sabato i funerali a Gorlago
L’aereo di Emiliano Sala svanito nel nulla
L’aereo di Emiliano Sala svanito nel nulla
Il piccolo Piper su cui viaggiava l’attaccante appena acquistato da Cardiff City è svanito dai radar ieri sera, mentre sulla Manica si abbattevano venti e forti piogge. Le autorità: nessuna speranza di trovare sopravvissuti
Spacca la spina dorsale alla sua bimba: morta
Spacca la spina dorsale alla sua bimba: morta
Sotto accusa un cuoco inglese che avrebbe ripetutamente picchiato, sino alla morte, la figliastra di appena 2 anni. Erin è morta in ospedale per lesioni alla testa ma poche settimane prima aveva subito una frattura spinale e a un braccio
"La festa è andata bene"
Il piano diabolico per uccidere Stefania
"La festa è andata bene"<br>Il piano diabolico per uccidere Stefania
Uccisa con pinze e martello, la trappola studiata nei dettagli con grande psicologia, il depistaggio maldestro, i tre figli abbandonati al loro destino. Tutto per vendicarsi della donna che si era ripresa il marito. Le chat dopo il delitto
"Martina ancora non sa niente"
"Martina ancora non sa niente"
Il marito di Stefania Crotti: "Ora devo solo pensare a lei, ci faremo aiutare dagli psicologi, quando non è arrivata a casa ci eravamo subiti preoccupati. Stefania non si sarebbe mai allontanata da sua figlia"
Gelosia, odio e disperazione
Così Chiara ha ucciso Stefania
Gelosia, odio e disperazione<br>Così Chiara ha ucciso Stefania
Potrebbe averlo fatto per vendicarsi dell'ex amante che l'aveva scaricata e che voleva ricostruire la sua famiglia. Agguato premeditato, la distruzione del cadavere forse un gesto rituale. La donna già in carcere. C'è un complice?
Bendata e con una rosa in mano, la trappola dell'assassina
Bendata e con una rosa in mano, la trappola dell
L'amico credeva di averla invitata a una "festa a sorpresa", organizzata da Stefano Del Bello. Ma era una trappola. Confessa Chiara Alessandri: "Non volevo ucciderla...". Il tatuaggio: "Liberi di sbagliare, liberi di ricominciare"
Pedofilo liberato, subito ucciso dai vicini
Pedofilo liberato, subito ucciso dai vicini
Nel 1985, l'uomo aveva stuprato e ucciso un bimbo di 17 mesi. Condannato all'ergastolo, era stato liberato. Ai vicini aveva detto una bugia sui reati commessi. Smascherato da Google, è stato pugnalato a morte con 150 coltellate
Non le dà codice telefono, brucia vivo marito
Non le dà codice telefono, brucia vivo marito
Una donna indonesiana arrestata dopo una lite. Lei voleva vedere il contenuto dello smartphone, ma lui si è rifiutato. Lo ha cosparso di benzina e poi gli ha dato fuoco con l'accendino. Morto
Studentessa uccisa, stava telefonando alla sorella
Studentessa uccisa, stava telefonando alla sorella
Misterioso delitto a Melbourne, una 21enne rapita, stuprata e pugnalata a morte mentre telefonava alla sorella che ha sentito in diretta il momento in cui è stata aggredita. La polizia: "Forse aggressione sessuale"